venerdì 31 maggio 2013

Riso venere con gamberi e zucchine

Buon venerdì a tutti!
In questo periodo ho voglia di piatti dai sapori etnici, sono saporiti, completi e sopratutto quasi sempre molto leggeri.
Mi piace variare, adoro i piatti nordafricani fino ad arrivare a quelli più orientali. Una delle mie cucine preferite è quella tailandese, ma a Merano è quasi impossibile trovare sempre tutti gli ingredienti necessari quindi cerco di arrangiarmi con quello che trovo.
I ragazzi del provino di Milano mi avevano consigliato di farmi un giretto all' International Shop nel quartiere cinese, ora mi dispiace moltissimo non esserci andata e sarà uno dei tanti motivi per farmi tornare presto a Milano.
Ieri però al mio negozio bio di fiducia ho portato a casa tante belle cose: una piantina di coriandolo, la pasta al curry tailandese, zenzero, latte di cocco, riso aromatizzato al gelsomino, gli udon e i soba.
Oggi sono indecisa se preparare il pollo agli anacardi oppure una zuppa di pollo con latte di cocco.
Se vi piacciono i sapori etnici vi consiglio di provare:
La ricetta di oggi è semplicissima, coloratissima e buonissima, l'ho preparata tempo fa quando ancora c'era Elsa, mi fa male postarla, ma voglio farlo lo stesso.

Ingredienti:
riso venere
un pezzetto di zenzero
un porro
4 zucchine
200 g di gamberi sgusciati
un cucchiaio di salsa di soia
un cucchiaio di semi di sesamo tostati
1-2 cucchiai di vino bianco

Fate cuocere il riso semplicemente seguendo le istruzioni della confezione.
In una padella o nel wok con un filo d'olio fate saltare lo zenzero grattugiato, le zucchine tagliate a julienne e il porro. Dopo pochi minuti, quando le verdure iniziano a dorare, aggiungete i gamberi sgusciati, fate saltare un minuto, bagnate con un goccio di vino bianco (1-2 cucchiai).
Proseguite la cottura ancora per due minuti a fuoco vivo, spegnete la fiamma e condite il tutto con la salsa di soia.
Servite il riso nei piatti con gamberi e zucchine e cospargete con i semi di sesamo tostati.








































Buon week end a tutti!
Sabina

giovedì 30 maggio 2013

Cupcakes fragole - cocco

Buongiorno a tutti,
eccomi tornata da Milano, sarei rimasta lì ancora un paio di giorni perchè sono stata benissimo.
Al provino mi sono divertita tantissimo, i ragazzi mi hanno messo subito a mio agio e sono riuscita a chiaccherare naturalmente davanti alle telecamere. Ora, vada come vada, quello che conta è che è stata una bella esperienza che forse non rifarò mai più nella vita.
Martedì pomeriggio ho incontrato Ely per la prima volta e Claudia che già avevo conosciuto, inutile dirvi che il tempo è volato e ora non mi rimane altro che programmare il prossimo incontro perchè già mi mancano. La sera ho dormito da un'altra cara amica di vecchia data con la quale ho passato ieri una splendida giornata di chiacchere e confidenze.
A nessuno piace Milano, invece, per una come me che arriva dalla tranquillità della montagna, è una vera botta di vita. Ogni tanto mi piacerebbe poter vivere in una grande città, adoro persino il potermi spostare in metropolitana. Mi piace il caos, il potermi confondere tra la folla senza mai incontrare nessuno che si conosca, perdermi in una grande libreria, scorgere ogni tanto un volto famoso (in Corso Como abbiamo visto il cantante Micca e il comico Bertolino), prendere un aperitivo con un'amica dopo un'intera giornata di shopping ecc....
Due giorni fortunati anche meteorologicamente, era prevista pioggia, invece ne è uscito un bel sole caldo.
Ora sono tornata qui nella mia casa sempre più vuota, non c'era Elsa ad aspettarmi e questo mi ha riportato subito alla cruda realtà, ma allo stesso tempo mi sto crogiolando tra i ricordi di queste due giornate pensando che in fondo Milano non è poi così lontana.

