mercoledì 6 aprile 2016

Fette biscottate al farro e avena

Buongiorno a tutti,
sto accumulando tantissime ricette da postare, cucino e fotografo, ma poi metto da parte e non pubblico. E' un vero peccato perchè oltretutto sono ricette che interessano anche a me, le annoto su foglietti, fogliettini e quaderni, ma poi immancabilmente le perdo. Questo blog è anche il mio ricettario personale che guardo e riguardo molto spesso.
Le fette biscottate di oggi le ho preparate prima di Natale, me ne ero dimenticata, ma sarebbe un vero peccato non pubblicare la ricetta, anche perchè la utilizzo molto spesso.
Comperavo questo tipo di fetta biscottata in un negozio di prodotti biologici, buone, buonissime, sane soprattutto, ma molto care e così ho pensato di prepararle in casa, è stato più semplice di quello che si pensa.
Avevo già sperimentato una ricetta di fette biscottate fatte in casa, ma per i miei gusti contenevano troppo burro, a me il burro piace spalmarlo sopra con la marmellata e quindi la fetta biscottata deve essere leggera. 









































 Ingredienti:

350 g di farina di farro (io utilizzo la Rieper)
150 g di fiocchi d'avena
1 bustina di lievito di birra secco
1 cucchiaio abbondante di zucchero di canna
1 presa abbondante di sale
acqua tiepida q.b. (320 ml circa)
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva

Prima di tutto tritate finemente i fiocchi d'avena fino ad ottenere una farina.
In una ciotola capiente (io impasto a mano, ma potete utilizzare la planetaria) mescolate le farine con il lievito, aggiungete lo zucchero e l'olio, mescolate bene con una forchetta, poi aggiungete il sale e man mano l'acqua tiepida (versate poca acqua alla volta per evitare di metterne troppa). Impastate bene per 15-20 minuti in modo da ottenere un panetto liscio e morbido.
Mettete l'impasto nella ciotola, spennellate con pochissima acqua (deve essere appena appena umido),
coprite con un panno e fate lievitare nel forno ad una temperatura tra i 20 e i 25°C.
Lasciate lievitare bene l'impasto più di un'ora, anche due.
Prendete l'impasto lievitato, lavoratelo delicatamente per 1 minuto e adagiatelo nello stampo da plumcake rivestito con carta forno.
Lasciatelo riposare sempre in forno tra i 20 e i 25°C per altre due orette.
Preriscaldate il forno a 180°.
Spennellate delicatamente il pane con poca acqua, coprite la superficie con fiocchi d'avena e infornate per 30-40 minuti.
Lasciate raffreddare su una gratella, tagliate il pane a fette di 1 cm circa (più sottili sono meglio è), adagiate le fette sulla placca del forno e infornate nuovamente a 150° per 20-30 minuti finchè diventano croccanti e dorate.









































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

11 commenti:

  1. Meraviglia, proprio una ricetta così mi serviva però devo chiederti due cose: se non metto lo zucchero creo problemi alla lievitazione? L'altro consiglio invece riguarda anche la preparazione del pane (ho provato le tue ricette con cottura nella Le Creuset con ottimi risultati). Quando metto i semi sopra il panetto, dopo la cottura si staccano tutti e a volte risultano sbruciacchiati. Come fare per "appiccicarli" bene? grazie infinite e buona giornata. Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora.....lo zucchero serve per aiutare la lievitazione, puoi sostituire con miele, ne basterebbe anche un cucchiaino
      per non bruciare i semini puoi coprire a fine cottura, quando vedi che inizia a dorare troppo, con un foglio di alluminio

      Elimina
    2. grazie, provo con i tuoi suggerimenti e vediamo che succede. Non verranno subito come le tue...ma piano piano errore dopo errore imparerò a renderle commestibili.

      Elimina
  2. Meraviglia, proprio una ricetta così mi serviva però devo chiederti due cose: se non metto lo zucchero creo problemi alla lievitazione? L'altro consiglio invece riguarda anche la preparazione del pane (ho provato le tue ricette con cottura nella Le Creuset con ottimi risultati). Quando metto i semi sopra il panetto, dopo la cottura si staccano tutti e a volte risultano sbruciacchiati. Come fare per "appiccicarli" bene? grazie infinite e buona giornata. Carla

    RispondiElimina
  3. Sabi.. secondo te me la faccio scappare questa ricetta speciale?
    Assolutamente no!!!
    Salvata.. da provare assolutissimamente. Alberto mi ringrazierà.
    Anche io purtroppo sto pubblicando veramente poco. Ma tra impegni di lavoro e di acciacchi dati dall'età...(scherzo) rimando sempre.
    Comunque, chi non utilizza il proprio blog soprattutto come ricettario personale? Diciamo che abbiamo aperto il blog al 90% per tenere tutte le ricettine in ordine, per dire stop ai fogli volanti. A presto tesoro....
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Io le adoro le fette bicottate.. ma ammetto di comprarle.. Chissà perchè non penso ancora di farmele in casa!Le tue sono meravigliose.. bacioni

    RispondiElimina
  5. sembrano veramente semplici da fare, mi segno la ricetta Sabina, grazie !

    RispondiElimina
  6. ma che bontà!!! Devo farle assolutamente perché anch'io compro le fette biscottate biologiche, fatte con quattro ingredienti ma che sono un po' care.. grazie per la condivisione! ;)

    RispondiElimina
  7. Ultimamente sono di gran corsa, ma le tue ricette non le perdo mai. Spero di trovare un po' di tempo per accendere il forno nel fine settimana e biscottare qualche fetta, intanto faccio la lista degli ingredienti.
    Un abbraccio cara,
    V.

    RispondiElimina
  8. Brava Sa, come sempre. Proverò a farle a Fabio appena possibile

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina