le due bionde

le due bionde

lunedì 27 giugno 2016

Pesto di peperoni alla griglia

Buongiorno a tutti,
oggi vi lascio velocemente un'idea per il pranzo. Che ne dite di un bel piatto di pasta integrale condita con un pesto di peperoni alla griglia??








































Ingredienti:

2 peperoni rossi
100 g di parmigiano grattugiato
50 g circa di mandorle pelate
1/2 spicchio d'aglio
2-3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
qualche foglia di basilico
sale e pepe

Fate cuocere i peperoni sotto il grill del forno su tutti i lati finchè la pelle diventa scura e quindi più facile da togliere.
Pelati i peperoni tagliateli e metteteli nel mixer con il parmigiano, le mandorle, l'aglio, il basilico, il sale e l'olio. Frullate bene finchè otterrete un bel pesto cremoso, eventualmente aggiungete altro olio.














Buona giornata a tutti!!!
Sabina

venerdì 24 giugno 2016

Tartellette con crema di ricotta, more, mirtilli e ribes bianco

Buongiorno,
oggi il risveglio è stato davvero scioccante, considero l'Inghilterra la mia seconda casa e quindi mi dispiace molto per l'uscita del Regno Unito dall' Unione Europea. Ho sperato fino all'ultimo che questa cosa non accadesse, sono convinta che le chiusure in generale non portino mai nulla di buono.
Non mi piace parlare di politica qui nel mio blog, ma una notizia simile non può certo passare inosservata. Non ci capisco nulla di economia politica, di banche, ecc..., so soltanto che ancora una volta ha vinto l'ignoranza e l'arroganza.
Ora però chiudiamo questa parentesi e torniamo subito a parlare di cucina, sono particolarmente soddisfatta delle foto e del foodstyling di questa ricetta, infatti non ho saputo selezionare e più tardi ci sarà un post anche nell'altro blog.














Delle foto di oggi mi piacciono particolarmente i colori e l'atmosfera che sono riuscita a creare, non è stato facile sul mio piccolo balconcino condominiale.








































Sono anche molto contenta per come sia riuscita ad utilizzare il ribes bianco, questo raro piccolo frutto che trovo molto elegante. Il ribes bianco non è tra le varietà più comuni, ma è molto più dolce rispetto a quello rosso.









































Anche il post di oggi è in collaborazione con Giancarlo Ceci, oggi è la volta di questo fantastico moscato bianco Rosalia, un vino che piace particolarmente alle donne, per questo il produttore lo ha chiamato con il nome di sua moglie.









































Sono particolarmente soddisfatta di questa collaborazione perchè mi sta dando l'opportunità di scoprire vini e prodotti favolosi, prodotti biodinamici di alta qualità molto in sintonia con il mio modo di essere.
Forse vi sembrerà strano il fatto che un'altoatesina come me sia attirata da questi prodotti pugliesi.
Amo i prodotti della mia regione,  ma sono particolarmente attirata dai prodotti del sud, dai profumi e dai sapori intensi che grazie al clima, alla brezza marina, alla passione acquistano proprietà organolettiche tali da essere apprezzate anche all'estero.








































Ingredienti:

una calda serata estiva
un tavolino all'aperto, in terrazza o in giardino
una dolce compagnia
qualche candela sparsa qua e là
una lieve musica in sottofondo
una bottiglia di moscato bianco Rosalia
i fiori del vostro colore preferito
tartellette con crema di ricotta, more, mirtilli neri e ribes bianco

Preparate tutto con passione, eleganza e armonia. Sedetevi, rilassatevi e godetevi la serata

Ok, ho capito, manca la ricetta, il fatto è che, complice il vino, questo post mi è piaciuto particolarmente, dopo aver preparato tutto, finito lo shooting fotografico mi sono davvero goduta la serata. Anche mio marito ha apprezzato molto dopo una giornata stressante al lavoro.
La preparazione delle tartellette è semplicissima, gli ingredienti necessari sono:
(per 7-8 tartellette)

1 confezione di pasta frolla
250 g di ricotta
1 uovo
1 bustina di zucchero vanillinato
2-3 cucchiai di zucchero 
frutta a piacere (more, mirtilli neri, ribes bianco)


Ritagliate la pasta frolla, imburrate gli stampini da tartelletta, rivestite l'interno con la pasta e bucherellate il fondo.
In una ciotola amalgamate bene la ricotta con l'uovo, lo zucchero vanillinato e lo zucchero.
Riempite le tartellette con il composto di ricotta e infornate nel forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti o finchè le tartellette diventano dorate.
Fate raffreddare e decorate con la frutta.








































Buon fine settimana a tutti!!!
Sabina

giovedì 23 giugno 2016

Torta salata con bietole e ricotta

Buongiorno,
oggi Nina ed io ci siamo alzate presto e siamo uscite prima che sorgesse il sole, ora siamo pronte per barricarci in casa fino a sera. Anche con il caldo bisogna organizzarsi. Per questa sera ho in mente un pic nic in riva al lago, in val d'Ultimo, così Nina può anche rinfrescarsi in acqua.
La ricetta di oggi è l'ideale per un pic nic, un po' di frutta e non serve nient'altro.








































Ormai sapete che mio marito non ama le verdure, è peggio di un bambino, devo inventarmi ogni giorno qualcosa per fargliele mangiare e questo genere di torta salata è un'ottima soluzione.
Non ha avuto la minima idea che dentro la torta ci fosse un intero mazzo di coste (bietole).








































Ingredienti:

1 confezione di pasta brisèe
1 mazzo di coste (bietole)
2 uova
200 ml di panna liquida
50 g di parmigiano grattugiato
250 g di ricotta
2 cucchiai di semi di girasole
sale e pepe
1 scalogno
noce moscata

Lavate bene le bietole, mettetele in una casseruola ancora bagnate, coprite e fate cuocere a fuoco basso finchè sono appassite. Scolatele, spremetele bene e tritatele grossolanamente.
In una padella, con un filo d'olio, fate dorate lo scalogno tritato e aggiungete le bietole.
Salate e fate saltare in padella un paio di minuti. Fate raffreddare.
Stendete la pasta brisèe nella teglia forno del diametro di 24-26 cm e con una forchetta bucherellate il fondo.
In una ciotola sbattete le uova con una forchetta, aggiungete sale, pepe, la noce moscata, la panna e il parmigiano.
Sul fondo di pasta brisèe disponete le bietole, versate il composto di uova e panna, aggiungete la ricotta con il cucchiaio e cospargete con i semi di girasole.
Infornate nel forno preriscaldato a 200° per 30-40 minuti o finchè la torta inizia a dorarsi.
E' ottima sia appena sfornata che a temperatura ambiente.

tortiera in gres smaltato color cotton 26 cm Le Creuset


















Buona giornata a tutti!!!
Sabina

mercoledì 22 giugno 2016

Coppa Foresta Nera

Buongiorno,
è una meraviglia svegliarsi la mattina presto con il cielo completamente sereno e questa luce così intensa che entra in casa. Le prime ore del mattino sono quelle che preferisco.
Oggi vi lascio un'idea facile e veloce per un dessert golosissimo. Conoscete la torta "Schwarzwälder"? In queste coppette ho voluto riportare tutti i gusti di questa torta che amo particolarmente.








































Ingredienti per 4 vasetti:

1 pacchetto di budino al cioccolato
2-3 cucchiai di zucchero
1/2 l di latte
500 g di ciliegie
5 cucchiai di liquore alla ciliegia
2 cucchiai di zucchero
200 ml di panna da montare
cioccolato fondente

Preparate il budino con lo zucchero e il latte e versatelo nei 4 vasetti (resistenti al caldo).
Snocciolate le ciliegie, tenendone  da parte qualcuna per la decorazione finale.
Mettete in un pentolino le ciliegie con il liquore e lo zucchero, portate a ebollizione, fate cuocere a fuoco basso mescolando di tanto in tanto finchè il liquido si è un po' addensato.
Fate intiepidire le ciliegie e versatele sopra il budino con il loro sciroppo.
Quando budino e ciliegie sono ben raffreddati montate la panna e riempite i vasetti, decorate con il cioccolato fondente tagliato a scaglie e una ciliegia.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

martedì 21 giugno 2016

Insalata di polpo in stile portoghese

Buongiorno a tutti, anzi buon pomeriggio a tutti!
Sembrerebbe sia arrivata finalmente la tanto desiderata estate, da ieri è arrivato anche il caldo, che bellezza, voglio godermelo tutto. Sicuramente presto ci lamenteremo anche di quello, ma oggi voglio dare il benvenuto all'estate con una bella insalata di polpo in stile portoghese.














Per la mia estate desidero soltanto piatti semplici, freschi, leggeri e colorati come questa insalata.
Semplicità senza però dover rinunciare al sapore, tutto deve essere in perfetta armonia.








































L'ispirazione per  questo piatto l'ho avuta sfogliando il magazine Elle à table, io ho soltanto giocato un po' con i colori che per me in cucina sono fondamentali.








































Ingredienti per 4 persone:

1 kg di polpo
3 cipollotti
3 piccoli peperoni dolci (rosso, giallo, arancione)
1 mazzo di prezzemolo
il succo di mezzo limone
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva (il mio sempre quello di Giancarlo Ceci)
sale e pepe

Lavate bene il polpo sotto il getto d'acqua fredda. 
Fatelo cuocere in pentola a pressione con due tazze abbondanti di acqua, mezza cipolla e una presa di sale anche per 20 minuti.
(io, abitando in una località di montagna e quindi avendo poca dimestichezza con questo tipo di prodotto di mare, ho optato per il polpo surgelato che ho fatto scongelare e poi ho lessato 30 minuti in acqua, sempre con cipolla e sale).
Fate raffreddare il polpo nella sua acqua di cottura e poi scolate.
Affettate sottilmente i cipollotti, tritate il prezzemolo, tagliate i peperoni, tagliate il polpo e mescolate bene il tutto. Condite con il succo di limone, l'olio extravergine d'oliva, sale e pepe.
Lasciate insaporire bene il tutto anche 30 minuti prima di servire.
Servite con pane casereccio tostato.

