giovedì 21 maggio 2015

Gnudi di ricotta e spinaci con salsa di pomodorini

Buongiorno amici, 
oggi ancora non sono uscita di casa, ma so già che quando lo farò dovrò indossare una giacca pesante perchè è tornato il freddo, le cime delle montange sono innevate e guardando fuori dalla finestra sembra novembre. Spero che il tempo si rimetta un pochino perchè pomeriggio andrò a visitare, qui in zona, un'azienda agricola biologica che apre proprio oggi.
Negli ultimi giorni mi è capitato spesso di pensare ad Anna e vorrei parlarvi proprio di lei. Ho conosciuto Anna attraverso il suo blog "Ultimissime dal forno" e il destino ha voluto che diventassimo "parenti", la sua bellissima cucciolona Mia è una cugina di Nina, la mamma di Mia, se non sbaglio, è la figlia della sorella del papà di Nina. Quasi sempre vado più d'accordo con persone che hanno o hanno avuto degli animali e soprattutto con chi ha o ha avuto proprio un labrador. Non è una questione di estetica, di etichette o pedigree, la maggior parte delle persone che scelgono un labrador, a parte quelli che lo prendono solo per la pubblicità della Scottex, lo fanno perchè attirate dal loro carattere che non a tutti piace, perchè troppo esuberante e vivace. Chi è appasionato di cani sa che si sceglie una razza, o anche non razza, in base al proprio carattere e allo stile di vita, quindi non a caso mi ritrovo ad andare sempre d'accordo con chi come me ha un labrador o un simile. Ora non voglio fare discriminazioni, ma anche preferire il cane al gatto o viceversa è una questione di carattere. Non credo negli opposti che si attraggono", ma bensì nel "chi si somiglia si piglia". Conosco Anna solo virtualmente, ma ho capito che siamo molto simili, crediamo negli stessi valori e soprattutto siamo due paladine della giustizia, contro tutti purchè sempre dalla parte della ragione. Anna mi piace perchè è sincera, solare, libera, limpida, una persona che dice apertamente quello che pensa senza troppi giri di parole. Il mio post di oggi non vuole essere di quelli sdolcinati che raccontano di un'amicizia speciale, unica e bla bla bla...., ma semplicemente una dimostrazione d'affetto e simpatia per una persona che ho sentito vicina più di una volta, una persona con la quale si può sempre essere se stessi, una persona che è un libro aperto come lo sono io.
Ho già detto più volte che non credo nell'amicizia perchè ho avuto troppe delusioni, troppe persone mi hanno detto di volermi bene e poi sono sparite come bolle di sapone, chi mi conosce ormai sa che sono uno spirito libero, non mi affeziono facilmente alle persone e tendo ad essere asociale, dicendo questo mi contraddico perchè il carattere del labrador è completamente l'opposto, diciamo che ho l'indole di un labrador, felice, socievole e giocherellone, che però è stato abbandonato e maltrattato e che quindi non si fida più di nessuno. Non credo nell'amicizia con la A maiuscola, ma credo nel mio istinto, nelle emozioni che mi trasmette, credo nei gesti più che alle parole, credo al momento vissuto in sintonia, credo nelle persone che mi dimostrano affetto sincero, credo nelle persone che stanno insieme per il piacere di stare assieme e non per interesse o comodità, credo nelle belle persone, credo ad una cena o ad una bella giornata passata assieme, non credo nel per sempre, credo all'attimo, credo in un sorriso, credo in un abbraccio forte forte. 

E ora sarebbe anche il caso che procedessi con la ricetta del giorno. Ho scattato tantissime foto che forse possono dare l'impressione di un piatto molto complicato, ma in realtà è più semplice di quello che immaginate. Ho preparato questi gnudi con ricotta e spinaci più volte ormai e si fanno davvero in un attimo.












































Ho preso la ricetta dal libro "Creme, formaggi, burro e yogurt fatti in casa" di Jenny Linford, edizione Il Castello.

















































Vi consiglio inoltre di provare anche gli gnocchi di ricotta, spinaci e menta di Donna Hay che avevo postato qualche anno fa, entrambe le ricette sono ottime.











































In realtà più che gnocchi o gnudi questi hanno l'aspetto di piccoli canederli, effettivamente sono un po' troppo grandi, ma per velocizzare i tempi ho utilizzato l'attrezzo per fare le palline di gelato, l'ho trovato comodissimo, quasi non ci si sporca nemmeno le mani.









































Ingredienti per 4 persone:

400 g di spinaci freschi
250 g di ricotta
2 uova
100 g di semolino fine, più altro
50 g di parmigiano grattugiato
noce moscata
sale e pepe

per la salsa di pomodorini:
2 cucchiai di olio d'oliva
2 spicchi d'aglio tritati

2 lattine di pomodorini ciliegia
1 peperoncino essicato
una manciata abbondante di foglie di basilico
una spolverata di scorza di limone grattugiata al momento

Lavate bene gli spinaci, metteteli in una casseruola con il fondo spesso e cuoceteli a fuoco basso con il coperchio, in modo che cuociano con il vapore e quindi mantengano la loro consistenza.
Scolateli, eliminate bene l'acqua, fateli raffreddare e infine tritateli.
Preparate la salsa al pomodoro. Fate soffriggere l'aglio nell'olio, aggiungete i pomodorini, il peperoncino, la scorza di limone, il basilico spezzettato, salate e cuocete senza coperchio a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto, finchè la salsa si addensa.
Preparate gli gnudi. Mettete in una ciotola capiente la ricotta, sbricolatela con la forchetta, aggiungete gli spinaci, le uova, il semolino, il parmigiano grattugiato, sale, pepe, noce moscata e amalgamate bene il tutto.
In un piatto grande o sul piano di lavoro spolverate con altro semolino, con un cucchiaio o con l'attrezzo da gelato formate gli gnocchi e passateli nel semolino per ricoprirli.
In una pentola portate a ebollizione acqua salata, cuocete gli gnocchi in più riprese, sono cotti quando salgono a galla. Scolateli bene e teneteli al caldo nel forno a 190° finchè sono cotti tutti.
Mettete gli gnocchi nei piatti, aggiungete la salsa di pomodorini ben calda, qualche foglia di basilico e una spolverata di parmigiano.








































Per cambiare potete provare anche il mio sugo di pomodorini con erbe aromatiche.








































Mamma mia che post lungo oggi!!!
Buona giornata a tutti!!!
Sabina

29 commenti:

  1. guardare un post così bello a mezzogiorno è voler farsi del male, la fame è aumentata scatto dopo scatto, cosa dirti se non che li mangerei volentieri e non un paio di gnudi ma un bel piattone pieno fino all'orlo ?Speriamo che questa primavera si dia una calmata, qui soffia forte la bora e fa freschino...Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Chiara, a dirti la verità un bel piattone l'ho mangiato anche io, questa mini porzioncina era solo per le foto, questi ingredienti per 4 persone sono stati questo giro per 2 persone, ci siamo tolti la voglia
      un bacione

      Elimina
  2. Ciao Sabina, che grande dimostrazione di affetto!...io credo che tu non voglia credere di "credere nell'amicizia"(scusa il gioco di parole), perché' dopo quello che hai scritto ,non si può' non leggere la profondità' del tuo essere....e quanto tu possa essere una vera amica più' di tante altre persone.un abbraccio(ho fatto un discorso un po' arzigogolato...) non so se si e' capito eheheh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Raffaella,
      ti sei spiegata benissimo. Questo discorso sull'amicizia è per me molto complesso, una volta ero più disponibile verso gli altri, ora sono diventata egoista, penso prima a me stessa, ho imparato a stare bene da sola e quindi le persone con le quali potrei instaurare un'amicizia prima o poi se ne vanno perchè non riesco a dare abbastanza. Diciamo che ho belle conoscenze, sono diventata molto selettiva, preferisco la qualità alla quantità, se mi trovo con qualcuno, anche solo per un caffe, è perchè quella persona mi piace particolarmente altrimenti preferisco stare sola.
      un bacione

      Elimina
  3. Ciao Sabina, questi gnocchi fanno parte di quei piatti che mangio sempre volentieri anche se é da parecchio che non li preparo più, grazie per avermeli rammentati!!!
    Per quanto riguarda il profondo e complesso discorso delle amicizie non sai quanto io ti possa capire, ho preso talmente tante di quelle batoste e delusioni da coloro che credevo essere dei miei amici che ora ho solo conoscenze (salvo qualche rara eccezione) e seppur distante per via dei chilometri, ti sento amica mia:)
    Un forte abbraccio e buona giornata!!!
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria,
      siamo molto simili anche in questo e forse è per questo motivo che andiamo così d'accordo, tu non ti aspetti nulla da me e io non mi aspetto nulla da te, insomma niente è dovuto e ogni volta incontrarsi o scriversi è sempre un immenso piacere. So che quando ho bisogno di confidarmi con te posso parlare apertamente e condividiamo tante passioni comuni, che dire...più di questo non chiedo e sento che anche tu sei per me un'amica nonostante tutti i km che ci separano
      un forte abbraccio

      Elimina
  4. In questo ti somiglio molto...anche io non credo nell'amicizia anche se poi inevitabilmente mi affeziono alle persone...salvo poi essere delusa ancora una volta al punto di chiedermi se non sono io ad essere sbagliata.....
    Detto questo ottima ricetta come sempre....ma d'altra parte non mi aspetto mai nulla di meno da questo blog ormai!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una vita che mi pongo le stesse domande e ora sono arrivata alla conclusione che quella sbagliata non sono io, bisogna accettare che non siamo fatti tutti l'uno per l'altro.
      un bacione

      Elimina
  5. cara Sabina, leggendo il tuo post era come vedermi riflessa nello specchio ... hai saputo esternare esattamente il mio pensiero, brava con le parole ed in cucina, questa ricetta è veramente superlativa, perchè adattissima a me, vorrei rifarla sperando che i miei gnocchi non si "disfino". Ancora complimenti un abbraccio Helga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Helga mi sono sempre sentita la pecora nera, da sempre non mi trovo con la maggior parte delle persone, ho imparato a stare bene con la mia solitudine e scelgo molto attentamente chi frequentare, non sopporto più le persone superficili e opportuniste fondamentalmente stupide.
      Se segui attentamente le indicazioni, togli l'acqua dalla ricotta e strizzi bene gli spinaci sono sicura che questi gnudi non ti si disfano durante la cottura. Se vedi che magari sono troppo morbidi aggiungi più semolino, vai tranquilla......pressali bene naturalmente
      un forte abbraccio con tanto affetto
      sabina

