le due bionde

le due bionde

sabato 30 giugno 2012

"Käse-Aprikosen-Kuchen" dolce con albicocche e ricotta


Buongiorno amici,
uuhhhh oggi mi sento proprio felice, ieri sera abbiamo prenotato l'hotel a Stoccolma, tra una settimana si parte. Abbiamo trovato un'ottima offerta, praticamente un last minut, in un hotel sull'isola di Södermalm nel centro di Stoccolma.
Södermalm è il paradiso del vintage ed è un quartiere bohemienne pieno di caffetterie, bar, ristoranti e negozi di articoli vintage, firme indipendenti e grandi designer svedesi.
L'hotel è perfetto anche per Elsa perché solo attraversando la strada ci troviamo in un bellissimo parco. E poi siamo al mare, circondati dall'acqua con la possibilità di fare tante attività, ad esempio noleggiare una bicicletta, andare in barca ecc... Sicuramente non ci sarà da annoiarsi.
Per fortuna mi è tornato quell'entusiasmo che avevo perso negli ultimi giorni.
Sono felice anche perché raccontandovi di questo viaggio ho la sensazione di partire con degli amici, porterò il portatile e farò tantissime foto.
L'unico inconveniente sono i parcheggi, nessun hotel nel centro di Stoccolma ha il parcheggio privato. Il parcheggio del nostro hotel costa la bellezza di 40 euro a notte. Dovremo assolutamente trovare un parcheggio più economico.
Ora vi parlo della mia ricetta altrimenti oggi non concludo niente.
























Ho trovato questa ricetta nel retro di un pacchetto di farina biologica di una marca tedesca. E' da quando ho avviato il blog (settembre 2011) che conservo questo pezzetto di carta aspettando il periodo delle albicocche.
Questo dolce è una specie di cheesecake, ma si cuoce nel forno, si conserva in frigo e si mangia fresca. E' buonissima e vi consiglio di provarla, non ve ne pentirete.












Ingredienti per la base:
250 g di farina (io ho usato quella di farro)
125 g di burro
100 g di zucchero (io ho messo quello di canna)
30 g di zucchero a velo (io non l'ho messo)
1 tuorlo

Per il ripieno:
500 g di albicocche
500 g di ricotta
80 g di zucchero
200 g di crème fràiche (io ho messo un vasetto da 125 g di yogurt bianco naturale)
1 bastoncino di vaniglia
la scorza grattugiata di mezzo limone (io non l'ho messa)
2 tuorli
1 pacchetto di polvere alla vaniglia per budino (preparato alla vaniglia per budino della Cameo per intenderci)
3 albumi montati a neve
























Mescolate tutti gli ingredienti per la base, a me è venuto un composto briccioloso. Ho versato il composto in una pirofila grande 25x35 cm alta 5 cm e con un cucchiaio ho schiacciato bene la base sul fondo rendendola liscia e uniforme. Ho messo la pirofila in frigo giusto il tempo di preparare la crema.
Lavate bene le albicocche e asciugatele. Tagliatele a metà togliendo il nocciolo e mettete da parte.
In una ciotola capiente preparate la crema mescolando la ricotta, lo yogurt, i semini interni della vaniglia, la polvere per il budino, lo zucchero, la scorza di limone e i due tuorli. Mescolate bene e poi unite delicatamente gli albumi a neve.
Versate il composto alla ricotta nella pirofila sopra la base e decorate con le albicocche aperte premendole leggermente senza affondarle.
Cuocete nel forno preriscaldato a 180° per 50 minuti. Fate raffreddare e conservate in frigo.


Avrete così un dolce delizioso e fresco con una base croccante, una crema morbida e tutto il sapore e il profumo delle albicocche.
Buon week end a tutti!
Sabina

venerdì 29 giugno 2012

Vitello tonnato

Buongiorno cari amici,
oggi è venerdì, avete in mente già qualcosa di speciale per il week end???? Mare, gite fuori porta, grigliate in compagnia ecc..???? 
Oggi passo subito alla ricetta perchè ho poco da raccontarvi. 













































Dovete sapere che il vitello tonnato è uno dei piatti preferiti di mio marito, a me non fa impazzire perchè non amo molto la maionese.  Ho un brutto ricordo di questo piatto perchè lo preparava mia mamma, ma la carne era sempre molto grassa. A me normalmente piace sempre tutto, l'unica cosa che veramente non sopporto è il grasso della carne, sto male ancora oggi solo al pensiero.
La carne coperta da salsine la mangio solo se l'ho cucinata io, è così anche per gli spezzatini.
Ho fatto il vitello tonnato solo una volta, avevo preso una ricetta da un libro tedesco ed è stato un vero disastro.
Qualche settimana fa ho visto la ricetta della mia amica Mary del blog "Dafne's Corner, il gusto", al supermercato ho trovato un bel pezzo di carne magra e così ho fatto felice mio marito. Ammetto che anche io l'ho mangiato molto volentieri. La carne era tenerissima, delicata e saporita allo stesso tempo.










































