le due bionde

le due bionde

sabato 19 aprile 2014

Torta soffice con ricotta e limone

Buongiorno a tutti miei cari amici,
oggi il tempo non è certo quello che mi aspettavo per questi giorni di festa, piove e anche tanto. Questa mattina Nina è riuscita a giocare anche con la pioggia, voleva prendere le goccioline d'acqua, è incredibile, per lei è tutto un gioco, le foglie che volano, l'erba che si muove, i petali che cascano, gli uccellini ecc..
Oggi avrei intenzione di fare tante cose e spero di riuscirci. Prima di tutto voglio preparare la crostata al rabarbaro e poi vorrei decorare qualche ovetto, ovviamente mi piacerebbe fare anche delle foto.
Per la giornata di domani non abbiamo nessun programma e anche il pranzo sarà molto semplice, preparerò degli asparagi con la salsa bolzanina, una fetta di crostata, caffe e non abbiamo bisogno d'altro. Nel pomeriggio ci incontreremo con il fratellino di Nina, Boston "Legolas" e speriamo smetta di piovere per farli correre e giocare liberamente su un bel prato. Grazie a Silvia e Francesco, i "nonni umani" di Nina Arwen e il gruppo chiuso che hanno creato su facebook si è formata una bellissima famiglia molto affiatata che continua a scriversi, a darsi informazioni dei cuccioli anche con il passare del tempo. Personalmente mi sono affezionata a tutti i cuccioli, li ho visti nascere e crescere, ho stretto un bel legame con Silvia e Francesco, mi sono emozionata quando i cuccioli sono stati affidati alle loro nuove famiglie e ora incontrarsi per vedere felici i fratellini credo sia qualcosa di straordinario. L'altro giorno facendo un giretto in centro con Nina abbiamo incontrato una famiglia di turisti germanici con un bellissimo labradorone giallo, Nina pensando fosse la sua mamma si è fatta la pipì addosso dalla gioia. Questo per farvi capire quanto siano sensibili anche i cani.
Ora basta parlare di Nina e parliamo della ricetta di oggi.








































Mi ha dato questa splendida ricetta Luisa, un'amica conosciuta grazie al blog che a fine mese verrà a trovare me e Nina a Merano. Ho gradito particolarmente questa torta per il sapore, il profumo e soprattutto la morbidezza. Direi fantastica, da rifare assolutamente. Grazie Luisa.










































Io ho cambiato qualche ingrediente, ma semplicemente perchè l'ho preparata con quello che mi trovavo in casa. Luisa l'ha preparata con 80 ml di olio di riso al posto del burro e io ho mescolato farina bianca con farina integrale soltanto perchè avevo finito la farina bianca.








































Ingredienti per uno stampo del diametro di 20 cm:

250 g di ricotta
150 g di zucchero
200 g di farina
2 uova
80 g di burro (oppure 80 ml di olio di riso)
1 bustina di lievito in polvere
1 bustina di zucchero vanillinato o vanillina
la scorza grattugiata di un limone bio (1 cucchiaio circa)

Preriscaldate il forno a 180°. Lavorate bene la ricotta con lo zucchero e lo zucchero vanillinato fino ad ottenere una crema morbida, aggiungete man mano il burro ammorbidito, le uova, la farina mescolata con il lievito e la scorza di limone.
Mescolate bene fino ad ottenere un composto liscio e cremoso. 
Trasferite il composto nella tortiera imburrata ed infarinata. Cuocete per 35-40 minuti e fate infine la prova stecchino per verificarne la cottura.








































Auguro a tutti una Buona Pasqua,
con tanto affetto
Sabina & Nina

giovedì 17 aprile 2014

Croque-monsieur con peperoni arrostiti, tapenade e parmigiano

Buongiorno miei cari amici,
che bello riuscire a scrivervi la mattina. Avevo iniziato a scrivere questo post ieri sera, ma poi sono crollata dal sonno, non mi piace scrivere la sera, la mia mente è più lucida e frizzante la mattina appena sveglia. Oggi Nina per la prima volta mi ha fatto dormire fino alle sette, ha mangiato, giretto veloce in giardino e ora dorme ancora, incredibile, ma vero. Da quando c'è lei il tempo per la cucina scarseggia e quindi oggi vi ripropongo un altro croque monsieur con quello che avevo nel frigo.
Ultimamente sulla mia tavola c'è spesso pane e salame, toast, abbondanti pasteasciutte con scatoletta di tonno ecc...., un paio di giorni fa sono riuscita a fare una torta e ve la posterò appena riesco.
Oggi c'è mio marito a casa, ho invitato a pranzo mia nipote e ho voglia di preparare un bel pranzetto.
Ieri ho comperato dei fiori di zucca, non li ho mai assaggiati e tantomeno mai cucinati in vita mia, oggi ci provo e poi vi farò sapere come sono venuti. Vorrei farli ripieni con il cous cous.
Il croque monsieur di oggi invece l'ho preparato domenica per il pic nic.








