La ricetta di oggi l'ho presa ancora dal libro della mitica Fräulein Klein.








































Questi cupcakes, neanche a dirlo, sono andati a ruba, ma secondo i miei gusti ometterei il cocco per non confondere troppo i sapori degli altri ingredienti. Io ho aggiunto sopra una miscela di fiori e spezie (pepe rosa, pezzetti di fragola, fiori di rosa, pezzetti di lampone, coriandolo, vaniglia e fiordaliso) che ho ricevuto in regalo dalla mia cara Amica Ely.


















Ingredienti per 12 cupcakes:
50 g di fiocchi di cocco
50 g di cioccolata bianca
120 g di burro
80 g di zucchero
1 pacchetto di zucchero vanillinato o vanillina
2 uova
120 g di farina
2 cucchiai di latte
1 cucchiaino da te di lievito per dolci

150 g di fragole
150 g di zucchero a velo
70 g di burro
350 g di ricotta

Mescolate bene il burro con lo zucchero e la vanillina, aggiungete le uova e mescolate fino ad ottenere un composto cremoso. Versate un po' alla volta la farina mescolata al lievito, il cocco, la cioccolata tagliate a piccoli pezzetti e il latte.
Quando la massa è liscia e cremosa dividetela con il cucchiaio in 12 pirottini di carta che avete sistemato negli stampini da muffin.
Fate cuocere nel forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti e poi fate raffreddare.
Nel frattempo lavate le fragole, frullatele e passatele al setaccio in modo da ottenere una purea liscia.
Mescolate lo zucchero con il burro, la ricotta e la purea di fragole in modo da ottenere una crema liscia e soda che farete riposare per almeno mezz'ora in frigo prima di utilizzarla.
Mettete la crema di fragole nel sac a pochè e decorate i vostri cupcakes.
Al posto della miscela di fiori e spezie che ho utilizzato io,  potete finire la decorazione con una fragolina o mezza fragola (potete lasciare anche il picciolo della fragola) sopra la crema.


















Buona giornata a tutti!
Sabina

lunedì 27 maggio 2013

Polpettine di boulgour con salsa allo yogurt

Buongiorno a tutti,
oggi devo essere velocissima perchè ho mille cose da fare, devo ancora comperare il biglietto del treno per domani per Milano.
Per quanto riguarda il provino sono assolutamente tranquilla, a dir la verità non me ne frega un granchè, non è mai stato il mio sogno nel cassetto andare in tv.
Sono più emozionata all'idea di incontrare delle amiche, una di loro mi ospita a dormire e quindi ho davanti a me due giorni pieni di chiacchere tra donne........non vedo l'ora!

La ricetta di oggi sono delle gustose polpettine di boulgour accompagnate da una salsina molto fresca.








































Ingredienti per circa 15 polpettine:
250 g di boulgour
250 ml di acqua
1 cipolla piccolina
1 spicchio d'aglio
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino di semi di cumino macinati
300 g di yogurt
2 uova
4-5 cucchiai di pangrattato
1 mazzetto di menta
sale e pepe
1-2 pomodori

Mettete il boulgour in una pentola, copritelo con la stessa quantità di acqua bollente leggermente salata e lasciate riposare con coperchio per 15 minuti.
Tritate finemente la cipolla con l'aglio e fate dorare in poco olio.
In una scodella capiente mescolate il boulgour raffreddato con il trito di cipolla e aglio, il cumino, le uova, il pangrattato, sale, pepe e formate delle polpettine piuttosto appiattite.
Cuocete le polpette in una padella con poco olio e fatele dorare bene da entrambi i lati.
Prima di cuocere le polpette preparate la salsina mescolando lo yogurt con sale, pepe e la menta tritata.
Servite le polpettine di boulgour con il pomodoro a fette e la salsina a parte.









































piatti, bicchiere e tovagliolo Tine K Home
posate in legno Home & Living
vasetto di vetro Party Princess