Per 4 persone:
Fate cuocere in una casseruola 500-600 g di girello di vitello in mezzo litro di vino bianco secco con una cipolla, due carote, quattro foglie di alloro, un rametto di rosmarino e sale, aggiungete infine dell'acqua in modo da coprire la carne. La carne deve cuocere un'ora e mezza a fuoco basso.
Terminata la cottura fate raffreddare il vitello nel suo brodo.
Per la salsa tonnata frullate un vasetto di maionese light da 220g con una scatoletta di tonno sott'olio (eliminate l'olio) da 165 g e una manciata abbondante di capperi sotto sale sciacquati, se preferite potete lasciare anche i capperi interi.
Quando la carne è fredda eliminate con un coltellino, delicatamente, sulla superfice la pellicina grassa e gelatinosa. Afettate sottilmente la carne, più sottile è più buona sarà, disponetela in un vassoio, versate sopra la salsa, coprite e fate riposare in frigo. Per me forse era più buono il giorno dopo.

Per una spiegazione più dettagliata vi consiglio di leggere la ricetta di Mary che ha inoltre una bella alternativa per la salsa.
Buon venerdì a tutti!!!
Sabina

giovedì 28 giugno 2012

Drink al pompelmo e basilico

Buongiorno cari amici,
oggi non c'è una nuvola e si prevede una giornata veramente calda. Potrei approffittarne per fare un tuffo in piscina, quest'anno ancora non ci ho messo piede, divento sempre più pigra.
Ieri sera ho passato una piacevolissima serata tra amiche, abbiamo mangiato una pizza, un gelato, chiaccherato e riso tantissimo, era da tanto che non ridevo a crepapelle.
Per una sera siamo riuscite tutte a dimenticare a casa i nostri problemi, sembravamo un gruppo di ragazzine spensierate che ridono per ogni cosa.
Fortunatamente sono riuscita a sbrigare tutte quelle questioni burocratiche che non mi facevano rilassare, da oggi posso concentrarmi sulle mie vacanze. Ero talmente tesa che non sono riuscita nemmeno a prenotare un hotel a Stoccolma, ora se vogliamo partire dobbiamo affrettarci per la prenotazione. In questo momento vorrei già essere in Svezia, dei viaggi non mi piace il periodo antecedente: sistemare la casa, preparare le valige ecc...
Oggi vi lascio un consiglio per un aperitivo fresco e analcolico.










































Ingredienti per 2 persone:
4 pompelmi
50 ml di succo di limone o lime
1 cucchiaio di zucchero a velo
1 cucchiaio di basilico tagliato finemente

Tagliare i pompelmi a metà (io ho preso quelli rosè, ma anche quelli gialli vanno benissimo).
Spremerli, aggiungere il succo di lime, lo zucchero a velo, il basilico, mescolare e versare nei bicchieri. Servire immediatamente (questo cocktail non va preparato in anticipo, ma fatto al momento).
Sconsiglio anche l'aggiunta del ghiaccio, allunga troppo l'intensità del sapore. Per una bibita fresca basterà tenere i pompelmi in frigo, oppure metterli per 5-10 minuti nel freezer prima di spremerli.











































Il basilico andrebbe tritato più finemente rispetto a quello che ho fatto io, fate attenzione a non ossidarlo. Se bevete il cocktail con la cannuccia il basilico resterà nel fondo del bicchiere.
Al posto del basilico potete utilizzare anche menta piperita, cedronella o dragoncello.













































Buona giornata a tutti.
Baci.
Sabina

mercoledì 27 giugno 2012

Crumble con zucchine, basilico e pinoli

Buon pomeriggio care amiche,
premetto che l'arrabbiatura dei giorni scorsi non è passata, anzi, oggi potrei star qui e lamentarmi ininterrotamente, ma non voglio farlo. Ho voglia di parlare di cose più frivole.
Vi racconto le ultime novità. Elsa non vuole più uscire sul balcone perchè ha paura di un calabrone prepotente che si è impossesato della nostra lavanda. Elsa abbaia ai cani più grandi di lei, ma poi ha paura degli insetti e sopratutto dei topolini. L'anno scorso in vacanza a Malaga, alloggiavamo in un bel alberghetto fuori dal centro, dalla nostra stanza si poteva godere di uno splendido giardinetto, scelto apposta per Elsa. Abbiamo scoperto solo dopo qualche giorno che la nostra "bambina" aveva paura di un piccolissimo topino di campagna.
Restando in tema cane, i nostri vicini di casa hanno adottato da pochi giorni una piccola carlina tutta nera, è un amore. E' la loro secondogenita perchè hanno già un altro carlino maschio tutto marrone con il musetto nero. Pilu, così si chiama quello grande, è un cagnetto adorabile, simpatico con tutti, ma con l'arrivo della nuova amichetta ha iniziato a fare dispetti perchè era veramente offeso e geloso del nuovo arrivo.
Oggi, con molto piacere, ho visto per la prima volta i due cagnetti giocare insieme, un vero spasso, continuerei a guardarli.
Avrei sempre desiderato anche io prendere un amichetto per Elsa, ma era già lei abbastanza impegnativa che ho rinunciato all'idea quasi subito.
Ieri al supermercato ho comperato in offerta una cassetta di albicocche per marmellate. Prima della marmellata ho intenzione di fare una torta, una specie di cheesecake con ricotta e albicocche.
Non ho nessuna idea di come possa venire, non ho una grande esperienza in cheesecake, farò del mio meglio.
Dovrei anche sbrigarmi perchè questa sera vado a mangiare la pizza con un gruppo di amiche.
Passo alla ricetta di oggi:









































Ingredienti per 4 persone:
4 zucchine tonde
2 cucchiai di basilico tritato
olio d'oliva
sale e pepe.

Per il crumble:
80 g di burro ammorbidito
100 g di farina
50 g di pangrattato
50 g di pinoli
olio d'oliva
sale

Io ho sostituito il burro con l'olio d'oliva e aggiunto più pangrattato che farina.
Ho lavato bene le zucchine, ho tagliato la testa e le ho svuotate della polpa con un cucchiaio.
Ho tritato grossolanamente la polpa con il basilico, sale e pepe e fatto saltare in padella a fuoco alto per far evaporare l'acqua della verdura.
Ho preparato il crumble mescolando tutti gli ingredienti.
Ho versato su una pirofila un filo d'olio d'oliva, disposto le zucchine vuote e crude, riempite prima con la polpa e poi con il crumble, infornate a 180° per 20-25 minuti finchè la crosta è ben dorata.













































Questo crumble senza formaggio, senza carne o pesce è perfetto come accompagnamento. Per colorare un po' il piatto ho aggiunto anche dei pomodorini datterini infornati insieme alle zucchine.
Se volete proporlo come piatto unico potete aggiungere del formaggio tagliato a cubetti insieme alla polpa, oppure parmigiano o pecorino grattuggiato insieme al crumble.

Buon appetito e buona serata!
Sabina

lunedì 25 giugno 2012

Polpette con feta, melanzane e tzatziki

Buon pomeriggio amici miei, 
oggi non so ancora come volverà questo post, la giornata è iniziata veramente male.
Ho un gran mal di testa e non riesco a capire da cosa sia dovuto, se dalla pressione bassa,  da questo tempo balordo, dal non essermi asciugata i capelli oppure dalla grande incazzatura che ho.
Dovete sapere che il giardino di casa mia confina con quello di una scuola elementare con tanto di mensa, palestra e campo giochi asfaltato. Fino a questa mattina i due cortili erano divisi da una bellissima siepe molto alta sempreverde che mi dava la sensazione di vivere in mezzo alla natura, urla di bambini a parte. Ora dal mio balcone, montagne a parte, si vede solo asfalto, cemento e ferro.
Non riesco proprio a dare una spiegazione a tutto ciò. Perchè tagliare una bella siepe sana e verde a fine giugno??? Non hanno solo spuntato la siepe, l'hanno amputata nel vero senso della parola, non hanno lasciato nemmeno una fogliolina. Per quel poco che capisco io di piante credo che in estate avvenga il processo di fotosintesi clorofilliaca e quindi forse non è il momento migliore per tagliare. Le piante attraverso le foglie si nutrono dell'energia solare.
La cosa che mi sconvolge di più è che solo un vicino si è lamentato, qualcuno ha detto: "per fortuna hanno fatto un po' di pulizia!", qualcun'altro non si è nemmeno accorto.  L'essere "umano" è arrivato veramente al limite: sono stati tagliati degli alberi perchè le foglie sporcavano il suolo e nel mio cortile qualcuno taglia le rose prima che sboccino perchè i petali sporcano l'erba.
In quella siepe tanti uccelli avevano fatto il nido, ma all'essere "umano" questo non importa.
Potrei scrivere tante cose spiacevoli su Merano, sul nostro sindaco, ma l'unica cosa da fare è lamentarsi direttamente con chi ne è responsabile ed è quello che farò.
A Merano sono tutti fissati con l'ordine e la pulizia, ma quando è troppo è troppo, capita purtroppo spesso che qualche bel viale alberato nel corso di una notte rimanga spoglio, un bellissimo parco con alberi secolari nel cuore della città ha lasciato spazio ad una grande piazza vuota e piastrellata con tanto di parcheggio sottostante.
In questo momento sogno l'Africa, questa terra ancora vergine, incontaminata, che il suo popolo rispetta. Non voglio vivere in mezzo all'asfalto e al cemento, voglio svegliarmi la mattina con il canto degli uccelli, in estate voglio godere dell'ombra degli alberi e voglio sentire l'odore della terra quando piove.
Ora sono talmente fuori tema che sarà difficle ricollegarmi alla mia ricetta.










































Questa ricetta, "tanto per cambiare",  è di Donna Hay. Marco del blog "Una cucina per Chiama" ha detto che il prossimo libro di Donna si intitolerà "Ricette per Sabina" :))))
Queste polpette mi hanno fatto disperare, quando veniva bene la salsa non riuscivano bene le polpette e viceversa. Ho voluto però farle e rifarle perchè sono troppo buone.










































Ingredienti per 36 polpettine circa:
400 g di melanzane tagliate a pezzettini
2 cucchiai di olio d'oliva
500 g di carne macinata di manzo
10 g di prezzemolo tritato
10 g di menta tritata
2 spicchi d'aglio tritati finemente
1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata
200 g di feta sbriciolata
sale e pepe
olio extravergine d'oliva

Scaldate il forno a 180°. Mettete le melanzane su una teglia con l'olio e arrostite per 30 minuti circa finchè sono dorate. Lasciate raffreddare.
In una ciotola mettete le melanzane, il macinato, il prezzemolo, la menta, l'aglio, la scorza di limone, la feta, il sale e il pepe. Amalgamate bene il tutto e formate delle polpettine.
In una padella antiaderente grande, su fuoco medio mettete un cucchiaio di olio d'oliva e cuocete le polpette 3-4 minuti finchè sono dorate. Mettetele su una teglia e infornatele per 5-6 minuti.

Ingredienti per la salsina tzatziki:
560 g di yogurt greco naturale e denso
1 cetriolo grattugiato
2 cucchiai di menta tritata
1 spicchio d'aglio schiacciato
1 cucchiaio di miele
1/2 cucchiaino di cumino in polvere
sale e pepe bianco

Mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti.













































Qualche mio consiglio:
Per le polpette vi basterà seguire bene le istruzioni per evitare pasticci, a me non venivano bene perchè facevo di testa mia: la prima volta avevo grigliato le melanzane senza olio ed erano troppo secche, poi le ho cotte in padella ed erano troppo morbide.
L'importante è sbriciolare bene la feta e amalgamare molto bene il tutto.
Per la salsina: a me è piaciuta di più senza miele e senza aglio. Non frullate tutto assieme altrimenti vi diventa liquida come quella che c'è in foto.
Ora devo proprio scappare, ho appuntamento con il falegname.
Buona serata.
Sabina


sabato 23 giugno 2012

"Eisschokolade" affogato al cioccolato

Buongiorno cari amici!
Oggi è sabato, avevo in programma un pic-nic con la zia e la nonna, quasi centenne, di mio marito, ma il tempo ha fatto in modo che i nostri programmi cambiassero. I temporali degli ultimi due giorni hanno fatto abbassare notevolmente la temperatura e questa mattina il tempo è molto variabile, quindi è meglio evitare la montagna con una persona così anziana.
Approfittiamo di questa frescura per andare a curiosare un pochino nella libreria in centro.
Ho già preparato una caponatina di verdure per il pranzo così possiamo fermarci tranquillamente per l'aperitivo.
Oggi vi lascio con un dolce perfetto in ogni momento della giornata, vi basterà solo avere gli ingredienti in frigo.
E' molto semplice, ma ho deciso di postarlo perchè spesso ci dimentichiamo delle cose semplici.











































Ingredienti:
gelato alla vaniglia
latte freddo
cacao dolce solubile nel latte freddo
panna fresca montata

Sciogliete il cacao nel latte. Mettete in una coppa 2 palline di gelato alla vaniglia, versate il latte con il cacao fino a coprire il gelato. Riempite la coppa con la panna montata e spolverate con il cacao. Servite con cannuccia e cucchiaio lungo.











































Facile vero????? Potete sostituire il latte con il cacao con del caffe lungo.
Con il caffe si chiama "Eiskaffe".











































