lunedì 9 luglio 2018

Seppioline in umido con pomodorini e olive Leccino

Buongiorno amici,
manca poco alle vacanze estive, la mia testa è già al mare. 
Avevo promesso su instagram che avrei postato questa ricetta prima di partire.








































Un piattino così, con tutti i sapori mediterranei e un buon bicchiere di vino bianco fresco mi fanno già sentire in vacanza, avete presente quei ristorantini a gestione familiare in riva al mare????










































La ricetta è semplicissima, come sempre la differenza sta nella qualità della materia prima. Ormai sono tanti anni che utilizzo i prodotti biologici di Giancarlo Ceci e posso dirvi che il profumo del sole della Puglia si sente eccome.








































Ingredienti:

500 g di seppioline pulite
1 spicchio d'aglio
1 peperoncino
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 rametto di rosmarino
1 vasetto di pomodorini in salsa
olive Leccino
sale
olio extravergine d'oliva

In una casseruola fate dorate l'aglio schiacciato con il peperoncino a pezzetti e senza semi, aggiungete le seppioline, il rosmarino e bagnate con il vino bianco. Quando il vino bianco è evaporato coprite con i pomodorini e la loro salsa, aggiungete le olive sott'olio e un pizzico di sale, eventualmente ancora mezzo bicchiere d'acqua e fate cuocere semicoperto anche 40-50 minuti a fuoco basso.
Le seppioline sono pronte quando il sugo si è addensato. Servite con un filoncino di pane croccante.










































E' un piatto casereccio dove il sugo è talmente buono che è vietato non fare la scarpetta.








































Buona estate a tutti!!!
Sabina

mercoledì 4 luglio 2018

Piadina altoatesina di Sabina

Buon pomeriggio miei cari amici,
come passa il tempo, me ne rendo conto quando entro qui nel mio blog, i mesi volano che è una meraviglia.
Con la ricetta di oggi partecipo alla sfida #regionAldi. Aldi è una multinazionale tedesca che ha aperto diversi supermercati in tutta Italia, l'ultimo credo sia proprio quello di Merano nella mia regione.
Questa sfida vuole scatenare la nostra creatività e l'amore per la cucina del nostro territorio. Il compito è quello di elaborare una nuova ricetta che sia capace di unire prodotti che rappresentano le tradizioni di differenti regioni.









































Come potete notare dalla foto qui sopra, non potevo certo non preparare qualcosa con i prodotti che più rappresentano la mia regione, l'Alto Adige, come lo speck e le mele.
Tante idee mi sono passate per la testa, ma alla fine ho scelto una ricetta semplice, facile, sfiziosa, alla portata di tutti, perfetta per queste giornate estive così calde. Avrete già capito che si tratta di una piadina, la piadina romagnola per me rappresenta l'estate, il mare, la spensieratezza, la leggerezza, gli amici, l'allegria. La piadina tirolese con lo speck non è certo una novita, ma io ho voluto dare il mio tocco personale, ho voluto mettere assieme ingredienti che si sposano molto bene tra loro. Il risultato finale mi è piaciuto molto e sono sicura piacerà molto anche a voi. Provare per credere.









































Gli ingredienti sono:

1 confezione di piadina romagnola alla riminese
1 confezione di stracchino
1 pacchetto di spinacino
1 confezione di speck Alto Adige Igp
un paio di mele golden Sudtirol
qualche noce
pepe nero

Scaldate un paio di minuti per lato la piadina su una piastra o in una padella antiaderente. Spalmate sulla piadina calda un generoso strato di stracchino, adagiate lo spinacino, la mela sbucciata e tagliata a fettine sottili, le fette di speck, i gherigli di noce e infine una bella spolverata di pepe nero appena macinato. Chiudete la piadina e scaldatela ancora qualche minuto per lato.










































Buon appetito e buona estate a tutti!!!
Sabina