Buon inizio settimana a tutti!
Sabina

venerdì 24 maggio 2013

Casting per pizzaiolo

Buon venerdì a tutti,
il tempo non promette nulla di buono, a dirvela tutta è orribile, sembra novembre.
Devo dirvi una cosa alla quale io ancora non ci credo: sono stata contattata per fare un provino in tv, si tratta di un programma di cucina, non posso purtroppo dirvi di più.
Sto affrontando il tutto in maniera molto confusionale, al momento forse è la distrazione che mi ci voleva. Martedì farò questi provini a Milano e poi incontrerò qualche amica. Voglio vivermi questa esperienza in maniera tranquilla e divertente senza montarmi la testa e sopratutto senza stress........credete che ci possa riuscire?????
Al momento per quanto riguarda la mia creatività in cucina la mia testa è completamente vuota e se mi fanno cucinare qualcosa all'istante sono fregata.
Chi mi ha contattata ha visto il mio blog, ha visto cosa sono in grado di preparare, io non preparo piatti da chef, la mia cucina è molto semplice e secondo me sono più brava nelle presentazioni che nel cucinare. Credo di essere creativa, quello sì, ma la mia creatività è sempre ispirata da un qualcosa che vedo prima. Sto cercando con voi di autoconvincermi che forse ho qualche possibilità di non fare figuracce. Mamma mia che paura!!!!!! Ma cosa avevo nella testa quando ho accettato?????
Amici, vi saprò dire prossimamente come è andata, sarà senza ombra di dubbio una bella esperienza.
Ieri mio marito si è divertito a prendermi un po' in giro e mi ha scattato qualche foto mentre preparavo la pizza.








olio extravergine d'oliva, passata di pomodoro e olive Agrinatura di Giancarlo Ceci
ceramiche Tine K Home

Buon week end a tutti!
Sabina

giovedì 23 maggio 2013

Insalata con fragole

Buona giornata care amiche,
è stato davvero bello leggere  i commenti che mi avete lasciato nel post precedente, quando si tratta di esperienze con i nostri  "bimbi" pelosi non smetteri mai di ascoltare e raccontare. Mi inteneriscono molto anche i commenti delle mamme che mi raccontano di quanto ci siano rimasti male i loro figli perdutamente innamorati di Elsa. Ora grazie ad un'amica speciale speciale nel cielo c'è una stella di nome Elsa. Si amici, avete capito bene: ho ricevuto un regalo unico con tanto di certificato astronomico di proprietà simbolica ed esclusiva di una stella.
D'ora in poi e per sempre nel firmamento c'è una stella di nome Elsa. Uno splendido regalo che ha emozionato tantissimo me e mio marito, grazie ancora Ely

Anche la mia ricetta di oggi è un po' simbolica, ho messo assieme tre ingredienti e ne ho fatto un'insalata, nulla di speciale, soltanto un piatto per stare in vostra compagnia.









































Ultimamente manco di creatività, ma soprattutto non ho voglia di presentare le ricette, portate pazienza.
Questa insalata è semplicissima, a me è piaciuta, a mio marito no, ma lui non fa testo perchè non gli piace la feta mentre io l'adoro e la metteri ovunque.
Gli ingredienti di questa insalta sono: spinacini, fragole, feta con vinagrette al limone.








































Buona giornata!
Sabina

martedì 21 maggio 2013

Cappuccino di piselli

Buongiorno amici,
oggi la mia giornata è iniziata allegramente perchè proprio fuori dal panificio ho incontrato due labrador bellissimi. Uno era una femmina nera con il muso e la corporatura molto simile ad Elsa e l'altro invece un bel maschione color cioccolato ancora molto giovane.
E' inutile negarvi che ho un debole per i labrador, l'ho sempre avuto e ora più che mai. Quello che mi attira sempre del labrador è soprattutto il carattere. Elsa era una femmina dominante dal carattere forte e indipendente, era l'ultima rimasta di una cucciolata, nessuno la voleva perchè era troppo vivace ed effettivamente i primi due anni mi ha fatto impazzire.
Quando ci siamo incontrate ero una trentenne single che sognava di avere un cane giallo fin da bambina.
Abitavo in affitto in un piccolo appartamentino a pian terreno con un bel giardino, avevo un lavoro che mi permetteva di dedicare tanto tempo al cane, così un giorno arrivò lei, Elsa.
Sono andata da sola a prenderla a Lecco perchè una signora, che l'aveva presa dall'allevamento, non la voleva più, ho capito subito il perchè. Già dalla prima passeggiata attorno al lago mi ha fatto capire chi avrebbe comandato, seppur avesse soltanto tre mesi.
Io ero più testona di lei e appena l'ho vista ho pensato che nulla e nessuno ci avrebbe mai separate.
Mi piace raccontarvi di Elsa e magari continuerò a farlo nei prossimi giorni.

La ricetta di oggi è semplicissima, ma molto primaverile, adatta in queste giornate ancora un po' fredde e piovose.








































Ingredienti:
piselli freschi
un cipollotto fresco
un mazzetto di menta
olio extravergine d'oliva (Agrinatura Giancarlo Ceci)
sale e pepe
ricotta di mucca

Sgranate i piselli. Affettate il cipollotto, fatelo imbiondire in una pentola con un filo d'olio, aggiungete i piselli, coprite a filo con l'acqua, salate e fate cuocere finchè i piselli non diventano teneri. Frullate i piselli con la menta, regolate di sale, versate nei piatti o nelle tazze, aggiungete un cucchiaio di ricotta, spolverate con pepe e guarnite con una foglia di menta.


















Questo cappuccino di piselli è molto carino presentato come finger food tiepido in piccoli bicchierini.








































Buona giornata a tutti!
Sabina

lunedì 20 maggio 2013

Insalata di cous cous

Buon sabato a tutti cari amici, amiche soprattutto,
i giorni passano troppo in fretta, tra un ricordo e l'altro e io cerco di tenermi impegnata per colmare questo grande vuoto.
Questa mattina mi sono svegliata pensando di fare tutt'altro, ma poi ho pensato a voi, a tutti i vostri messaggi e non potevo iniziare la giornata senza ringraziarvi.
Mi avete scritto tutti con il cuore e questo mi è arrivato, mi avete raccontato la vostra storia, mi avete inviato le foto dei vostri cani, avete dedicato poesie ad Elsa, tutto questo con grande delicatezza e umanità. Vi voglio dedicare questo post perchè veramente siete così tanti che non riesco a rispondervi singolarmente. Siete stati tutti di grande conforto e io ricordo ogni nome e ogni parola scritta.
E' stato come per i funerali dei miei cari, ricordo ancora, dopo tanti anni, tutte le facce e gli abbracci.
Vi scrivo più tardi la ricetta di questa insalata di cous cous, ora voglio uscire, devo uscire da questa casa che faccio fatica a sentire ancora mia. Oggi non piove e ho voglia di camminare un po'. Ieri ha piovuto tutto il giorno e dopo aver scritto il post sul tè nell'altro blog ho mangiato un pacchetto da 300 g di arachidi, altro che cura della pelle........









































a più tardi con la ricetta.....
Sabina











































Buon lunedì amiche, 
sono ritornata per scrivervi la ricetta di questa insalata di cous cous molto particolare e profumata.

Ingredienti per 4 persone:
250 g di cous cous istantaneo
600 g di pomodori
1-2 cetrioli
un mazzetto di erbe (menta, prezzemolo e aneto)
60 g di albicocche secche
1 limone bio
100 g di mandorle
1-2 cucchiai di succo di agave
8 cucchiai di olio extravergine d'oliva (Il mio è Agrinatura di Giancarlo Ceci
sale e pepe

per la salsina da accompagnare:
250 g di yogurt bianco
2 cucchiai di succo di agave
1 peperoncino piccante secco
1/2 cucchiaino di cumino macinato
2 cucchiai di succo di limone
sale e pepe 