Non poteva assolutamente mancare sulla mia tavola anche un ottimo bicchiere di vino fresco.
Per la mia insalata ho scelto un vino rosato, il Parchitello, Bombino Nero 100%, di Giancarlo Ceci.













































Buona estate a tutti!!!
Sabina

lunedì 20 giugno 2016

Cookies all'avena con cranberries

Buongiorno a tutti,
come avete passato il fine settimana? Il mio potete vederlo nell'altro blog, finalmente dopo due mesi sono riuscita a postare nuove foto.
Il tempo è sempre molto instabile e ogni tanto è anche un piacere accendere ancora il forno.
I biscottini che ho preparato poi lasciano in casa un profumo incredibile e sono buonissimi.








































Ingredienti per 10-12 cookies:

30 g di mandorle tritate
1 cucchiaio di semi di canapa
1 banana matura
90 g di fiocchi d'avena piccoli
1 presa di sale
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
2 cucchiai di cranberries secchi
30 g di fiocchi di cocco
1 cucchiaio di semi di lino
2 cucchiai di burro di cocco (olio di cocco)
1 cucchiaio di miele di acacia o sciroppo d'acero

Accendete il forno a 180°.
In una ciotola schiacciate la banana con la forchetta, aggiungete l'olio di cocco, il miele, il sale e la cannella, mescolate bene. Aggiungete man mano le mandorle tritate, i fiocchi di cocco, i fiocchi d'avena, i semi vari e infine i cranberries.
Dovrete ottenere la consistenza giusta per formare delle palline (se rimane troppo appiccicosa e poco maneggevole aggiungete altri fiocchi d'avena).
Schiacciate le palline delicatamente con il fondo di un bicchiere, utilizzate della carta forno per rendere questa operazione più facile, formerete così dei biscotti che dovranno essere più o meno dello spessore di 5 mm.
Adagiate i biscotti sulla placca del forno foderata con carta (vi consiglio di farli direttamente sulla placca del forno) e fateli cuocere 15 minuti o finchè diventano dorati.








































Non sono i classici biscottini da inzuppare nel tè, somigliano più a delle barrette energetiche,
vi consiglio di provarli perchè sono davvero favolosi.








































Buona giornata e buon inizio settimana a tutti!!!
Sabina

mercoledì 15 giugno 2016

Fagioli all'uccelletto

Buongiorno a tutti,
dopo tutta la pioggia della scorsa notte oggi ci siamo svegliati con un cielo completamente sereno, la giornata sembrerebbe magnifica, ultimamente però il tempo è molto ballerino, potrebbe cambiare da un momento all'altro, si esce con il sole e si torna a casa bagnati dalla pioggia. 
Si può dire che l'estate non sia ancora scoppiata e quindi oggi vi propongo un piatto non proprio estivo, diciamo un piatto perfetto in qualsiasi stagione: i fagioli all'uccelletto.
Io ho utilizzato i fagioli secchi, ma in questo periodo si possono utilizzare i fagioli freschi da sgranare.








































Il post di oggi è in collaborazione con Le Creuset, mia preziosa alleata in cucina ormai da diversi anni. Perfetto il mio tegame in ghisa per conservare tutti i sapori.
Ho seguito alla lettera la ricetta riportata in un libro regalatomi da amici toscani, questa è la versione più tradizionale. Tra l'altro ho appena scoperto che se si tratta di fagioli di annata, quindi non troppo vecchi, i fagioli cannellini non andrebbero messi in ammollo, secondo gli esperti toscani la diffusissima pratica di ammollare potrebbe rovinare il sapore.








































Ingredienti per 4 persone:

250 g circa di fagioli cannellini secchi o 700 g di fagioli da sgranare
300 g di pomodori pelati
2 spicchi d'aglio
salvia
olio extravergine d'oliva
sale & pepe

Lessate i fagioli a fuoco basso e fateli intiepidire nell'acqua di cottura.
In una padella versate 6 cucchiai di olio extravergine d'oliva, schiacciate l'aglio e fate rosolare con qualche foglia di salvia. 
Prima che l'aglio prenda colore aggiungete i fagioli, fate insaporire e poi versate i pomodori pelati.
Salate e pepate, fate cuocere a fuoco lento finchè i fagioli sono ben cotti, ma non sfatti.

A me questi fagioli piacciono semplicemente con del pane tostato e un'insalta, ma c'è chi li abbina alle salsicce o addirittura alla trippa in umido.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina