le due bionde

le due bionde

martedì 21 aprile 2015

Quiche di asparagi e formaggio di capra con brisée al grano saraceno

Buongiorno amici,
come sempre alla mattina sono di fretta, chissà perchè ho sempre mille cose da fare. Poi c'è anche Nina che in questo periodo è particolarmente vivace, sentirà la primavera, durante il giorno dorme poco e ovviamente vuole tutte le mie attenzioni. Prima mentre scrivevo il post si sdraiava sotto la scrivania, ora invece va in giro per casa a combinare marachelle, poi se c'è la porta del balcone aperta oppure il bagno aperto lei fa festa nel vero senso della parola.

La ricetta di oggi l'ho copiata dalla mia amica Veronica, precisamente dal suo blog "S&V a Colazione". Veronica ed io ci siamo conosciute grazie ai nostri blog, poco a poco abbiamo scoperto di avere tantissime passioni comuni, in primis quella per i cani, anche lei condivide la sua vita con un bellissimo alano di nome Wilma.








































Ho scoperto da poco l'utilizzo della farina di grano saraceno negli impasti salati e devo dire che è stata proprio una bella scoperta. Anche se ad essere sincera avevo utilizzato questa farina già qualche anno fa per preparare questi canederli.










































Ho modificato leggermente la ricetta di Veronica soltanto perchè ho utilizzato quello che avevo in casa e il risultato è stato strepitoso, questa è una di quelle ricette che non devono essere assolutamente dimenticate. 




















































































Ingredienti per uno stampo rettangolre 11x35 cm:

per la pasta brisée:
150 g di farina di farro integrale
50 g di farina di grano saraceno
80 g di olio di semi
sale
acqua q.b.

per il ripieno:
150 g di crème fraiche
50 g di parmigiano grattugiato
1 uovo
70 g circa di formaggio di capra morbido (io ho utilizzato il brie di capra)
sale e pepe
1 presa di aglio in polvere
10 asparagi verdi sottili

Preparate l'impasto della pasta brisée e tenetelo in frigo per 30 minuti. Pelate gli asparagi e cuoceteli in acqua bollente pochi minuti, in modo che non cuociano troppo.
Imburrate e infarinate lo stampo, accendete il forno a 180°.
Tirate l'impasto e rivestite la tortiera, infornate per 20 minuti circa. (non ho riempito il guscio con i legumi e non si è gonfiato durante la cottura)
Preparate il ripieno sbattendo leggermente l'uovo con la crème fraiche, il parmigiano, l'aglio, sale e pepe.
Mettete qualche pezzetto di formaggio di capra sparso qua e là nel guscio di brisée, versate il ripieno, coprite con gli asparagi e infornate sempre a 180° per 15-20 minuti finchè il ripieno si rassoda bene.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

lunedì 20 aprile 2015

Muffin agli spinaci e carote con Lov Organic

Buongiorno amici, buona domenica a tutti!!!
Oggi post in "edizione straordinaria", nel senso che pubblico raramente la domenica, ma non potevo certo far sfuggire ai miei lettori questa occasione che mi è stata offerta.
Ormai saranno forse un paio di anni che conosco il tè Lov Organic, avrete notato spesso anche voi nei miei post quelle bellissime lattine dai colori brillanti, quelle lattine che hanno conquistato subito anche me. Per gli amanti del tè Lov Organic è un marchio danese di infusi e tisane bio, ben 40 varietà, un marchio che presta molta attenzione all'ambiente e alle sostenibilità.
Non a caso questo te è sempre presente sulla mia tavola durante i brunch, la colazione, la merenda, ne porto sempre anche un thermos da bere durante le mie camminate in montagna, ottimo sia caldo che freddo.
Questa volta è il sito showroomprive.it, specialista nella vendita di moda online, tra i principali player internazionali dell'e-commerce a voler promuovere Lov Organic e mi ha proposto un ottimo sconto per l'acquisto di questo tè per i miei follower. Questa offerta è valida fino al 23 aprile, per ogni acquisto minimo di 25 euro avrete 5 euro di sconto digitando il codice LOVORGANIC, inoltre le spese di spedizione non sono incluse. Per qualsiasi consiglio sui gusti del tè non esitate a chiedere, ormai credo di averli assaggiati quasi tutti.








