Buon fine settimana a tutti!!!
Un bacio
Sabina

venerdì 22 giugno 2012

Spiedini di gamberi e lime - Donna Hay

Buon venerdì cari amici!!!!!
Avevo iniziato a scrivere questo post ieri sera, ma poi ho riguardato il film "Saturno Contro" e due cose contemporaneamente in questo periodo non riesco proprio a farle. Diciamo che ultimamente la mia mente non è molto lucida e non è dovuto al caldo. 
Questa mattina ho avuto il coraggio di salire sulla bilancia e no comment, tutta colpa mia, ultimamente ho davvero esagerato con dolci, aperitivi ecc.... Ora spero che il caldo mi aiuti per correre ai ripari. Comunque avete notato quanto è cara la frutta???? Ieri avevo voglia di anguria, ma a due euro al chilo non l'ho comperata, mi sembra davvero esagerato.
La mia ricetta di oggi è fresca fresca per l'estate.











































Ingredienti per 4 persone:
1 kg di gamberi grandi, sgusciati (meglio se lasciate le code)
80 ml di succo di lime
2 cucchiai di olio d'oliva
sale e pepe.

Mettete i gamberi in una ciotola con il succo di lime, l'olio, il sale e il pepe. Mescolate, coprite e fate marinare in frigo per 30 minuti.
Infilate tre gamberi per spiedino e cuoceteli su una griglia calda o su una bistecchiera a fuoco alto per 2 minuti per lato (secondo me basta anche meno, i gamberi sono cotti appena diventano rosa).
Servite con degli spicchi di lime.











































Donna Hay consiglia nella sua ricetta di servire questi spiedini con della maionese o dell'aioli (maionese all'aglio). Io li ho provati con la maionese, ma secondo me non serve perchè copre soltanto il sapore dei gamberi.
Attenzione: prima di fare gli spiedini mettete sempre i bastoncini in ammollo nell'acqua calda per evitare che brucino durante la cottura.











































Quello che secondo me non deve assolutamente mancare con questi spiedini è un buon bicchiere di vino bianco ghiacciato e magari leggermente frizzante.

Buona giornata a tutti!!!!
Sabina

martedì 19 giugno 2012

Vi presento Hugo: il cocktail aperitivo

Buon pomeriggio cari amici!
Siete felici sia arrivata finalmente l'estate???? Io si, non mi lamento per il caldo perchè so già che qui da noi durerà molto poco. 
Domenica scorsa siamo stati in montagna a più di 1600 m di altitudine ed era molto caldo anche lì.
Partiremo per la Svezia la seconda settimana di luglio, prima non sarà possibile perchè ho ancora tante cose da sbrigare. Stiamo cercando un hotel o un mini appartamento per una settimana a Stoccolma che vada bene sopratutto per Elsa. Viaggiare con Elsa non sarà così facile perchè non è in splendida forma e non vorremmo strapazzarla troppo. 
Il sogno di visitare la Scandinavia, i fiordi e arrivare a Capo Nord credo proprio sarà rimandato.
Questa volta mi accontento di vedere bene Stoccolma e magari fermarmi in qualche paesino sul mare per un'altra settimana.
Torniamo al mio aperitivo.




















Lo conoscete Hugo????  E' un cocktail molto fresco, leggero e profumato, piacevole alla vista: un drink prefetto per l'estate.
Dalle mie parti se chiedete di Hugo lo conoscono tutti, diciamo che è un tipo molto "trendy".
Mi piace l'estate e la bella stagione anche per godermi un bell'aperitivo accompagnato da tanti stuzzichini.




















Ingredienti per un bicchiere:
5-6 cubetti di ghiaccio
4 cl di sciroppo di sambuco
10-12 cl di prosecco
5-6 foglioline di menta
una spruzzata di acqua minerale gasata (secondo i vostri gusti)

Innanzi tutto gli ingredienti devono essere freddi dal frigo, non risparmiate con il ghiaccio più ce n'è meglio è. Le quantità variano in base ai vostri gusti. Ho messo parecchio sciroppo di sambuco perchè è quello mio fatto in casa che trovate qui, se utilizzate quello comprato ne basta di meno.
Prendete dei bei bicchieroni da cocktail o da vino rosso, mettete il ghiaccio, versate lo sciroppo, poi il prosecco, l'acqua minerale e infine le foglioline di menta. Una cannuccia, una mescolata veloce e servite con gli stuzzichini.




















