martedì 13 novembre 2012

"Cottage pie" pasticcio di manzo e patate

Buongiorno a tutti,
oggi Elsa mi ha svegliata molto presto e non sono più riuscita a dormire, invece lei è tornata beatamente nel mondo dei sogni. Mi fa troppa tenerezza e ringrazio tutte le amiche che hanno sempre un pensiero per lei, non vi nego che mi fa molto piacere.
Oggi vi parlo di una ricetta che mi sta molto a cuore, andiamo in Inghilterra.
Ho raccontato ormai parecchie volte di aver vissuto quasi quattro anni a Londra. Avevo 23 anni, volevo imparare l'inglese e sopratutto desideravo fare questa esperienza. Posso dire l'esperienza più bella della mia vita perchè ero giovane, spensierata, curiosa e sopratutto molto positiva verso la vita che avevo davanti.
Il primo mese alloggiavo da una signora inglese che abitava sola con tanti cani e gatti e affittava stanze agli studenti. Dividevo la stanza con una ragazza coreana, ma in casa c'erano altri giovani provenienti dalle più svariate nazionalità. Questa signora preparava sempre la cena per tutti e devo ammettere che non fosse proprio una brava cuoca, ricordo di aver ingoiato tante schifezze, ma quanti sorrisi a quella tavola.
Ricordo che i primi tempi a Londra mi nutrivo esclusivamente con toast spalmati di burro salato e te.
Un sera in tavola è apparsa come d'incanto questa cottage pie fumante che profumava di qualcosa di buono, da lì in poi ho iniziato ad apprezzare la cucina inglese.
Ogni volta che la preparo si presenta sempre in modo diverso, quella di oggi è stata difficile fotografarla e spero comunque di aver reso l'idea, comunque vi basterà leggere gli ingredienti per capire che è qualcosa di buono che penso piaccia un po' a tutti come la nostra pasta al forno.








































Ingredienti per una pirofila 20x30 per 3-4 persone:
4-5 patate grandi
600 g di macinato di manzo
1 cipolla
1 carota
1/2 bicchiere di piselli
1 bicchiere di vino rosso corposo
1 cucchiaio di Worcester (facoltativo)
1 dado di carne (facoltativo)
burro
sale e pepe








































Lessate, in acqua salata, le patate con la buccia e fatele raffreddare.
Preparate il ragù di carne soffriggendo prima la cipolla e la carota tritate finemente, aggiungete la carne, sale, pepe e rosolate per bene. La carne deve perdere la sua acqua e attaccare al fondo, a questo punto aggiungete il vino, il dado e fate cuocere a fuoco lento per almeno un'ora. Quando il vino sarà evaporato potete aggiungere un po' d'acqua di tanto in tanto.
Verso fine cottura potete aggiungere i piselli già cotti.
Imburrate bene la teglia, schiacciate dentro con lo schiaccia patate 2 patate e pressate bene formando così una base. Versate il ragù, stendete bene e schiacciate sopra le restanti patate sempre con lo schiaccia patate, pressate bene e allineate il tutto con un cucchiaio.
Spennellate la superficie di patate con abbondante burro fuso e infornate a 220° per circa 30 minuti finchè non vedete la crosticina dorata.
Lasciate riposare qualche minuto e servite in tavola.








































Ho visto tante ricette in giro, c'è chi mette il latte nelle patate, c'è chi mette il pomodoro nella carne, 
chi aggiunge zucchine e funghi, ognuno può farlo come meglio crede. Io ho imparato a farlo così come lo vedete.