Avevo in casa un peperone rosso, il vasetto aperto di pesto alle olive nere e basilico di Nicolas Vahè, il pane da toast ultimamente non manca mai nella mia dispensa, il parmigiano c'è sempre e così è nato questo mix molto saporito e gustoso.








































Al posto del parmigiano a dir la verità pensavo di mettere un'acciughina, ma a mio marito non piacciono.








































Questo abbinamento è ottimo anche per preparare delle mini tartine, magari su fettine di baguette, da gustare all'aperitivo.








































Ingredienti per 2 persone:

4 fette di pane da toast
1 peperone rosso arrostito e spellato
2-3 cucchiaini abbondanti di tapenade alle olive nere
4-6 fettine sottili di parmigiano
3-4 foglioline di basilico fresco
sale e pepe
un filo di olio extravergine d'oliva

Condite le fettine di peperone arrostito con sale, pepe e un filo d'olio. Spalmate su due fette di pane la tapenade, adagiate sopra il peperone, poi il parmigiano, il basilico e infine coprite con l'altra fetta di pane. Dorate i croque monsiuer nel forno a 225° per qualche minuto finchè il pane non prende colore.








































Buona giornata a tutti!!!
Spero a presto.
Sabina

domenica 13 aprile 2014

Grissini di pasta sfoglia al parmigiano

Buona sera a tutti miei cari amici,
per me è già molto tardi, sto sbadigliando, ultimamente mi addormento con Nina subito dopo cena.
La stanchezza si sta facendo sentire, la mia vita è cambiata, in meglio ovviamente, ma ogni cambiamento comporta qualche sacrificio e abituarsi ad un nuovo ritmo di vita non è facile. La notte mi sveglio spesso per controllare che Nina stia dormendo e durante il giorno tutto ruota attorno a lei come è giusto che sia. 
Ogni giorno poi c'è una nuova sorpresa, un'amica mi ha appena informata che sulla rivita "Abitare Country" c'è un articolo di otto pagine su di me. Domani corro in edicola a comperarlo, sono troppo curiosa. Mi aspettavo quest'articolo nel mese di maggio, ma evidentemente è stato anticipato e a me forse è sfuggita la mail. 
Oggi abbiamo fatto un magnifico pic nic tra i meleti in fiore, nel blog "Margherite, farfalle e sogni" ci sono le foto. Per l'occasione ho preparato questi grissini al parmigiano.








































Ho preso la ricetta dal libro "Stagioni" di Donna Hay, sono facilissimi da preparare e molto molto buoni.








































Ingredienti:

1 confezione di pasta sfoglia rettangolare
60 ml di olio extravergine d'oliva
1 spicchio d'aglio schiacciato
40 g di parmigiano grattugiato
sale

Scaldate il forno a 180°. Mettete in una ciotolina l'olio, l'aglio schiacciato e il sale, mescolate bene e spennellate sulla sfoglia, tagliatela poi a strisce di 2 cm di larghezza. Cospargete con il parmigiano, pressate delicatamente e torcete a spirale ogni striscia. Appoggiate i grissini su una teglia foderata con carta forno e infornate per 5-8 minuti finchè sono gonfi e dorati.








































Buona notte e buon inizio settimana a tutti!!
Sabina & Nina

venerdì 11 aprile 2014

Croque monsieur con pomodoro e mozzarella alla Nicolas Vahè

Buon venerdì a tutti cari amici,
oggi la giornata è meravigliosa e Nina ed io siamo appena rientrate dalla nostra passeggiatina mattutina. Oggi Nina ha scoperto la bicicletta e in questo momento ha tutto il musetto nero, si è sporcata giocando con la catena. Ho deciso che non andrò al Salone del Mobile di Milano, l'unico mio desiderio in questo momento è quello di fare un bel pic nic domani su un bel prato verde e veder Nina correre e giocare felice. Negli ultimi giorni le ho insegnato tante cose, diventa sempre più brava e questa è la mia più grande soddisfazione. Siamo quasi sempre fuori casa e tempo per cucinare e soprattutto preparare ricette per il blog ce n'è ben poco. Ieri sera ho invitato qualche amica a cena e preparare qualcosa di commestibile è stata un'ardua impresa, ho risolto con piatti freddi.
Ho scoperto da poco Nicolas Vahè con i suoi prodotti e le sue ricette.








































Nicolas Vahè è uno chef danese di origine francese, quello che mi piace di lui è il suo stile. Dei suoi prodotti mi piace soprattutto il design e il packaging di incarti e contenitori. La bottiglia d'olio in ceramica è stupenda. Mi piacciono le etichette molto minimal.








































Naturalmente, seppur questi siano ottimi prodotti provenienti dalla Francia, prediligo e scelgo sempre le specialità nostrane. La nostra bella Italia in fatto di sapori batte tutti e io da buona italiana ne vado fiera.








































Questi croque monsiuer sono semplicissimi da preparare, ma allo stesso tempo molto molto appetitosi.
Tagliate delle fette di pane casereccio. Spalmate sulla prima fetta uno strato di tapenade di olive nere, sistemate 1 o 2 fettine di mozzarella, un paio di fettine di pomodoro, una foglia di basilico, sale, pepe, un filo d'olio extravergine d'oliva e coprite con una fetta di pane. Ripetete l'operazione tapenade, mozzarella e pomodoro sulla seconda fetta e chiudete ancora con una terza fetta di pane.
Scaldate il forno a 225° e fate cuocere i vostri croque monsieur per 8 minuti circa o finchè il pane non risulti dorato e la mozzarella leggermente fusa.
Per la tapenade di olive qui trovate la ricetta.








































Buon week end a tutti!!
Sabina & Nina

martedì 8 aprile 2014

Banana bread

Buongiorno a tutti,
stavo per scrivere buon lunedì a tutti, qui le giornate volano che è una meraviglia. Stanno accadendo tante cose nell'ultimo periodo e faccio molta fatica a tenervi aggiornati, ma ce la metto tutta.
Sto ricevendo molti inviti, l'ultimo dal brand Iittala, icona internazionale del design finlandese che debutta proprio questa settimana al Salone del Mobile di Milano per lanciare in anteprima mondiale la nuova collezione dedicata all' Interior Design by Magnus Pettersen, Cecilia Manz e Matti Klenell.
Ormai sapete che adoro il design scandinavo, ho passato un pomeriggio intero nel negozio Iittala ad Helsinki e questo invito è per me come aver vinto alla lotteria.
Ora però nella mia vita c'è Nina, c'è anche mio marito, ma il pensiero di salire su un treno per Milano e lasciarla per un giorno intero mi costa davvero troppo, non ce la faccio. Sono davvero combattuta, mi dispiace anche rifiutare perchè certe occasioni capitano soltanto una volta nella vita.
La vita è davvero strana, ci sono periodi in cui gira tutto storto e non c'è nulla che vada per il verso giusto,  poi all'improvviso gioia, soddisfazioni e soltanto belle giornate. E' quello che mi sta capitando in questo periodo, dopo un lungo periodo buio ora è tornato a splendere il sole.
Ora passiamo alla ricetta perchè tra poco Nina dovrebbe svegliarsi e dobbiamo correre in giardino.








































Quello di oggi è il primo post con Nina in questo blog e se volete vedere più foto le trovate nell'altro blog "Margherite, farfalle e sogni".








































Ho preparato questo dolce sabato mattina perchè avevo tre banane molto mature che nessuno mangiava. E' ottimo per la colazione, ma anche per la merenda.








































Ingredienti:

3 banane mature
120 g di zucchero di canna
100 g di burro
2 uova
200 g di farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
succo di limone

Nel robot da cucina lavorate velocemente il buro tagliato a pezzetti con lo zucchero, la cannella e poi la farina mescolata con il lievito. Aggiungete poi le uova, le banane schiacciate con la forchetta con qualche goccia di succo di limone per evitare che diventino nere. Mescolate bene il tutto, versate nello stampo da plum cake foderato con carta e fate cuocere per un'ora nel forno preriscaldato a 180°.








































Buona giornata a tutti!
Sabina & Nina

venerdì 4 aprile 2014

Crema di asparagi

Buon venerdì a tutti,
oggi Nina si è riaddormentata prima del solito e velocemente cerco di scrivervi la mia ricetta.
Ieri su facebook ho visto qualche foto dello showcooking con Carlo Cracco, nel suo nuovo ristorante, dove preparava qualche ricetta con le patatine San Carlo. Sono stata invitata anche io dalla San Carlo a partecipare a quella serata, era l'altro ieri, il 2 aprile, e ovviamente non ci sono potuta andare. Mi è dispiaciuto un pochino, se fosse stata in un altro momento avrei partecipato molto volentieri, ma adesso Nina ha la priorità su tutto. Comunque mi sento molto lusingata per questo invito. Ho letto diverse critiche fatte a Cracco per aver scelto di sponsorizzare le patatine, se posso dire la mia non ci trovo assolutamente niente di male. E' una genialata pubblicitaria che ha attirato l'attenzione che voleva e a me fa molta simpatia. Anche io preferisco preparare tutto in casa con ingredienti sani e genuini, se posso faccio il pane, i sughi, le torte e non amo i cibi pre-confezionati, ma ogni tanto uno strappo alla regola si fa eccome, siamo esseri umani e non dei robot. Cracco poi ormai non deve più dimostrare niente a nessuno, può anche permettersi di giocare un po'. A me personalmente ogni tanto coccolarmi con le patatine, magari davanti alla tv, mi rilassa tantissimo più che con un pinzimonio di verdure. Quello che realmente fa male, come in tutte le cose, sono gli eccessi. Non è colpa di Cracco se alcune mamme fanno fare merenda ogni giorno i propri figli con un sacchetto di patatine e coca cola davanti alla tv e poi si ritrovano i figli obesi. Ho pubblicizzato anche io le Rustiche San Carlo e sono stata criticata, purtroppo in questa società è sempre troppo facile dare la colpa agli altri per i propri sbagli. Ho accettato la proposta della San Carlo senza star tanto a pensare se fosse giusto o sbagliato, ho accettato per puro divertimento perchè ho trovato l'idea spiritosa e frizzante, perchè chi di noi non ha mai mangiato le patatine??








































La mia crema di asparagi invece è deliziosa all'aperitivo spalmata sul pane caldo oppure per condire una pasta. E' semplice da prepare e si conserva in frigo anche un paio di giorni.








































Ingredienti per circa due vasetti:

6-7 asparagi verdi
25 g di pinoli
1 puntina di uno spicchio d'aglio
50 g di parmigiano reggiano
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale e pepe
1 piccola Philadelphia (panetto da 80 g)

Lavate e pelate gli asparagi. Tagliateli a pezzetti e fateli cuocere per 20 minuti circa in acqua salata, dopodichè scolateli e fateli raffreddare.
Nel frattempo tostate i pinoli. Frullate poi tutto nel minipimer, asparagi, prezzemolo, aglio, parmigiano reggiano e pinoli. Regolate di sale, pepe e mescolate al panetto di Philadelphia.
Versate nei vasetti e conservate in frigo.








































Buon week end a tutti, noi domenica andremo a trovare la sorellina nera di Nina, si chiama Era Tauriel della terra di mezzo.
Sabina & Nina

mercoledì 2 aprile 2014

Quiche porri, fave e asparagi

Buongiorno a tutti,
la piccola Nina si è appena addormentata e io ne approfitto per scrivere il post. Sveglia alle sette, giardino, colazione, giochi scatenati, la scoperta del phon e ora è crollata ai miei piedi sotto la scrivania. E' uno spasso giocare con lei, una ne fa e mille ne pensa, ma quando si addormenta tiro un sospiro di sollievo perchè serve anche a me rilassarmi un po'. Questa piccola creatura mi ha riempito la vita e le giornate. Nelle fotografie sembra grande, ma in realtà è molto piccolina, è di una tenerezza infinita. Mi segue ovunque, è furba e molto intelligente, si fa già capire molto bene e a me non rimane altro che educarla con tanta dolcezza. Sto cercando per lei un centro di addestramento in zona, più che altro un punto di ritrovo per cuccioli dove Nina possa giocare liberamente, non mi fido ancora a farla giocare con i cani grandi.  Forse domenica ci incontreremo al lago di Garda con una sua sorellina.








































Oggi una ricetta tipicamente primaverile per dare il benvenuto al mese di aprile, ai pranzi all'aperto, alle belle giornate, alla frutta e alla verdura di stagione.








































Ho visto la foto di questa bella quiche nella copertina di Sale & Pepe, talmente invitante che ho voluto provarla subito. Ho inaugurato così la mia splendida tortiera in gres Le Creuset.








































Ingredienti per 8 persone:

1 rotolo di pasta brisèe
600 g di asparagi verdi
2 porri
300 g di fave con il bacello
3 uova
2 dl di panna
60 g di parmigiano reggiano grattugiato
un mazzetto di timo
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Pulite gli asparagi, tagliate le punte e lessatele al dente, i gambi invece lessateli finchè diventano molto tenereri. Sgusciate le fave, scottatele in acqua bollente e eliminate la pellicina che le ricopre.
Affettate i porri e saltateli in padella con un filo d'olio, sale e pepe. Frullate i gambi degli asparagi e aggiungeteli alle uova leggermente sbattute, aggiungete poi anche i porri rafffreddati, la panna e il parmigiano reggiano. Regolate di sale e pepe.
Srotolate la pasta brisèe e disponetela con la carta nella teglia. Spolverate il fondo con foglioline di timo e premete leggermente. Distribuite il composto di panna con porri e decorate con le punte degli asparagi e le fave. 
Cuocete nel forno caldo (per me 225°) per 30 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° e proseguite la cottura per altri 15 minuti








































Buona giornata a tutti!
Sabina