lunedì 13 gennaio 2014

Vellutata di pomodori al forno

Buon lunedì a tutti e buon inizio settimana,
oggi vi scrivo la ricetta tra uno sbadiglio e l'altro perchè ho dormito veramente poco. Ieri sera ero bella spaparanzata sul divano mentre guardavo un film quando ho sentito il terremoto. Era una scossa molto forte, mio marito pensava fosse una macchina, ma noi non abitiamo vicino alla strada. Che paura!!!!
Da quando sono tornata dalla Lapponia non ho fatto altro che cucinare zuppe di verdura e insalate tiepide invernali un po' perchè ne ho voglia e un po' per disintossicarmi dagli eccessi natalizi.
Quella di oggi è una crema di pomodori, lo so bene che in questa stagione i pomodori non hanno sapore, ma contengono molta vitamina C indispensabile in questo periodo dell'anno per prevenire l'influenza, per non parlare di tutte le altre proprietà alleate della linea.








































Potete preparare questa zuppa secondo i vostri gusti: potete aggiungere una carota e un gambo di sedano, potete omettere la patata, sostituire il pesto con del basilico fresco, aggiungere a piacere panna o latte ecc...

















Ingredienti per 2 -3 persone:

1 kg di pomodori maturi
un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva (Agrinatura Giancarlo Ceci)
sale e pepe
1 cipolla gialla
1 patata piccola
2 spicchi d'aglio
1 foglia di alloro
1 tazza di brodo vegetale
2 cucchiaini di pesto al basilico
un paio di cucchiai di panna o latte

Tagliate i pomodori a metà, disponeteli sulla teglia del forno, salate, pepate e irrorateli con un filo d'olio extravergine d'oliva. Fate cuocere nel forno per 15 minuti circa a 250° o sotto il grill se i pomodori sono piccoli.
In una pentola capiente fate dorare la cipolla affettata grossolanamente, l'aglio e la patata tagliata a cubetti, aggiungete il brodo, la foglia di alloro e fate cuocere con coperchio a fuoco basso per 10-15 minuti o finchè le verdure sono tenere.
Mettete nella pentola anche i pomodori, togliete la foglia di alloro e frullate il tutto con un frullatore ad immersione.
Regolate di sale e pepe, aggiungete la panna che servirà per ammorbidire la vellutata.
Versate nei piatti, decorate con un cucchiaino di pesto e servite con crostini di pane.








































Le ceramiche sono di Tine K Home








































Buona giornata a tutti!
Sabina

17 commenti:

  1. Intanto mi spiace per il terremoto, io abito a Milano, negli anni è capitato anche qui e ti capisco perchè mi sono sempre spaventata moltissimo
    La ricetta è molto interessante e la proverò sicuramente, adesso ti saluto perchè devo passare nell'altro blog!
    Un abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
  2. Oh santa polentina...mi spiace.
    A me è spesso capitato qui in ufficio dove ci sono pareti in vetro e siamo al secondo piano..ti lascio immaginare lo spavento!
    Un abbraccio, buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Ciao Sabina.
    Ottima questa zuppa... prendo appunti della ricetta.
    Io con i pomodorini al forno preparo la pasta.... buona anche questa.
    Terremoto??? Non hanno detto niente ieri in tv........ Tutto bene???
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
  4. Terremoto??? ma non ho sentito nulla alla TV.. farò caso al Tg delle 13 oggi!!! Mi spiace... Ottime le vellutate e le zuppe.. camperei solo di quelle questo periodo... Mai fatta di pomodori.. ha un bellissimo aspetto! baci e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai com'è ......noi dell'Alto Adige veniamo poco considerati...."non facciamo parte dell'Italia"....al Tg non dicono mai nulla di quello che accade qui, nemmeno al meteo ......sorvoliamo vàh che è meglio

      Elimina
  5. Buona questa zuppa Sabina, con quel sfizioso gusto di pomodori cotti al forno... e il pesto ci sta benissimo!!! Brava!!! Mi spiace per il terremoto, spero tutto bene?!?!?!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  6. Cara Sabina, spero che stai bene e ce ti sia passata un pò la paura!!!
    Prenderò spunto da questa tua ricetta...ho bisogno anch'io di disintossicarmi un pò dalle abbuffate natalizie!!!
    Un abbraccio,
    Grazia

    RispondiElimina
  7. Caspita...terremoto...ma sai che ci ho pensato proprio ieri sera...mi terrorizza...
    Splendida questa vellutata...sembra così coccolosa ! Ti abbraccio bionda bellissima <3

    RispondiElimina
  8. Un terremoto!! Mamma mía. Cuídate la cucina che é troppo importante eh!! La vellutata fantástica dopo tanto mangiare. Un saluto. Monie

    RispondiElimina
  9. Ho sentito del terremoto ma avevo capito che non era stata una scossa forte.. :-(
    Buona la tua zuppa anche se per un periodo devo eliminare i pomodori causa gastrite...vediamo fino a quando resisto! ;-) un bacione

    RispondiElimina
  10. Che brutta sensazione! sentito una volta sono rimasta sconvolta per diverse ore dopo...la scelta di non diffondere la notizia forse mi fa ancora più rabbia... che ancora non si sia capito che viviamo ( io non proprio, ma cmq italiana sono) in un paese sismico e che, visto che dal punto di vista edilizio si può far poco alle strutture che esistono, l'informazione e l'educazione delle persone é una delle poche armi che abbiamo, mi fa una grande rabbia. Ma parecchia.
    Cmq la tua zuppa, stagione o non stagione, é così bella, ed immagino buona, che potrà contribuire a calmare tutte le paure! brava, come sempre del resto!

    RispondiElimina
  11. Sabina, i prima linea spero che stiati tutti bene!

    E in seconda... Ma è possibile che queste cose non si vengono a sapere al tg??? Mi fanno arrabbiare queste cose!

    In terza... Adoro zuppe, vellutate & co. E questa di pomodori al forno la immagino molto profumata. Anche se i pomodori ora non sono di stagione! Preparati in questo modo devono essere buonissimi!

    Un'abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Io che mangio anche attraverso il gusto dei colori, vado matta per vellutate così... e sopra quei pomodori che il forno rende dorati, io metterei anche un pochino di pangrattato, come faccio quando preparo il condimento per la pasta... mi hai fatto venire voglia di provare... ovviamente senza omettere la chicca del pesto! ;-)

    RispondiElimina
  13. Ciao Sabi, bentornata :) Perdonami se riesco a passare solo ora ma il periodo caotico non mi fa seguire tutto al meglio. Non sapevo del terremoto, mi dispiace tanto e immagino lo spavento... qui c'è stata una scossa diversi giorni fa e abbiamo avuto paura. La tua vellutata è invitantissima, voglio provarla, foto stupende. Vado a leggere del tuo viaggio sull'altro blog, un forte abbraccio <3

    RispondiElimina
  14. Immagino lo spavento per il terremoto ma ora vedo un bel sole e un bel sorriso nel tuo piatto gustoso; non ho mai pensato di fare una vellutata di pomodoro e la tua è molto invitante e poi amo il colore che porta a tavola.
    Bacini e dolce notte

    RispondiElimina
  15. Uma sopa creme de tomates bem bonita e com tão bom aspecto, a cor é bem gulosa, o facto dos tomates serem assados ainda torna esta sugestão mais apetecível.

    Beijinhos

    RispondiElimina