martedì 5 febbraio 2013

Crackers alla farina di ceci, riso e timo

Buondì amici,
a dire la verità è lunedì sera, quasi notte per la precisione,  voglio provare a programmare il post per domani mattina. Mi piace darvi il buongiorno, ma domani mattina devo uscire di casa molto presto e così ho pensato di scrivervi alla sera. Mi sembra un po' di imbrogliarvi, ma per una volta voglio usufruire anche io dei trucchi della tecnologia. Pensate che faccio ancora fatica a programmare  la sveglia sul cellulare e non sono mai riuscita a registrare un film, non sono mai stata molto sveglia in queste cose e mia sorella che appartiene a una generazione più giovane mi ha sempre preso in giro.

Ogni tanto mi piace fare un giretto al negozio che vende prodotti biologici, tempo fa ci andavo più spesso, ma di questi tempi è quasi diventato un lusso. Nulla toglie che i prodotti biologici, senza ombra di dubbio, siano più buoni e soprattutto sani. Io ne percepisco sempre la differenza anche con legumi secchi, farine, cereali vari ecc... Per quel che mi è possibile, cerco sempre di prediligere la qualità dei prodotti. Se l'ingrediente di base è buono necessita anche di pochi condimenti e automaticamente è più sano e concedetemelo anche più economico. Se la patata è buona, sarà ottima anche semplicemente bollita con un filo d'olio e sale.
Faccio spesso degli esperimenti con Elsa, ad esempio tra la mela bio e quella non bio indovinate un po' quale sceglie???? Anche io, se la mela è buona e dolce la mangio volentieri altrimenti la lascio apassire nel porta frutta e poi preparo un dolce per non buttarla.
Comunque questo è un discorso troppo complesso e al momento, considerando tante famiglie che non arrivano a fine mese, per non parlare della fame nel mondo, non mi pare il caso di fare gli schizzinosi sul cibo, cibo è cibo punto e basta.
Spero veramente che ogni tanto riusciate a capire i miei ragionamenti, parto in quarta, scrivo e scrivo per arrivare non lo so nemmeno io dove. Tutto questo per dirvi che ho trovato un libricino interessante di stuzzichini e finger food al negozio di prodotti biologici, dal quale ne ho tratto questa ricetta di crackers.
Ottimi per accompagnare un buon bicchiere di vino, una birra e una chiaccherata in compagnia, con un pezzo di formaggio e la mia marmellata di cipolle rosse.
Un regalo goloso fatto con le proprie mani da regalare a chi predilige il salato al dolce.
Vi posso soltanto dire che erano ottimi anche se forse andavano fatti leggermente più sottili.
Ingredienti:
100 g di farina di ceci
130 g di farina di riso
90 ml di acqua circa
30 ml di olio extravergine d'oliva
un cucchiaio di timo secco
sale e pepe

In una ciotola unite le due farine al timo e un pizzico di sale.
Versate l'olio e l'acqua in quantità necessaria per ottenere un impasto liscio ed elsatico (versate sempre poca acqua alla volta).
Impastate per 10 minuti e fate riposare per altrettanto tempo.
Tirate l'impasto tra due fogli di carta forno, ripiegatelo su se stesso due o tre volte in modo da sfogliare la pasta dei crackers.
Tirate la pasta per l'ultima volta sempre tra due fogli di carta forno (dovrebbero uscire due teglie da forno). Eliminate il foglio sopra e trasferite quello sotto con la pasta tirata direttamente nella teglia del forno.
Con una rotellina fate delle incisioni a rombi sulla pasta stesa, spennellate con pochissima acqua e cospargete con poco sale.
Infornate con funzione ventilata a 200° per 10-15 minuti fino a che i crackers siano ben dorati.
Quando saranno raffreddati rompeteli lungo i tratti che avete praticato. 
Potete conservarli a lungo in un barattolo di vetro o in una scatola di latta.
Buona giornata a tutti!!!
Un bacio
Sabina

40 commenti:

  1. Concordo con te sulla qualità degli ingredienti ma non sono una grande fa del biologico ad essera sincera. Mi lascia tanti dubbi e specie nei prodotti confezionati spesso lo trovo una grossa fregatura.
    Di dubbi invece non ne ho nessuno sui tuoi sgranocchiosi e profumati crackers. Li stavo aspettando curiosissima e adesso non mi resta che mettermi all'opera. Mi stuzzica un sacco il tuo mix di farine gluten free e ho anche un bel po' di farina di ceci da consumare. La soluzione che fa "scrock" è quella perfetta :D! Un bacione, buona giornata