Fate tostare brevemente il cous cous in una pentola con pochissimo olio, salate, versate 300 ml di acqua bollente e lasciate riposare a fuoco spento con coperchio per 10-15 minuti circa.
Tagliate i pomodori e i cetrioli a cubetti, tostate le mandorle,
tritate grossolanamente le erbe, sminuzzate le albicocche e mescolate il tutto al cous cous.
A parte preparate il condimento emulsionando bene l'olio con il succo di limone, il succo di agave, sale, pepe e infine versate nel cous cous mescolando bene.
Preparate la salsina allo yogurt da servire separatamente con l'insalata di cous cous.











































In Alto Adige oggi è festa, Pentecoste, ancora non sappiamo quello che faremo.
Buona giornata!
Sabina 

giovedì 16 maggio 2013

Muffin al papavero con fragole al rosmarino e crema alla vaniglia

Buon giovedì a tutti cari amici,
è passata una settimana senza Elsa e mi sembra un'eternità, ma allo stesso tempo mi sembra che lei ci sia ancora, penso che lei stia dormendo accanto a me mentre io vi scrivo il post. Scrivevo sempre la mattina a quest'ora perchè era l'unico momento della giornata in cui lei era più tranquilla.
Stava tanto male e noi pensavamo fosse soltanto vecchia e incontinente, aveva un tumore nascosto all'imbocco della vescica che non le permetteva più di urinare. Era impossibile da operare e negli ultimi giorni aveva intaccato anche i reni. Con il cuore a pezzi abbiamo dovuto farla addormentare per evitarle ulteriore sofferenza, abbiamo fatto l'impossibile fino alla fine.
Piano piano me ne sto facendo una ragione e continuo a pensare che è stata una cagnolina fortunata, che noi siamo stati fortunati ad averla avuta per così tanto tempo, che il nostro è stato un amore grande che poche persone hanno la fortuna di conoscere.
Negli ultimi giorni sono riaffiorati nella mia mente i ricordi degli ultimi quindici anni e il sorriso ha prevalso su tutto, il ricordo di Elsa non può far altro che farmi sorridere. Elsa mi ha insegnato a vivere, a essere felice, ad amare la natura e tutto quello che di più puro possa esistere su questa terra.
Ringrazio con tutto il mio cuore tutte le persone che mi hanno scritto sul blog e in privato. Mi avete commosso ulteriormente con le vostre parole, ma era proprio quello di cui avevo bisogno.
Mi ha fatto tanto bene leggervi, piangere e piangere ancora. So benissimo che il dolore non va soffocato, serve tempo per lasciarlo uscire un po' alla volta.
Ho capito anche che ora più che mai ho bisogno di questo blog, che continuerà a chiamarsi "Due bionde in cucina". Non c'è ricetta che Elsa non abbia assaggiato, non c'è nulla che non me la faccia ricordare. Due anni di vostri commenti sempre con un pensiero, una carezza per Elsa, li ho sempre apprezzati tantissimo, non sapete quanto.
Ho ricevuto un'infinità di mails da persone che mi seguono in silenzio, vorrei rispondere a tutti, ma è quasi impossibile. Anche in questo Elsa è stata tanto fortunata e mi auguro che da lassù senta tutto l'affetto e il calore che le date.
Proprio ieri ho ricevuto da Almo Nature una mail di richiesta di collaborazione, sarebbe stata la gioia mia e sopratutto di Elsa fare la pubblicità alle pappe per cani.
E' stato ieri che ho capito che il blog sarebbe stata la mia medicina, quando ho letto sul magazine "HEARST HOME" che parlavano di "Margherite, farfalle e sogni".
Per me il complimento più bello è quando mi dite che Elsa ed io siamo riuscite a trasmettere serenità, pace, gioia, equilibrio. Ora non so quanto tempo mi servirà per riacquistare quel benessere interiore che mi ero costruita pian piano, giorno dopo giorno, ma ce la farò perchè da ogni esperienza sono sempre riuscita a ricavarne qualcosa di positivo. ll dolore mi ha fatto crescere dentro, spiritualmente, come persona e anche oggi con questo post spero di essere riuscita comunque a trasmettere qualcosa di positivo.