Per questa occasione ho preparato dei muffin con gli spinaci, ottimi per il brunch domenicale, per un pic nic, ma anche da servire assieme ad una vellutata, qui e qui qualche consiglio.












































Di Lov Organic amo soprattuto i gusti fruttati come questo agli agrumi, ottimo da bere caldo, ma anche freddo durante le giornate calde d'estate. Questi tè hanno un profumo molto intenso, ma allo stesso tempo molto naturale e delicato, non artificiale come spesso si sente.










































Ingredienti per 12 muffin:

1 tazza di farina di grano saraceno
1/3 di tazza di farina di mais
1 cucchiaino di lievito per torte salate
3 cucchiai abbondanti di quinoa bollita (io ho utilizzato quella rossa)
3 uova
100 g di spinaci freschi
1 carota media
1 cipollotto
1/2 limone (succo e scorza)
1 tazza di yogurt bianco
1 spicchio d'aglio
1/2 cucchiaino di sale
pepe
noce moscata
semi di zucca

Ho preparato questi muffin ieri, ma detto sinceramente se dovessi rifarli cambierei qualcosina, ad esempio aggiungerei del formaggio per dare un po' più di sapore, 50 g di parmigiano grattugiato, pecorino o anche della feta sbriciolata. Inoltre ieri ho mescolato assieme tutti gli ingredienti crudi mentre credo sia meglio prima far dorare l'aglio con il cipollotto e gli spinaci in padella per un paio di minuti con un filo d'olio. Ai miei muffin mancava giusto quel poco di sapore in più. Credo che li preparerò ancora con la feta.

In una ciotola capiente mescolate tutti gli ingredienti, iniziate da quelli secchi come la farina di grano saraceno, la farina di mais e il lievito, poi aggiungete gli spinaci, l'aglio, il cipollotto tritati, la carota grattugiata, sale, pepe, il succo e la scorza di limone, lo yogurt, noce moscata e mescolate bene il tutto.
Rivestite gli stampini da muffin con i pirottini, riempiteli con l'impasto, decorate con i semi di zucca e infornate a 180° per 25 minuti.










































Buona domenica a tutti!!!
Sabina

 http://www.showroomprive.es/default.aspx?v=opcb&s=1165&utm_source=duebiondeincucina&utm_medium=partenariats&utm_term=All&utm_content=All&utm_campaign=due_bionde_in_cucina


http://www.lov-organic.com

venerdì 17 aprile 2015

Torta al cioccolato con banane e mandorle

Buongiorno amici,
è venerdì e il tempo non promette nulla di buono, le previsioni annunciano addirittura un abbassamento delle temperature, peccato, perchè queste belle giornate calde appena passate me le sono proprio godute. Nina ha preso gusto nel fare il bagnetto nel Passirio e io mi sono divertita a far finta di essere in vacanza.
Oggi passo subito alla ricetta, a questo dolce strepitoso al cioccolato che vi consiglio vivamente di provare.








































Da quando ho scoperto Kitchen Stories Green la mia vita è cambiata, mi sono pazzamente innamorata di questa famiglia, il loro modo di essere mi fa sognare. Sono il mio ideale di famiglia alla quale però manca un cagnolino o un gattino. Guardo i loro video e penso a mia figlia Greta che quest'anno avrebbe compiuto 5 anni. Penso a come sarei stata io come mamma, sicuramente una mamma molto attenta all'alimentazione.








































Mi piacciono molto anche le loro ricette e ho voglia di provarle tutte. Ho provato questa torta al cioccolato domenica scorsa, l'ho preparata sapendo che mia nipote sarebbe venuta a trovarmi.
Il risultato finale è stato ottimo, vi dico soltanto che alla sera non ne era rimasta neanche una briciola, ma non vi nego che ho avuto qualche difficoltà nel prepararla.
L'ho cotta inizialmente nello stampo che vedete qui sopra nella foto, ma al momento di sformarla mi si è rotta, praticamente metà è rimasta attaccata al fondo, credo non mi sia mai successo prima.
Forse ho sbagliato qualcosa, probabilmente dovevo farla raffreddare meglio, l'impasto comunque rimane morbidissimo, molto malneabile e quindi non mi è stato difficile riadattarlo ad una teglia.









































Ho sistemato l'impasto nella teglia, l'ho pressato leggermente con le mani, l'ho ricoperto con la ganache e nessuno si è accorto dell'errore, il risultato finale è stato più che ottimo.








































Ingredienti:

200 g di farina di mandorle
25 g di cacao amaro
1 cucchiaino da te di lievito per dolci
2 uova
2 banane mature
80 ml di olio di semi
120 ml di sciroppo d'acero
una presa di sale

per la ganache:
80 g di cioccolato fondente
1 tazzina di caffe espresso piuttosto ristretto
4 cucchiai di latte

Riscaldate il forno a 180°
In una ciotola mescolate la farina di mandorle con il lievito e il cacao.
In un'altra scodella capiente schiacciate le banane con la forchetta, aggiungete le uova, l'olio di semi, lo sciroppo d'acero, il sale e mescolate bene fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
Aggiungete alla crema di banane la farina di mandorle, con il lievito e il cacao, incorporate bene il tutto fino ad ottenere un impasto liscio.
Oliate leggermente una teglia da forno e infarinate con la farina di mandorle mescolata al cacao, versate l'impasto e infornate per 45 minuti.
Fate la prova stecchino per verificare la cottura, se esce asciutto la torta è cotta.
Fate raffreddare bene la torta.
Preparate la ganache mescolando il cioccolato tagliato con il coltello con il caffe bollente e il latte molto caldo. Mescolate bene finchè il cioccolato si scioglie completamente, fate raffreddare un po' sempre mescolando e poi versate sulla torta. Mettete la torta in frigo per far indurire la ganache e tirate fuori qualche minuto prima di servire.
Ho servito la torta con una macedonia di fragole condite con succo d'arancia e pochissimo zucchero di canna e una pallina di gelato alla vaniglia.








































Per qualsiasi dubbio vi consiglio di leggere la ricetta originale qui.













































Buon week end a tutti!!!
Sabina

mercoledì 15 aprile 2015

Seppioline con crema di peperoni e menta

Buongiorno a tutti,
vediamo se oggi riesco a scrivere il post in tempi record. Nina è spaparanzata nel mio letto, mio marito è appena uscito di casa e io mi godo qualche minuto in assoluto relax prima di iniziare la giornata. Oggi devo assolutamente pulire la casa, anche se il tempo fuori è stupendo non posso più rimandare. Quando è venuta a mancare Elsa ho rimpianto molto il tempo che non le ho dedicato e mi sono ripromessa che non avrei commesso lo stesso sbaglio con Nina. Nina me la sto vivendo in maniera totalmente diversa, me la sto godendo di più, ok ho anche il tempo per farlo, quindi spesso mi capita di lasciare pile di piatti da lavare e montagne di biancheria da stirare per uscire a giocare con lei. Ieri ad esempio sono stata fuori tutto il pomeriggio, abbiamo camminato quasi tre ore, Nina ha fatto il suo primo bagno della stagione nel Passirio. Siamo tornate a casa stanche, ma felici.
Non c'è nulla che mi dia più gioia nel vedere la mia cagnolina felice e serena.
La ricetta di oggi è molto colorata, allegra, facile da preparare, leggera e soprattutto buona.












































Ho preparato questo piatto ricordando una ricetta simile che avevo preparato tempo fa qui.












































Ingredienti per due persone:

10-12  seppioline fresche e pulite
1 peperone giallo
1 peperone rosso
1 spicchio d'aglio
1 mazzetto di mentuccia
vino bianco secco
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Fate abbrustolire bene i peperoni sotto il grill del forno, lasciateli raffreddare e poi eliminate la buccia.
In una padella fate dorare l'aglio con un filo di olio d'oliva, aggiungete le seppioline pulite, bagnate con un goccio di vino bianco e fate cuocere pochi minuti. (So che le seppioline o si cuociono pochissimo oppure se si fanno stufate, necessitano di tempi lunghi per non diventare gommose)
Frullate i peperoni con un filo di olio d'oliva, sale e pepe e se volete anche una puntina di aglio.
Distribuite la salsa nei piatti, disponete sopra le seppie e cospargete con la mentuccia tritata.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

martedì 14 aprile 2015

Pane al grano saraceno e noci

Buongiorno amici,
anche oggi è una splendida giornata calda di primavera, sono già uscita con Nina e tra non molto uscirò di nuovo perchè non voglio assolutamente perdermi lo spettacolo dei meli in fiore. E' un appuntamento che mi prendo ogni anno, non mi annoia mai.
Negli ultimi giorni ero un po' in crisi per quel che riguarda il mio blog, mi domandavo spesso che senso avesse continuare, ogni tanto vado in confusione e mi perdo in questo mondo virtuale che spesso non sento appartenermi. Avevo perso di vista l'obiettivo principale: la passione che ci metto in quello che faccio. Ormai viviamo in un mondo che è sempre in competizione e anche nel mondo dei blog si percepisce questa cosa. Anche io sono una che tende a voler fare sempre meglio, spesso mi stresso e mi demoralizzo perchè vorrei raggiungere la perfezione, vorrei fare foto come i grandi fotografi, vorrei sfoggiare piatti da chef, vorrei la grafica del mio blog ultra moderna, ecc... Ecco, quando arrivo a questi livelli mi devo assolutamente fermare e riflettere.
Rifletto e arrivo alla conclusione che l'imperfezione è una forma di libertà, rifletto e penso che voglio rimanere me stessa con i piedi per terra, con i miei pregi e difetti. Il blog mi ha portato tanto successo, sono stata in tv, su qualche rivista, sono amata da tante persone, è stato motivo di orgoglio, di crescita, ma tutto questo non basta. Quello che mi tiene ancora così legata a questo blog è sempre la passione che ci metto nel cucinare, nel fotografare, nello scrivere così liberamente, nel raccontarmi. Mi piace riguardare il mio blog e vedere che traspare la mia personalità, il mio modo di essere e di vivere.
Proprio questa mattina paragonavo il mio blog alle mie piante sul balcone. Prendermi cura delle mie piante è impegnativo perchè devo innaffiarle ogni giorno, concimarle, potarle, ecc.., ma allo stesso tempo mi da gioia perchè è un modo come un altro per stare all'aria aperta, per avere un contatto con la natura, mi da tanta soddisfazione vederle crescere rigogliose e verdi.
Sono arrivata alla conclusione che per me avere un blog è un po' come curare il proprio orticello, guardi quello dei vicini, ma alla fine coltivi quello che mangi tu e quello che la tua terra ti permette di coltivare.

Qui si sta facendo troppo tardi e prima di rifarmi un altro caffe è meglio passare subito alla ricetta del giorno: pane di grano saraceno e noci.








































Un'altra ricetta presa dal mio libricino "Pane rustico" di Cathy Ytak.








































Ingredienti:

400 g di farina di grano tipo 0
100 g di farina di grano saraceno
20 g di lievito di birra fresco
100 g di gherigli di noci
8 g di sale
1 cucchiaino di zucchero
310 ml di acqua

Potete impastare sia a mano che nella planetaria, io impasto a mano.
In una ciotola capiente mescolate tutti gli ingredienti tranne le noci e aggiungete l'acqua un po' alla volta. Lavorate l'impasto 10 minuti con i palmi delle mani fino a quando diventa elastico e si stacca dalle dita. Aggiungete alla fine le noci che avete spezzato grossolanamente con le mani.
Mettete l'impasto nella ciotola, coprite con un panno umido e fate lievitare al caldo, io lo metto nel forno a 30° circa. Fate riposare più di un'ora.
Prendete l'impasto e lavoratelo delicatamente per 1 minuto, formate un pane lungo poi unite le due estremità e formate una ciambella lasciando un ampio foro al centro.
Adagiate la ciambella sulla placca del forno infarinata e fate riposare un'altra ora sempre al caldo lontano dalle correnti.
Preriscaldate il forno a 220° per 10 minuti. Praticate delle incisioni a forma di quadrato sull'impasto e infornate immediatamente. Spruzzate un po' di acqua bollente nella leccarda del forno per creare vapore e chiudete immediatamente.
Fate cuocere da 30 a 40 minuti senza mai aprire il forno.








