      Elimina
  6. meravigliosi quegli gnudi, io li faccio sempre in bianco...proverò anche a farci come te un bel sughetto di pomodorini!
    Buon pomeriggio, a te e Nina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buoni sia in bianco che con il sugo
      baci

      Elimina
  7. volevo proprio provare quelli di Donna Hay... ed ora aggiungiamo pure questi alla lista!! stupendi! belli il tuo post.. dolcissimi i vostri cagnoloni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello che mi piace di entrambe le ricette è quel tocco di scorza di limone grattugiata che fa le differenza
      un bacione

      Elimina
  8. I veri amici sono talmente rari che andrebbero salvaguardati come specie protetta. Per il resto, mi accontento di "una bella giornata passata insieme" e di un sorriso, purché sincero.
    Sarebbe bello se tutti si mostrassero come i tuoi gnudi, con il ripieno bello in vista!
    Un abbraccio (forte forte)
    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero una rarità altrochè...trovarne uno è una grande fortuna, comunque anche trovare persone con le quali si ha un bel feeling è una fortuna
      un abbraccio forte forte anche da parte mia

      Elimina
  9. La riflessione sull'amicizia mi tocca molto in questo momento della mia vita (mi riferisco ad un'amicizia iniziata al primo anno delle superiori pensa un po') Il post non è troppo lungo, mi piace conoscerti. Io amo molto gli gnudi, purtroppo mio marito no ma questo non mi impedisce di farli ogni tanto anche solo per me. Scopro ora l'uso del semolino quindi devo riprovare al più presto, stai certa che lo farò. Adesso vado di PIN, un grande abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Daniela, è successa la stessa cosa a me proprio con quella che credevo la mia migliore amica conosciuta in prima superiore, purtroppo capita che si cresce e si cambia, comunque rimangono delle gran brutte ferite
      un abbraccio

      Elimina
  10. Io non conoscevo proprio gli gnudi ora so che cosa preparare come pranzo veloce e sfizioso per l'estate ma sopratutto per accontentare tutti a casa (io salutista, mamma vegetariana e papà che mangia solo cibo tradizionale o sapori che conosce) :)

    Capisco benissimo il discorso sull'amicizia. Le relazioni che si creano sulla rete virtuale possono essere molto rischiose. Quando ci si espone si attira veramente di tutto. È un po' come accendere una lanterna in giardino d'estate. Attira zanzare, falene, e altri insetti fastidiosi. Quindi ci si espone a critiche, invidie, buonismo, cattiverie.
    Ad un certo punto per poter continuare sulla propria strada è anche giusto mettersi un po' sulla difensiva. Alla fine noi andiamo avanti per la nostra strada facendo quello che ci piace. Il problema è e deve rimanere degli altri. Ed è anche giusto non cadere nelle false amicizie o nell'ipocrisia così "tanto per".
    Chi ha buon senso, un'educazione e molta intelligenza sa riconoscere subito quando c'è in gioco del vero affetto, una vera amicizia e una grande sintonia. :)
    I tuoi post Sabina offrono sempre tanti spunti di riflessione e questo mi piace. Trovo sempre corretto dedicare un po' di riflessione giornaliera per trovare un benessere interiore.
    Un bacione.
    Stef.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah beh allora hai il tuo bel da fare per accontentare tutti....
      ti ringrazio per le tue riflessioni, sono sempre di aiuto anche a me. Cosa vuoi che ti dica, ormai sento che parlare sul blog mi fa bene, a volte vorrei essere più riservata perchè so che vengo giudicata non sempre bene, ma non riesco più ad esserlo.
      un abbraccio

      Elimina
  11. Una bella ricetta, delle bellissime foto e in questo post parli anche della mia amica Anna.. e allora un grazie moltiplicato per tre.. Buon venerdì. Lucia

    RispondiElimina
  12. Era un po' che non ti seguivo, ritrovare il tuo blog è stato davvero un piacere.
    Sempre bello e curato e profumato. Davvero complimenti.
    Un saluto

    RispondiElimina
  13. anche qui piove e fa freddo e viene proprio voglia di fare un bel piatto goloso come i tuoi gnudi,mai provati ma come sempre le tue ricette mi colpiscono e mi avvolgono di un dolce tepore,ti ringrazio cara,buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è molto bello quello che mi hai scritto, grazie mille
      un bacione

      Elimina
  14. Ciao Sabina, adoro questo piatto, qui dalle mie parti (Lucca) è abbastanza tipico, spesso si trova nelle osterie e nei ristoranti... Non l'ho mai fatto, ma adesso ho una ricetta meravigliosa per provarlo! Baci, Francesca

    RispondiElimina