La ricetta di oggi è il dessert del nostro ultimo pic nic, qui qualche foto. Elsa non stava già bene, ma sembrava felice e spensierata sul quel prato verde.








































Ingredienti per 6 bicchieri:

per i muffin al papavero:
90 g di burro
125 g di farina
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1 uovo
1 presa di sale
50 ml di latte
1 cucchiaio di spremuta d'arancia
scorza d'arancia grattugiata
1 pacchettino di zucchero vanillinato o vanillina
60 g di zucchero
1 cucchiaio colmo di semi di papavero

per le fragole al rosmarino:
600 g di fragole
2-3 cucchiai di zucchero
1 pacchetto di vanillina o zucchero vanillinato
il succo di mezza arancia
qualche aghetto di rosmarino
1 cucchiaio di Grand Marnier

per la crema alla vaniglia:
400 ml di panna liquida fresca
2 yogurt alla vaniglia
zucchero a piacere

Impastate gli ingredienti per i muffin. Sistemate sei pirottini negli stampini, dividete l'impasto e cuocete nel forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti. Fate raffreddare dopo la cottura.
Preparate le fragole al rosmarino. Montate la panna, mescolatela delicatamente allo yogurt e zuccheratela a piacere (meglio con zucchero a velo).
Sistemate i muffin nel fondo dei bicchieri, versate la crema, le fragole e così via fino a riempire il bicchiere.








































E' una ricetta della "Fräulein Klein", molto buona. Io ho cambiato la crema alla vaniglia perchè non ho trovato gli ingredienti da lei riportati.

Grazie ancora a tutti voi per la vostra amicizia e per essermi stati vicini in un momento così difficile.
Un abbraccio forte
Sabina

lunedì 13 maggio 2013

Cantucci e una vita da ricostruire

Con la perdita di Elsa ho perso tutte le mie certezze e non so cosa ne sarà di questo blog, dell'altro e soprattuto di me e di mio marito.
Devo ricominciare da qualche parte e forse questo blog mi servirà per sfogarmi quando ne sentirò la necessità.
Elsa mi manca da impazzire, sento un grande vuoto e nulla ha più un senso.
Ho pensato tante volte al giorno in cui lei non ci sarebbe più stata, pensavo che sarei riuscita comunque a farmene una ragione perchè era molto vecchia e più di così non avrebbe potuto vivere.
Come si fa a vivere senza una cagnolina così speciale????? Mi manca fisicamente perchè eravamo una cosa sola io e lei.
Ho superato la perdita di mia mamma, della mia bambina, i miei aborti con lei al mio fianco. Lei era la mia sicurezza. Ho conosciuto mio marito quando Elsa aveva un anno o poco più e la nostra vita è sempre stata con lei. In quest'ultimo anno avevo raggiunto la serenità, ero felice, stavo bene. Avevo imparato ad accettare la sorte e noi tre eravamo la famiglia perfetta, non mi mancava nulla.
Ora piano piano, mio marito ed io dovremmo ricostruirci una vita senza di lei e sarà molto difficile.
Elsa non si può nemmeno sostituire con un qualsiasi altro cucciolo perchè era unica, era e sarà la nostra Elsina.
Ringrazio davvero tutti per le parole che mi avete lasciato, sono state per me e mio marito di grande conforto.
Ho ancora qualche ricetta che avevo preparato quando lei mi gironzolava attorno, come questi cantucci.








































Ho seguito la ricetta di Giallo Zafferano, al momento non ho voglia di riportarvela.








































Purtroppo o per fortuna ho preso l'impegno di qualche collaborazione e quindi sarò costretta a fare qualche post, di qua o di là, ancora non lo so.