Grazie a questo pane ho scoperto l'utilizzo della farina di grano saraceno non soltanto nei dolci
e devo ammettere che ne conferisce un sapore davvero inimitabile.
Il mio partnership di oggi è FISKARS con questo coltello da pane fantastico.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

lunedì 13 aprile 2015

Filetto di maiale ai pistacchi

Buongiorno amici, buon inizio settimana,
mi piace scrivere il post la mattina presto, quando ancora tutto tace, quando si sente soltanto il canto degli uccellini e il borbottio della moka. Non sono sveglia del tutto, la mia faccia è stropicciata e mi sto ancora sfregando gli occhi. Scrivevo i miei post la mattina presto prima che arrivasse Nina e poi con lei le abitudini sono man mano cambiate, ma ci sono alcune cose che vorrei ritornare a fare.
Nina sta ancora dormendo, si sveglia tutte le mattine intorno alle otto e non importa se io e mio marito ci siamo già alzati e gironzoliamo per casa, lei continua a dormire beatamente.
Ho ancora trenta minuti di tempo per scrivere il post perchè appena si sveglia bisogna uscire, poi ci sono le pappe, i giochi e così via. 
La ricetta di oggi l'avevo preparata quest'inverno, poi le foto non sono venute come desideravo e l'ho messa da parte, ma è un peccato perchè questo filetto è davvero ottimo.








































Ingredienti per 2-4 persone:

1 filetto di maiale da 500 g circa
50 g di speck tagliato a fette non troppo sottili
30 g di pistacchi
1/2 bicchiere di latte
1 spicchio d'aglio
1 rametto di salvia
1 noce di burro
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Tritate grossolanamente i pistacchi e mescolateli al burro ammorbidito. Salate e pepate il filetto, ricopritelo con il burro di pistacchi, rivestitelo con le fettine di speck e chiudete bene con lo spago da cucina.
In una casseruola scaldate un filo di olio d'oliva con lo spicchio d'aglio e la salvia. Fate rosolare a fuoco medio il filetto su ogni lato girandolo delicatamente.
Aggiungete il latte, coprite con il coperchio e sempre a fuoco medio fate cuocere 30 minuti bagnando spesso con il fondo di cottura.
Togliete il coperchio, proseguite la cottura a fuoco alto per far addensare il sughino.
Servite il filetto tagliato a fette con il loro sugo e un buon purè di patate.








































Ho trovato questa ricetta nella rivista Tustyle, io l'ho leggermente modificata secondo i miei gusti.








































Buona giornata a tutti!!
Sabina

venerdì 10 aprile 2015

Mousse al cioccolato vegana

Buongiorno amici,
è venerdì, il tempo è magnifico, le temperature si sono alzate e io sono felice.
Si, sono molto felice perchè questa mattina la mia bilancia ha segnato tre chili di meno. Sono ancora più contenta perchè non ho fatto nessuna fatica per perderli,  le lunghe passeggiate con Nina e un'alimentazione più corretta e bilanciata hanno dato i suoi frutti. Il bello è che non mi sono privata di nulla, ieri ho anche mangiato le patatine. Forse ho un po' ridotto i carboidrati e i dolci.
Sto consumando tanta frutta e verdura, prodotti grezzi e naturali e devo dire che mi sento in forma, piena di energia e di voglia di fare.
Vi lascio la ricetta per il dolce del week end che a me è piaciuto moltissimo e che mio marito ha mangiato senza nemmeno accorgersi di cosa stesse mangiando, era convinto fosse una mousse al cioccolato a tutti gli effetti.








































Ho trovato questa ricetta sempre nel blog che ho scoperto da poco qui.









































Ingredienti per 4 ciotoline:

1 avocado maturo
1 banana matura
3 cucchiai di burro di arachidi
4 cucchiai di cacao amaro
zucchero di canna a piacere (io ne ho messo pochissimo)
lamponi
qualche fogliolina di menta

Mettete nel mixer la polpa di avocado, la banana, il burro di arachidi, il cacao, un cucchiaio di zucchero e azionate finchè otterrete una mousse liscia e morbida.
Versate nelle ciotoline e decorate con i lamponi e la menta. Nella ricetta originale c'è anche qualche chicco di melograno.
Per questa mousse ho utilizzato prodotti biologici ricchi di gusto ed è proprio questo il segreto per ottenere qualcosa di buono.








































Buon week end a tutti!!!
Sabina