    P.S. stupende le foto
    P.P.S. per tirare i miei sottili ho passato la pasta alla nonna papera penultima tacca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma li hai tirati davvero con la macchinetta della pasta???? i miei rischiano di rompersi, ma riproverò, grazie, non ci avevo pensato.
      Per quanto riguarda il biologico che vendono al supermercato per carità, mi sa tanto anche a me da fregatura, invece in alcuni negozi di fiducia è tutta un'altra storia.
      baci

      Elimina
    2. Sì, ho tirato la sfoglia con la macchinetta della pasta. Ora che ci penso però, la tua è gluten free e vista l'esperienza con le tagliatelle, ho paura che non regga a farla tanto sottile. Mi sa che ti si sbriciola tutta :(

      Elimina
    3. e infatti si sbriciola facilmente :(((

      Elimina
  2. Anche io certe vte prendo dei prodotti bio specialmente le farine per il resto mi arrabatto un po' per risparmiare :)
    Che buoni i crackers già li vedo come stuzzichino per un aperitivo :)
    Baci e buona giornata

    RispondiElimina
  3. ciao sabina sono d'accordo con te, bisogna prediligere i prodotti buoni e naturali ma sono altretanto d'accordo sul discorso degli stipendi
    notavo l'altro giorno una differenza di 1 euro circa dai pomodori normali a quelli bio, 1 euro è poco certo ma uno per i pomodori, uno per le zucchine e un'altro per i peperoni a fine spesa sono una decina di euro con cui una famiglia può prendere qualcos'altro.
    Di questi tempi bisogna stare attenti su tutto, io non guardavo mai i prezzi mentre ora mi trovo a comprare 4 fusti di detersivo perchè in super offerta.
    insomma i tuoi ragionamente sono esattamente quelli che faccio anch'io
    molto buoni i tuoi crackers voglio proprio porovarli
    a presto

    RispondiElimina
  4. Meravigliosi e croccantissimi!

    RispondiElimina
  5. Effetivamente, di questi tempi il bio é veramente un lusso. Ma anch'io, se posso, cerco di privilegiare l'alimentazione rispetto ad altri "capricci" evitabili. Ho preso anch'io quei libricini e sono veramente interessanti: piccoli, ma un concentrato di proposte interessantissime!!! Non ho ancora sperimentato nulla, ma questi crackers sembrano davvero stuzzicanti!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  6. Ciao cara e buongiornissimo! (se riesco ad aprire gli occhi!) Devo dire che anche a me piace ogni tanto comprare Bio, nei negozi appositi. Non lo faccio con tutti i prodotti, ma solo con quelli di 'fiducia', per così dire. So in quali negozi trovare cose di qualità, anche se devo ammettere che l'unica fregatura è il prezzo!! :D Concordo con te che alla fine il cibo è cibo.. specie di questi tempi. E se proprio non posso permettermi una buona farina di riso, ho preso l'abitudine di farla in casa :D Stupendi e deliziosi questi crackers, meravigliosamente immortalati e invitantissimi. Come sempre sei troppo brava! Un abbraccio stretto e buona giornata, con tutto il cuore. Bacio ad Elsa <3

    RispondiElimina
  7. Bellissimi, complimenti per l'accoppiata delle farine, molto originale! Io sono una sostenitrice del biologico, credo nella necessità di selezionare in modo critico quello che mangiamo/acquistiamo. Un bel modo di fare acquisti è secondo me riuscire ad andare direttamente dal produttore in modo da vedere e capire da dove arriva quello che mangiamo! buonagiornata

    RispondiElimina
  8. Sono perfetti Sabina, direi che ogni tanto un lusso ce lo possiamo togliere no? Come chi hanno ridotto, un lusso comprare bio.à.meglio se mi fermo va....
    Ti volevo fare i complimenti per le foto, bellissime *_*

    RispondiElimina
  9. Ciao Sabina, ma che bello il tuo blog!!!!!
    Ti ho "scoperta" grazie a "I sogni di Claudette" e mi sono subito iscritta!!
    La cucina è un altra mia grande passione come la fotografia (su quest'ultima mi dovrei applicare un pò di più......sto lavorando per questo.....) e nel tuo blog trovo tutte e due le cose......ricette sfiziose e foto meravigliose!!!
    Se ti va passa da me......ti aspetto!!!!
    Claudia - Gli eventi di Claudia -

    RispondiElimina
  10. Buongiorno Sabina!
    la scorsa settimana li ho fatti anche io i crackers, ma questi con la farina di ceci devono essere davvero buonissimi!
    E secondo me sono dello spessore giusto, non li vedo affatto doppi!
    Ti auguro una bella giornata! :)

    RispondiElimina
  11. Ho tutti gli ingredienti in casa! Quasi quasi li preparo oggi e poi ti faccio sapere!

    RispondiElimina
  12. Io è da troppo tempo che voglio fare i crackers in casa,ma ho sempre rimandato...dopo aver visto la tua ricetta,non rimando più! Adoro la farina di ceci,è proprio quella perfetta;)
    un bacio,buona giornata

    RispondiElimina
  13. Amore mio, la tua ricetta cade a fagiolo !! Ho della farina di ceci e della farina di riso da terminare...e secondo te posso perdere l'occasione di provare questa ricetta ?? Nooooo...non se ne parla proprio !
    Ti bacio amica mia <3

    RispondiElimina
  14. Fantastici questi crackers, mi segno la ricetta...
    A presto Susy

    RispondiElimina
  15. Eccome se ti capiamo cara! Ho lo stesso problema comunque, tuo quando parto in quarta a scrivere vado avanti con tutti i miei ragionamenti e via!! Ti dirò non sono mai andata a comperare cibo in questi negozi, proprio perchè costa molto, e preferisco stare con uno standard medio di spesa...certo è che qualcosa, tipo farine e simili, potrei provare ad usarlo...ci penserò e magari anche io visto che ho tempo il pomeriggio mi faccio un giretto, è anche vicino a casa!
    Questi crackers sono deliziosi cara, giusti con la marmellata di cipolle di ieri!! ;)
    un bacione grande!
    Mari

    RispondiElimina
  16. Che belli questi crakers hai perfettamente ragione anche io vado ogni tanto al biologico ma certo in tempi di crisi è difficile...sabato scorso per due confezioni di farina di mandorle 9.80 euro ...insomma un pò esagerato! :) Un bacione a presto!

    RispondiElimina
  17. Anche io compro solo alcune cose al biologico, in genere le farine, i cereali, il miele e non molto altro (in effetti cosa tantissimo).
    Mi piacciono questi crackers, anche se per adesso, dopo l'esperienza dei biscotti senza zucchero ecc., non ho voglia di rimettermi a begare con un impasto che si sbriciola eheheheheheh. Però mi salvo la ricetta! ;)

    RispondiElimina
  18. Visto i miei ritmi di vita sono purtroppo costretta a programmare sempre la pubblicazione delle ricette.
    Esco di casa alle 7 del mattino circa e sarebbe davvero complesso alzarsi così tanto prima per scrivere qualcosa...
    Comunque sia questi crackers hanno un aspetto incredibile davvero.
    Devo provare!
    Un bacino

    RispondiElimina
  19. Ed invece io non ti eprdono.. programmare un post la sera per il giorno dopo.. bofffffff boffffff.. ahaha scherzo!!! hai fatto bene!!! Cmq.. riguardo ai prodotti bio.. comrperei semrpe quellis e solo costassero meno ahimè.. già lo faccio con prodotti epr l'igiene.. se dovessi anche alimentari.. non c'arriverei no alla fine del mese.. sigh!!!! Io cmq capisco tutto il tuo ragionamento.. ed il tuo punto di vista ovvio!!! (uhh che paragnosta Elsa :-) Ottimi invece questi tuoi cracker.. e semrpe i miei complimenti per le foto! Favolose.. bacioni :-)

    RispondiElimina
  20. Sei unica come le tue ricette bacioni ISA

    RispondiElimina
  21. Ho provato una volta a fare i crackers in casa (anche se con ingredienti diversi dai tuoi) e devo dire che alla fine non mi sono dispiaciuti. Il sapore e la consistenza era decisamente diversa da quelli a cui siamo abituati con i crackers industriali, ma sono andati letteralmente a ruba. Quel giorno ricordo che avevamo degli amici a casa con dei bambini e sono fatti delle scorpacciate.
    I tuoi sembrano davvero buonissimi e come sempre riesci a mischiare farine che io posso solo immaginare.
    Un bacio!

    PS: E che grande la Elsa che riconosce i prodotti biologici... Lei sì che ci capisce in cucina, altro che foodblogger... :-)))))

    RispondiElimina
  22. Ma cara, ancora una volta mi stupisci! Questi crakers sembrano una delizia... ed il pacchettino, poi, fantastico! un amore.
    Anche io vado al negozio di prodotti bio, ma hai ragione, di questi tempi diventa sempre tanto difficile!....
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  23. Sono davvero molto invitanti Sabina! Chissà se riesco a trovare la farina di ceci da queste parti! Buona giornata!

    RispondiElimina
  24. Mmmm che buoni devono essere i tuoi crakers hanno davvero un'aspetto molto invitante,da stuzzicare in compagnia c'è più gusto ;)
    A presto
    Z&C

    RispondiElimina
  25. E un piacere tornare a leggerti Sabina, scusami se sono scomparsa ma ti penso sempre con affetto e penso a Elsa, anche se non ti chiedo più di lei ed è da tanto che non passo di qui. Come sta? E come stai? Sorrido nel leggerti perché di nuovo ho la sensazione che i tuoi ragionamenti siano così simili ai miei. Anch'io parto e non so dove voglio arrivare, ma a volte non è necessario raggiungere una conclusione, ma solo riflettere e condividere, non trovi? Trovo le tue foto sempre spettacolari e le tue realizzazioni perfette...anche se trovi il pelino nell'uovo...altra cosa che abbiamo in comune. Ti abbraccio cara e anche se ogni tanto scompaio sei una delle colleghe blogger cui penso con più affetto, davvero.
    Sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara sabina, questa è un'altra cosa che abbiamo in comune: anche io scompaio e magari non commento, ma non mi dimentico le persone alle quali sono affezzionata, le penso e ogni tanto ci faccio una visitina
      bacioni e grazie per le tue parole, noi stiamo benone

      Elimina
  26. Ciao cara...ma queste foto sono bellissime.... sempre più brava!!! Il prossimo aperitivo vengo anch'io!!!
    un abbraccio. Claudette

    RispondiElimina
  27. Devono essere davvero buonissimi..le foto parlano chiaro cara Sabina ahahah Sei sempre più brava!!!!!!!
    Hai ragione .....il bio è più buono e più sano sicuramente
    Io ho la fortuna di avere a disposizione sempre le uova fresche e le verdure di stagione appena raccolte
    Vivo in campagna e mio suocero ha un bel giardino ma anche i miei zii....i mandarini della marmellata erano stati raccolti da mio marito Domenica,i broccoli e ancora la bieta..e poi patate,cipolle,aglio e l'olio fatto in casa.....
    Quando vivevo in Toscana se volevo comprare le verdure bio per il minestrone dei bimbi dovevo spendere un patrimonio e non è giusto!!!!!!!!
    Brava tu a sottolinearlo!!!!Un bacione

    RispondiElimina
  28. devono essere super saporiti questi cracker! ottima la combinazione timo e farina di ceci! beato chi li ha assaggiati! :)

    RispondiElimina
  29. Ciao Sabi, in questi giorni non ho tantissimo tempo... ma eccomi qui finalmente, questi crackers sono stupendi, chissà che buoni! :D Complimenti e un fortissimo abbraccio, bacio a Elsa <3 :*

    RispondiElimina
  30. che buoni i crackers da sgranocchiare fatti in casa, mi ispira molto anche quel formaggio che vedo nelle foto! :-)

    RispondiElimina
  31. Anche questi sono semplicemente divini. Le foto sono bellissime.

    RispondiElimina
  32. ...stasera li preparo! Ho tutti gli ingredienti belli e pronto in dispensa...
    Pensavo ad una zuppa di topinambur e melagrana di primo e poi dei formaggi misti, marmellata di melanzane e zenzero (l'unica che mi sono tenuta dopo averne preparate per Natale) e i tuoi creckers.....Buoniiii!
    Grazie!
    Baci cara!

    RispondiElimina