Un abbraccio a voi che l'avete amata da subito.
Sabina

venerdì 10 maggio 2013

Il post che non avrei mai voluto scrivere









































Il mio Amore non soffre più e ora riposa in pace.
Grazie a tutti per il bene che le avete voluto.
Sabina

mercoledì 8 maggio 2013

Piccoli muffin al farro

Buongiorno amici,
ringrazio tutti di cuore per l'affetto che mi dimostrate nei confronti di Elsa.
Elsa ha quasi quindici anni ed è raro che un labrador viva così a lungo, questo ne comporta tutti gli acciacchi possibili immaginabili. Ora abbiamo iniziato la cura antibiotica e questa notte è stata più tranquilla. Vi terrò informati.
Proprio negli ultimi giorni sono stata contattata dalla rivista Pet4you e nell'ultimo articolo, che troverete tra un paio di settimane gratis in tutti i migliori negozi per animali, nel capitolo che riguarda l'alimentazione ci saranno le mie ricette di biscotti per cani.
Ieri mi ha scritto Almo Nature chiedendomi di collaborare per una campagna che aiuta gli animali più sfortunati.
Tutto questo mi da grande soddisfazione, per l'occasione avevo in mente una nuova ricetta di biscotti per cani, ma mi riesce difficile prepararla perchè Elsa è da qualche giorno che non tocca cibo.
In compenso, io e mio marito per sopportare meglio stress, stanchezza, notti in bianco ecc...mangiamo più del solito. Soprattutto la mattina abbiamo bisogno di energie ed è per questo che ho preparato questi muffin ideali per la colazione.












































Ingredienti per 12 muffin piccoli:

125 g di farina di farro
70 g di zucchero
30 g di burro
1 yogurt alla vaniglia
1 uovo
1 cucchiaino di lievito per dolci
una presa di scorza di limone
un paio di cucchiai di latte per ammorbidire l'impasto

Con il robot da cucina impastate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio, soffice e cremoso.
Foderate gli stampini da muffin con i pirottini di carta e versate in ognuno l'impasto.
Cuocete nel forno preriscaldato a 180° per 20 minuti. Fate sempre la prova stecchino per verificarne la cottura.








































Buona giornata a tutti!
Sabina

martedì 7 maggio 2013

Panini di riso e vincitrice del giveaway

Buongiorno amici,
sono sempre più stanca, Elsa ha scambiato il giorno con la notte e alla mia età faccio sempre più fatica a passare le notti in bianco. Mi scuso veramente con le amiche blogger e con i nuovi followers per non riuscire mai a contraccambiare le vsite.
Oggi inizio prima con la ricetta e poi vi dico chi ha vinto il giveaway dei ricettari "Baule volante".
Anche la ricetta di oggi l'ho presa da questi fantastici libricini.








































Ho provato questa ricetta più che altro per curiosità, volevo vedere che pane sarebbe venuto senza l'aggiunta di lievito. Ne è uscito un pane delizioso, gustoso e soprattutto leggero e digeribile.

















Potete aggiungere a vostro piacere semini vari, frutta secca, qualche oliva oppure della cipolla.
Io li ho lasciati al naturale.








































Sono perfetti sia per colazione che per uno spuntino salato.

















Ingredienti:
2 tazze di riso integrale
2 tazze di farina integrale
un po' di sale
acqua quanto basta

Cuocete il riso più a lungo del solito, deve essere molto morbido e fatelo raffreddare.
In una ciotola mescolate il riso, la farina, il sale e acqua necessaria per ottenere un impasto liscio e sodo.
Formate tanti piccoli panini tondi e leggermente schiacciati.
Adagiate i panini sulla teglia del forno foderata con carta, copriteli con un telo e fateli riposare tutta la notte in un luogo tiepido.
La mattina seguente infornate a 180° nel forno preriscaldato per 45 minuti o un'ora, finchè la superfice diventa dorata.








































piatti e tovagliolo Tine K Home
posate di legno e tazza Home & Living


La vincitrice del giveaway è Nicol del blog "Niki_ la_ By"
Buona giornata a tutti!
Sabina