Un bacione a tutti e buona giornata!
Sabina

34 commenti:

  1. Cara Sabi.. mi è piaciuto leggere della tua esperienza in Inghilterra! Mi dispiace solo per il primo impatto con la signora e le sue 'schifezze'! :) Devo dire che questa ricetta invece è invitantissima e mi piace ancor di più perchè ha il sapore dei tuoi ricordi! Quanto deve essere 'avvolgente'.. Io non sono mai stata lì, però si sentono tante belle cose di questo paese. Oggi vorrei davvero avere la forza e la capacità di scrivere qualcosa di più.. di esprimere quello che ho dentro, ma non riesco. Sono troppo sconvolta e stanca e non mi rendo conto nemmeno di dove sono. Abbracciala anche per me, la tua dolce Elsa. Che conforto dev'essere, che gran dono del cielo. Un bacione amica mia..

    RispondiElimina
  2. Buongiorno cara amica mia!
    Trovo anche io che sia un'esperienza favolosa andare all'estero per imparare una lingua, e soprattutto conoscere un sacco di altre culture diverse dalla nostra...Anche i miei genitori volevano mandarmi a Londra quando avevo 15 anni, ma io (accidenti a me!) all'epoca ero una "fifona" e difficilmente mi staccavo da casa sola per lunghi periodi! Adesso invece non ci penserei un attimo, partirei subito!! Come si cambia nella vita....per fortuna direi!
    La tua ricetta inglese è strepitosa e la vorrei provare, mi segno la ricetta immediatamente!!
    Un bacione e un buffetto a Elsa!
    Mari

    RispondiElimina
  3. quando siamo via di casa per fare nuove esperienze sono sempre bei ricordi le persone il cibo la cultura ... e la tua esperienza ti ha insegnato a gustare questo piatto , anche se non lo conosco e mai mangiato ma alla fine e molto buone ..
    fai una carezza alla bellissima elga
    buona giornata da lia

    RispondiElimina
  4. Mi inviti a cena? ^_^
    Mi piacciono molto le persone positive e sono certa che, così come hai affrontato la tua esperienza londinese a 23 anni, hai conservato quello spirito. Bello, bellissimo poter serbare ricordi così emozionanti
    Tiziana

    RispondiElimina
  5. Ciao Sabina, mi fai tornare indietro nel tempo con questo piatto. Anche io sono stata da giovanissima per studio in Gran Bretagna ed ho vissuto come ragazza alla pari a Wimbledon presso una famiglia composta da papà e mamma giovani con due bimbe. Lei pur lavorando alla sera cucinava molto bene e uno dei piatti che ho gustato è proprio questo che tu proponi. Da allora non l'ho più mangiato e ti ringrazio tantissimo per averci dato la ricetta così proverò a farlo. Che bei tempi quando si è giovani e senza pensieri .... ma tutte le età sono belle quando si è positive e solari come noi!!!
    Buona giornata!!! Anche alla bionda pelosa!!!
    Dani

    RispondiElimina
  6. Che esperienza fantastica deve esser stata...e questa ricettina è decisamente una squisitezza!!!

    RispondiElimina
  7. La tua esperienza londinese è stata veramente formativa nella tua crescita, e naturalmente molto positiva per il tuo inglese. Hai anche apprezzato la cucina inglese e da questo pasticcio devo dire che non è male. Ha un aspetto ottimo. Sabina cara, ieri ho letto il tuo post e ti ho fatto delle domande. Se puoi, gentilmente mi dai le risposte? Un abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
  8. Che buono il burro salato! Anch'io ho vissuto per un periodo in Inghilterra, nello Yorkshire. Bellissima esperienza. Avevo rimosso questa deliziosa torta di patate e macinato. La prima volta in assoluto che sono stata in Gran Bretagna a 17 anni, la mia mamy mi preparava un sacco di cose, peccato che me le proponeva quasi sempre a colazione: pasta, fritti vari, cottage pie..da alternare al ricco breakfast inglese. Certo la mattina era dura affrontare certe pietanze, ma come rifiutare tanto amore?
    Un abbraccio
    Alice

    RispondiElimina
  9. Ah L'Inghilterra e il suo cibo prima di apprezzarlo, noi italiani, ci mettiamo un po'( forse perché secondo me siamo abituati troppo bene gastronomicamente parlando!). caspita questa tua cottage pie sembra davvero deliziosa...io ho assaggiato la chicken, questa mi manca davvero...la proverò! E ti capisco quando parli della difficoltà nel fotografare, i piatti ripieni non amano molto le foto, ho notato, ma tu ci sei riuscita benissimo!brava sabi!