Con gli stuzzichini potete veramente sbizzarrirvi.
Io ho preparato una focaccia e l'ho farcita con del prosciutto crudo, poi degli spiedini con pomodorini e mozzarelline, delle olive, peperoncini lombardi, pistacchi e il gioco è fatto. Tutto pronto per stuzzicare il vostro appetito.




















Avete già finito di lavorare???? Prima di andare a casa passate da me, facciamo un bel brindisi per festeggiare l'arrivo dell'estate e le tanto attese vacanze. Salute!!!!!
Un abbraccio
Sabina

lunedì 18 giugno 2012

Il pane Ikea

Buon pomeriggio amici!
oggi niente ricetta, solo un po' di pubblicità gratuita all'Ikea. 
Come vi dicevo nel post di ieri, ieri mattina ho preparato questo pane ed è stato semplicissimo, ho aggiunto solo l'acqua, fatto lievitare 45 minuti e cotto in forno a 200° per 60 minuti.
Un pane perfetto per la colazione assolutamente da ricomperare.











































Sulla scatola ci sono scritte tutte le istruzioni, io l'ho fatto lievitare direttamente nello stampo da plum cake foderato prima con carta forno.
Anche la marmellata di mirtilli rossi Ikea non è male e sta benissimo su questo pane con un po' di burro.











































Il pane è buono anche il giorno dopo e noi lo finiremo oggi a cena con del salmone al forno accompagnato con la salsina Ikea agrodolce con senape e aneto.











































Carina la confezione vero???? Sembra quella del latte.
Buona serata.
Sabina

domenica 17 giugno 2012

Torta alle pesche

Buona domenica cari amici!!!
Pensavate mi fossi dimenticata di voi?????
Effettivamente non sono stata molto presente ultimamente, i motivi sono più di uno: troppe cose da sbrigare, stanchezza, pigrizia, poca voglia di scrivere, di cucinare ecc....
Da domani mio marito è in ferie e quindi presto partiremo,  il tempo di sbrigare le ultime faccende, organizzarsi un attimo, scrivere i miei ultimi post con le ricette che ho già preparato.
Non vi lascerò del tutto, o almeno questa è la mia intenzione, vi terrò aggiornati nell'altro mio blog "margherite, farfalle e sogni".
Anche oggi sono abbastanza di fretta, tra poco andremo a fare una bella camminata in montagna, ma non potevo non augurarvi una buona domenica.
Questa mattina, come al solito, Elsa mi ha svegliata alle 5.30 e non riuscendo più a dormire ho preparato il pane fatto in casa per la colazione. Lunedì scorso all'Ikea ho comperato quella confezione in tetrapack contenente tutti gli ingredienti per il pane ai cereali. E' stato semplicissimo, ho aggiunto l'acqua, mescolato, versato nella forma da plum cake, fatto lievitare 45 minuti e cotto in forno per 60 minuti. Assolutamente da rifare.
Ora vado alla mia torta che invece è stata la colazione di domenica scorsa.











































Anche questa è una semplicissima ricetta di Donna Hay. I suoi dolci sono sempre molto burrosi come piacciono a me. Peccato non siano proprio l'ideale per la linea.




















Ingredienti:
175 g di burro morbido tagliato a pezzetti
165 g di zucchero semolato (io ho messo lo zucchero di canna)
2 cucchiai di scorza di limone grattugiata
3 uova
150 g di farina (io ho messo la farina di farro semintegrale)
1 cucchiaino di lievito
70 g di yogurt bianco
3 pesche affettate (io ho lasciato la buccia)
zucchero a velo per spolverare

Con il robot da cucina lavorate il burro, lo zucchero, la scorza di limone, poi aggiungete le uova, unite la farina, il lievito, lo yogurt e amalgamate bene il tutto.
Versate in uno stampo tondo di 25 cm foderato con carta forno. Sistemate sopra il composto le fette di pesca premendole leggermente.
Infornate per 1 ora nel forno preriscaldato a 160°. Verificate la cottura con uno stecchino.
Fate raffreddare la torta nello stampo per almeno 10 minuti poi sformatela e spolverate di zucchero a velo.
Per un dessert speciale servite le fette di torta con una pallina di gelato alla vaniglia o panna montata.




















E' già tardi, la montagna mi aspetta.
Buona domenica!!!!
Sabina

mercoledì 13 giugno 2012

Latte alle fragole con yogurt gelato - Donna Hay

Buona sera cari amici,
prima di tutto vorrei dare il benvenuto ai miei nuovi lettori, mi fanno sempre tanto piacere.
Oggi qualcosa di fresco con le ultime fragole della stagione. Frullati ne ho provati veramente tanti, ma questo di Donna Hay è veramente speciale, come tutte le sue ricette.
Come al solito alla sera ho sempre un gran sonno e quindi sarò di poche parole.












































Solo a riguardare le foto mi viene voglia di rifarlo.











































Ingredienti per 6 persone:
560 g di yogurt alla vaniglia
500 g di fragole
110 g di zucchero semolato
2 cucchiai di succo di limone
latte













































Mettete lo yogurt nelle vaschette per il ghiaccio in freezer per 3-4 ore o finchè è congelato.
Mettete le fragole lavate e tagliate in una casseruola con lo zucchero e il succo di limone. Fatele cuocere a fuoco basso finchè lo zucchero non si è sciolto. Portate a ebollizione e fate cuocere le fragole per 2 minuti. Togliete dal fuoco e frullate fino ad ottenere un composto liscio e fate raffreddare.
Servite mettendo nei bicchieri prima i cubetti di yogurt, poi la salsa alle fragole e infine il latte freddo.











































Buona notte!!!!
Sabina
p.s.: dimenticavo.......questa salsina alle fragole è deliziosa anche sopra il gelato.

martedì 12 giugno 2012

Insalata greca a modo mio

Buongiorno cari amici!!!!!
Qui continua a piovere e non se ne può più. La primavera non c'è stata e ora anche l'estate non vuole arrivare. Se penso che siamo già a metà giugno e qui a metà agosto fa già fresco mi vien voglia di trasferirmi ai tropici.
Ieri ho voluto staccare un po' la spina e mi sono presa una giornata tutta per me: sono andata da sola all'Ikea di Brescia.
Premetto che ho una gran paura dell'autostrada, specialmente se devo guidare io, ma mi sono fatta coraggio e sono partita. Sono partita alle nove del mattino e sono arrivata alle 10 di sera, praticamente ho fatto pranzo e cena all'Ikea. Penserete che sono pazza, ma per me l'Ikea è come il paese dei balocchi.
Quando abitavo a Londra ci andavo spesso perchè era a solo due fermate di metropolitana da casa mia, comperavo di tutto per la mia casetta inglese. Quando sono tornata in Italia ho dovuto regalare tutto.
Ora abitando a Merano, l'Ikea più vicina è a Innsbruck oppure a Brescia e quindi è un lusso per me andarci. Ma quando vado, quelle due volte l'anno, porto a casa di tutto.
Ieri per la prima volta, non avendo marito con muso lungo, ho fatto un giretto anche nel negozio di alimentari e pensando al mio viaggio in Svezia, mi sono fatta prendere la mano e sono uscita con una borsa grande piena di viveri.
Ho fatto una bella scorta di "knackebrod", quel pane croccante perfetto per la colzione e per gli aperitivi. Ho comperato un altro pane ai cereali solo perchè mi piaceva la confezione, sembra il cartone del latte. Ho comperato anche la senape solo perchè mi piaceva la bottiglia di plastica tipo quelle americane per il ketchup.
Ho portato a casa ancora un vasetto di senape aromatizzata con l'aneto, un vasetto di aringhe, marmellata di mirtilli, salsicce di alce affumicate, patatine alla panna acida e cipolle, dolcetti al cioccolato con cocco e cioccolato con marzapane (hanno entrambi lo stesso gusto), aceto di mele aromatizzato al lampone, una birra con l'etichetta dell'ikea e le istruzioni sul tappo, un pacchetto di pasta integrale a forma di alce, una crema alla vaniglia da scaldare e versare sopra la torta di mele e infine un succo di mirtillo nero.
Per aver comperato tutti questi prodotti mi hanno regalato un libro di ricette svedesi.
E' stato divertente ieri sera con mio marito assaggiare un po' di tutto.
Diciamo la verità: ho mangiato di meglio. Ma almeno una volta nella vita bisogna assaggiare anche il cibo Ikea, io poi sono sempre molto curiosa. Comunque mi immagino di mangiare un pochino meglio in Svezia.
Ho comperato anche dei libri da sfogliare, ci sono delle belle foto di case svedesi.
La mia ricetta di oggi non ha niente a che fare con i sapori svedesi.











































Ingredienti:
pane casereccio
aglio
rosmarino
olio extravergine d'oliva
1 cipolla rossa di Tropea
formaggio feta
fagioli bianchi cannellini
pomodorini
aceto balsamico bianco
sale e pepe











































In una scodella mettete la cipolla affettata sottilmente, la feta tagliata a cubetti, i pomodorini tagliati in quarti, i fagioli cotti e condite con aceto, olio, sale e pepe.
In una padella scaldate qualche cucchiaio di olio, aggiungete uno spicchio d'aglio tritato o schiacciato, un rametto di rosmarino e il pane tagliato a cubetti. Fate dorare il pane e mescolatelo all'insalata.
Se vi piace un po' piccantino aggiungete un pizzico di peperoncino in polvere.












