lunedì 6 maggio 2013

Coniglio alla bresciana

Buon lunedì a tutti!
la casa editrice periodici San Paolo e Famiglia Cristiana mi ha chiesto di provare qualche ricetta della loro nuova collana "Sapori di Casa", in special modo del terzo volume "Profumo di arrosto".
Io ho un rapporto un po' strano con la carne, amando troppo gli animali ne mangio veramente pochissima e sarei vegetariana se non fosse che ogni tanto mi piace.
Sono cresciuta con una mamma e una zia che facevano a gara di chi faceva l'arrosto più buono e certi sapori non si dimenticano.
Avete avuto modo di vedere in questo lungo periodo che la mia cucina è tutt'altro che tradizionale, ma ogni tanto mi prende la nostalgia e sento il desiderio di preparare quei piatti che mi ricordano tanto le domeniche, le feste, i compleanni di quando ero bambina.
Non ho mai preparato il coniglio, ma quando ho visto la ricetta nel volume di "Sapori di Casa" ho voluto provare perchè mi ricordava tanto il coniglio che preparava mia mamma. Infatti non mi sono sbagliata, quel coniglio aveva tutto il sapore della cucina sana e genuina di una volta.
Per una questione di principio e onestà nel mio blog voglio pubblicizzare soltanto quello a cui credo veramente e questa collana merita davvero, vi basterà sfogliarla per capirlo.








































Vi scrivo velocemente la ricetta con le mie parole per una questione di tempo.
Ho provato ieri a fare il copia e incolla, ma ho combinato un disastro e ho dovuto cancellare tutto il post. Con la tecnologia ancora non vado molto d'accordo e per fortuna c'è quasi sempre mio marito a soccorrermi.








































Ingredienti:
1 coniglio tagliato a pezzi
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
qualche foglia di salvia
scorza di limone
2 chiodi di garofano
noce moscata
2 foglie di alloro
1 bicchiere di vino bianco secco
1 dado
sale e pepe
una noce di burro
olio extravergine d'oliva

Lavate bene il coniglio sotto il getto dell'acqua e asciugatelo.
In una casseruola fate sciogliere il burro con un paio di cucchiai di olio, fate rosolare il coniglio, aggiungete l'aglio tritato, il rosmarino, la salvia e il dado.
Bagnate con il vino bianco e aggiungete i chiodi di garofano, la scorza di limone, la noce moscata, l'alloro, sale e pepe.
Fate evaporare il vino e poi trasferite la casseruola con coperchio nel forno (oppure fate come me: ho trasferito il coniglio in una teglia da forno e ho coperto bene con la carta stagnola), a 180° per circa 2 ore. 
Bagnate ogni tanto con il brodo se fosse necessario.
Dopodichè, passate le due ore, scoperchiate e fate cuocere un'altra mezz'ora.








































Il coniglio preparato così rimane morbido all'interno, saporitissimo e per niente asciutto.
E' ottimo con la polenta o con un purè di patate.
Abbiamo gustato questo coniglio assieme ad un ottimo vino rosso "Felice Ceci nero di troia riserva"

















Buon inizio settimana a tutti!
Sabina

domenica 5 maggio 2013

Bibita fresca con rabarbaro e fragole

Buona domenica cari amici,
con oggi voglio concludere le ricette con il rabarbaro, anche perchè purtroppo non ne ho più trovato nemmeno io.
Tempo fa avevo preparato una limonata con fragole veramente buona. Ho voluto provare una bibita simile anche con il rabarbaro e il risultato è stato eccezionale.













































Non vi posso dare gli ingredienti precisi perchè ho fatto tutto ad occhio, ma è semplicissimo.

Per una bottiglia da litro:
2-3 bastoncini di rabarbaro
1 bicchiere di fragole mature
qualche cucchiaio di zucchero
il succo di un limone
acqua quanto basta

Lavate e tagliate il rabarbaro a pezzetti, mettetli in una padellina con un paio di cucchiai di zucchero e un goccio di acqua e fate cuocere per pochi minuti finchè non si ammorbidisce.
Lasciate raffreddare il rabarbaro, frullatelo assieme alle fragole, aggiungete l'acqua, il succo di limone e zucchero a vostro piacere.
Imbottigliate e fate raffreddare in frigo.









































Buona serata a tutti!
Sabina