    RispondiElimina
  10. ... e a me piace proprio così, come l'hai fatto tu! :) Segno subito la ricetta, è un pasticcio invitantissimo e poi io adoro le ricette con le patate :D Che bello leggere sempre un po' di te, Sabina, il periodo a Londra deve essere stato bellissimo :) Un abbraccio e buona giornata! :*

    RispondiElimina
  11. Lo so che mi lamento sempre del tempo irlandese, ma anche per me questa è un'esperienza davvero importante, che non potrò mai dimenticare! Qualche giorno fa ho pensato di dover preparare qualcosa di tipico da presentare nel mio blog, potrei cominciare proprio da qui :) Buona giornata e una carezzona per Elsa :)

    RispondiElimina
  12. Ciao,il tuo post ha fatto riaffiorare tante memorie!Anch'io,come te,i primi tempi vivevo di toast e burro salato e te' (e,occasionalmente,rich tea biscuits).In Inghilterra ho poi messo radici,faccio ancora la cottage pie e l'ho messa anche nel blog,anche se non e' bella come la tua!
    Un salutone!

    RispondiElimina
  13. Queste esperienze secondo me servono sempre, impari una lingua, conosci gente e ti aiuta ad aprire la mente:) anche io amo l Inghilterra ma non ho mai assaggiato questa specialità però deve essere davvero ottima!!!!
    Un bacione cara

    RispondiElimina
  14. Sabi, questo pie l'ho visto fare per la prima volta a Gordon Ramsey in una delle sue puntate...che bello!
    il tuo non ha certo niente da invidiare, ottimo!
    :-)
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  15. Invitante, questo potrebbe piacere anche alle mie 3 pesti (se non vedono i piselli). Per stasera ho già preparato, ma magari domani lo provo. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. Io ho una grandissima curiosità verso la cucina straniera...quando vado all'estero mi piace assaggiare i piatti tipici..non esiste che io vada in ristoranti italiani.
    La cucina inglese ho avuto modo di apprezzarla anche io, non solo grazie ai miei viaggi a Londra, ma anche grazie ad una amica Inglese che in passato mi ha fatto assaggiare cose davvero gustose.
    Il burro inglese è buonissimo :) Bello pieno di panna..:)
    Tesoro, le tue foto rendono perfettamente la bontà di questo piatto, credimi..perché mi ha aperto lo stomaco..
    Bacio grande !

    RispondiElimina
  17. Hai fatto bene a condividere con noi questa tua bella esperienza.
    Quattro anni non sono pochi e devi aver avuto anche molto coraggio a staccarti da casa ed andare là.
    Comunque hai fatto benissimo ed ancor di più hanno fatto bene i tuoi a mandarti (o lasciarti andare ... non so da chi è partita l'idea) ... me ne rammarico io che ho imparato poco l'inglese a scuola (fatto sempre malissimo) e nonostante i corsi fatti autonomamente mi continua ad entrare molto poco in testa ... un vero peccato!
    Questo piatto che hai apprezzato là è favoloso ... è davvero un piatto paragonabile alle nostre lasagne ...
    Non conosco molto la cucina inglese ma spesso e volentieri la trovo troppo arricchita di condimenti e grassi vari: quando vedo le puntate di Nigella in tv mi sento ingrassare solo guardando quello che cucina ... figurati se dovessi mangiarle (e lei si vede che non è proprio un fuscello di donna sebbene molto bella in viso).
    Mi piace mi piace questo piatto! Brava come sempre tesoro!
    Un bacioneee

    RispondiElimina
  18. Quei ricordi sono davv belli perché si età proprio nel pieno della spensieratezza ...
    Ti sei portata non solo ricordi a casa ma anche una ricetta speciale che assomiglia molto alle lasagne. Grazie Sabi!

    RispondiElimina
  19. Che esperienza bellissima che hai fatto! Certo che 4 anni son lunghi è! Magari un giorno mi racconterai di più, ne sarei felicissima :-) Deve essere molto buona questa pie, mi immagino il profumino :-) Bacioni!!

    RispondiElimina
  20. Hello!
    After visiting your blog, I invite you to join us in the "International Directory Blogspot".
    "International Directory Blogspot" It's 159 Countries and 5920 Websites !
    Missing yours join us
    If you join us and follow our blog, you will have many more visitors.
    It's very simple, you just have to follow our blog, enter your Country and your blog url in a comment, and you will be automatically integrate into the Country list.
    We are fortunate to be on the Blogspot platform that offers the opportunity to speak to the world and to share different passions, fashion, paintings, art works, photos, poems.
    So you will be able to find in different countries other people with passions similar to your ones.
    I think this community could also interest you.
    We ask you to follow the blog "Directory" because it will give you twice as many possibilities of visits to your blog!
    Thank you for your understanding.
    Please follow our blog, it will be very appreciate.
    I wish you a great day, with the hope that you will follow our blog "Directory".
    After your approval to join us, you will receive your badge
    We ask that you follow our blog and place a badge of your choice on your blog, in order to introduce the "directory" to your friends.
    Regards
    Chris
    I follow your blog, I hope it will please you
    To find out more about us, click on the link below:
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.com/


    Ciao!
    Dopo aver visitato il tuo blog, ti invito ad unirti a noi nella "International Directory Blogspot", che comprende 159 Paesi e migliaia di blog.
    Se ti registri e diventi nostro follower, potrai avere molte visualizzazioni in più.
    è molto semplice registrarsi: devi soltanto seguire il nostro blog e commentare con il nome del tuo Paese e l'URL del tuo blog e sarai automaticamente inserito nella lista di quello stato.
    Siamo fortunati ad essere sulla piattaforma di Blogspot che ci offre l'opportunità di parlare al mondo e di condividere le diverse passioni, mode, disegni, opere d'arte, foto e poesie.
    In questo modo potrete trovere in altri paesi altre persone con le vostre stesse passioni.
    Penso che questa community potrebbe interessarti.
    Ti chiediamo di seguire la "directory": seguire il nostro blog offrirà al tuo blog il doppio delle possibilità di visualizzazione,
    Grazie per la tua attenzione, apprezzeremo la tua iscrizione.
    Ti auguro buona giornata, con la speranza di ritrovarti tra i followers della "Directory".
    QUando ti registrerai, riceverai il tuo badge.
    Tanti saluti,
    Chris
    Io sono tuo follower, spero che ti faccia piacere!
    Per scoprire di più sulla "Directory", clicca il link sottostante:
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.com/

    RispondiElimina
  21. ciao Sabi io ho vissuto un anno a Dublino e anche io ho avuto modo di mangiare questa delizia in quanto a cucina si somiglia molto con Londra...e la tua me la ricorda molto! Un bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  22. si decisamente è un connubio vincente e presentato così fa molto occhio (il mio macinato con cipolla e purè sembra meno allettante)
    ^__^
    Ni

    RispondiElimina
  23. sembra golosa ... che dici se al posto della carne metto il tofu rosso ? io quasi quasi provo ... un abbracio a te ed elsa <3

    RispondiElimina
  24. Ciao Carissima.
    Adoro questo piatto. Mia nonna lo faceva, non sapendo minimamente che fosse un piatto inglese, ma veniva buonissimo.
    Mi hai fatto venire una voglia di prepararlo... Seguirò i tuoi consigli.
    Per quanto riguarda la meringa, sono sicura che se tu segue alcuni consigli ti verrà benissimo. La meringa ci vuole pazienza, non c'è niente da fare.
    Allora, una volta che l'hai preparato gli albumi ben montati, li adagi su una carta da forno, O piccole o grandi. A questo punto tu devi lasciar riposare per mezz'ora.
    Accendi il forno a meno di 100 gradi, con lo sportello semi aperto, magari mettendo un mestolo per fermarlo aperto, inforni la meringa e la deve dimenticare, per un minimo di 2 ore, dipende della grandezza che hai fatto le meringhe. Devono soltanto asciugare....lentamente... senza prendere colore...
    Questo é il trucco....
    Una carezza ad Elsa e un abbraccio a te.
    Thais

    RispondiElimina
  25. Ciao Sabina!!!
    E' bellissimo fare esperienza all'estero..io sono stata in California da parenti ma che conoscevo pochissimo..scoperti di recente..lo racconterò un giorno nel mio blog perché è una storia bella..sai di quelle tipo Raffaella Carrà e giù tutti a piangere?..vabbè, comunque è stato bellissimo e a parte le porcherie che mangiavano le mie cugine, ci sarei rimasta anche più a lungo..
    Ma perché io non riesco a fotografare le pirofile così bene????
    Odio fotografare le pirofile Sabinaaaaaa... ;-)
    Ma mi impegno sai, adesso mi impegno!
    E' sicuramente buonissimo questo pie, ingredienti ottimi!
    ..io la penso sempre Elsa..davvero, guardo Eliot e mi viene in mente e con lei anche la mia amica!
    Baci, Roberta

    RispondiElimina
  26. caspita che esperienza magnifica dev'essere stata, bellissimo trovarsi a tavola con persone di tante nazionalità.. non ho mai assaggiato questo piatto ma gli sformati mi piacciono sempre e adoro le patate quindi per me è un'ottima portata, ti capisco fotografare questi piatti è sempre molto complicato.. non si prestano un gran che ma comunque le tue foto sono sempre belle e rendono bene!!!! un abbraccio a te e una carezza ad Elsa!!

    RispondiElimina
  27. C'è un piatto pressoché identico in Francia che si chiama Hacis Parmentier e che mi sta capitando sotto il naso spesso, sarà un segno? Lo devo cucinare? ahahahahah!
    Credo che la versione inglese sia un po' più semplice!
    Come sta Elsa? Falle una grattatina in testa da parte mia!

    RispondiElimina
  28. Proprio stasera, ascoltando i Beatles durante la cena, parlavo con mio marito di Londra.
    Delizioso io tuo cottage pie, adoro ogni piatto con le patate e il tuo mi ha proprio ingolosita! :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  29. Ciao Sabina!
    questo piatto è favoloso, come tutto il tuo blog e le foto!!!!
    Sei bravissima...mi unisco ai tuoi lettori...
    Ho tre bimbi...anzi quattro....la mia primogenita è Molly un Jack russell di 6 anni....quindi un bacione alla tua Elsa!!!!

    Un abbraccio
    Monica

    (fotocibiamo)

    RispondiElimina
  30. buono questo piatto .....super direi!!! con un buon bicchiere di vino rosso cosa vuoi di più!!!
    baci baci claudette

    RispondiElimina
  31. Sabi, tesoro! E' ovvio che un pensiero vada sempre alla dolcissima Elsa: d'altra parte siete due bionde in cucina no? :D
    Questa ricetta mi piace moltissimo e mi sa che la proverò! :)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE RAGAZZE purtroppo in questo periodo faccio fatica a rispondervi e a venirvi a trovare
      un bacio a tutte

      Elimina
  32. Una meraviglia insomma
    Non la conoscevo proprio!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  33. Splendida idea, la faremo sicuramente! Comunque hai ragione certi piatti buonissimi non sono fotogenici... ho delle foto di un arrosto da leccarsi i baffi venute proprio una schifezza perché il colore della carne non rende... Vedremo la prossima volta di usare una luce migliore
    Un bacione alle bionde
    Tiziana

    RispondiElimina