Ora vi lascio perchè devo fare spazio in casa per i miei nuovi acquisti, montare, smontare ecc...
Vi auguro una buona giornata.
Un bacio
Sabina

sabato 9 giugno 2012

Crumble di pesche alla lavanda

Buongiorno cari amici!!!!
Qui il tempo non vuole proprio stabilirsi, un giorno piove e il giorno dopo c'è il sole, oggi sembrerebbe bello.
Ieri sera ho preparato una torta per la colazione e questa mattina mi sono sbizzarrita con le foto, la luce era perfetta. Naturalmente vedrete tutto prossimamente.
Non sono ancora uscita con Elsa e quindi cercherò di affrettarmi con questa ricetta molto particolare.
Aspettavo che fiorisse la mia lavanda proprio per provarla in cucina e se devo essere sincera non mi ha convinta del tutto. Essendo però molto testarda la proverò ancora con altre ricette e poi darò il mio giudizio definitivo.










































Ingredienti:
sei pesche
un cucchiaino di lavanda macinata
il succo di un limone
4 cucchiai di miele
2 cucchiai di nocciole tritate
2 cucchiai di fiocchi d'avena
2 cucchiai di farina
80 g di burro o olio di semi
un pizzico di sale











































Pulite e tagliate a pezzi le pesche. Mettetele a marinare con 2 cucchiai di miele, la lavanda e il succo di limone. Preparate il crumble, mescolando il miele restante con gli altri ingredienti, fino ad ottenere delle grosse briciole.
Mettete le pesche in una teglia o in cocottine individuali, coprite con il crumble e mettete in forno a 180° finchè la superficie non diventi dorata e croccante.
Servite freddo o tiepido con del gelato alla vaniglia.











































Premetto che è stata la mia prima ricetta con la lavanda. Mi piaceva talmente tanto questo contrasto di colori che forse ho esagerato con i fiori. Forse dovevo prima essicarli e poi macinarli, mentre io ho messo direttamente i fiorellini nella marinatura.
Mio marito ha detto: "buono questo crumble, peccato mi sembri di avere anche del deodorante in bocca!!!"
Sicuramente questo dolce è molto buono anche senza lavanda. Magari mettete solo qualche fiorellino sopra il gelato per un effetto scenografico.
Io comunque non mi arrendo e proverò ancora qualche ricetta con la lavanda.











































Buon fine settimana a tutti!!!!
Un bacione
Sabina

giovedì 7 giugno 2012

Pesto alla menta

Buon pomeriggio a tutti!
Voi non ci crederete, ma ho appena visto i bambini della casa accanto sul balcone con la macchina fotografica, appena mi hanno vista hanno fatto un sorriso a quaranta denti. Che simpatici!!!!
Ecco mi hanno fatto dimenticare completamente quello che sarebbe stato il mio argomento di oggi.
Pazienza, evidentemente non era così importante.
Come vi ho già detto, sto organizzando le mie prossime vacanze in Svezia, se tutto va bene partiremo i primi di luglio e non sappiamo ancora quando torneremo. Io conto di stare via due mesi, ma è tutto da vedere. Dipenderà da tante cose, da quanti soldi avremo a disposizione, dai prezzi della Svezia, dal tempo, dalla possibilità di dormire in campeggio, da come starà Elsa ecc...
Mi sto informando sull'affitto di quelle piccole casette rosse con finestre e porte bianche, normalmente situate ai bordi di un boschetto di betulle vicino a qualche laghetto. Avete presente quali??? Guardate questa che carina. Naturalmente sto fantasticando perchè i prezzi sono veramente troppo alti, bisogna poi tener conto della benzina, il mangiare ecc... Lasciatemi sognare ancora un po'.....non svegliatemi!!!!
La mia ricetta di oggi.











































Ingredienti:
100 g di pecorino stagionato
200 g di rametti di menta
2-3 spicchi d'aglio (io ne ho messo solo una puntina)
2-3 cucchiai di mandorle sgusciate
150 ml di olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Lavate la menta e staccate le foglioline. Sbucciate l'aglio e frullate tutti gli ingredienti con un robot da cucina, non sminuzzateli troppo. Aggiungete olio quanto basta per ottenere una pastella morbida e leggermente granulosa, condite con sale e pepe.




















Questa salsina è ottima con il filetto di manzo alla piastra, con tutta la carne, il pesce e le verdure alla griglia. E' anche sfiziosa spalmata su fette di pane caldo o patate arroste.









































Buona serata a tutti!!!!
Sabina