venerdì 20 novembre 2015

Pizza con mela, gorgonzola e cipolla caramellata

Buongiorno a tutti,
ultimamente per me è sempre un dilemma iniziare a scrivere un post, ho ben poco da raccontarvi e quel poco penso non sia per gli altri così interessante. Da quando c'è Nina la mia vita ruota attorno a lei, per tutto il resto non ho più tempo, preferisco dedicare il mio tempo alle nostre lunghe passeggiate, ai giochi, alle coccole mattutine, ecc...Quando ho deciso che Nina sarebbe entrata nella mia vita sapevo sarebbe successo tutto questo e desideravo tutto questo. Ho sfogato su Nina tutto il mio istinto materno, lei lo ha immediatamente percepito e così abbiamo instaurato un legame che credo sia unico, non riusciamo più a separarci, abbiamo bisogno l'una dell'altra, insieme ci completiamo. Nina è davvero un cane straordinario e sono grata alla vita per avermela portata. Vi racconto tutto questo perchè spesso mi ritrovo a pensare alla mia "carriera" da foodblogger. Da quando c'è Nina ho perso tantissime occasioni, ho rinunciato a parecchi inviti molto importanti, a showcooking, a degustazioni, a inaugurazioni di ristoranti e locali, a incontri con chef stellati e personaggi famosi, ecc... Gli eventi più importanti si svolgono quasi tutti a Milano, questo significherebbe per me stare fuori casa tutto il giorno o anche due, perchè spesso gli appuntamenti sono serali. Quando leggo le mail e trovo questi inviti mi sento molto lusingata e felice, ma poi però rispondo a tutti allo stesso modo e mi dispiace moltissimo non accettare. Se avessi voluto proseguire la mia "carriera" da foodblogger non avrei preso Nina, le due cose assieme per me purtroppo non sono compatibili. Molti di voi sicuramente penseranno che sono esagerata o forse lo sono sicuramente, ma per me Nina non è "soltanto un cane". Vado avanti con i miei blog perchè ho un forte istinto creativo che devo sfogare in qualche modo, la passione rimane ed è sempre più forte.
Mi piace creare, cucinare, inventare, fotografare, con Nina al mio fianco che mi guarda con la bava alla bocca, spesso combinando qualche marachella, che mi ruba il pane o qualche foglia di basilico mentre mi diletto con il food styling, che mi guarda con i suoi occhioni implorandomi di uscire e io che le dico "dai, ancora un attimino". E' stato qualche anno fa che ho capito che erano le cose più "semplici" a rendermi felice. In un mondo che corre per arrivare chissà dove io rimango ferma con le mie convinzioni. Molti non capiranno, penseranno che questo mio modo di vivere sia banale, ma questa è la vita che ho scelto di fare. Vedo molte altre foodblogger partecipare a tutti gli eventi e mi domando veramente come riescano a conciliare tutto avendo figli, famiglia, un lavoro. Poi c'è la parte economica che non è da sottovalutare, ogni spostamento ha un costo non indifferente, serve il vestito adatto, trucco, parrucco, ecc....Sono stata un paio di volte in tv, ma quella era un'esperienza che non potevo perdere. Ogni tanto un po' di vita mondana mi manca e forse più avanti, quando Nina sarà più adulta e più tranquilla, avrò meno sensi di colpa nel lasciarla a casa. Parto da presupposto che nella vita non si possa avere tutto, bisogna fare delle scelte, io ho scelto di avere un cane felice, equilibrato ed educato che mi ripaga di tutto in ogni attimo della giornata. Nina non sarebbe Nina se la lasciassi a casa tutto il giorno da sola o se la sballottassi a destra e a sinistra con altre persone per i miei interessi. Mi sento molto vicina alle mamme che si dedicano con gioia alla crescita dei propri figli, a quelle che rinunciano a tutto il superfluo perchè stare con i propri figli è la cosa più importante. Poi per carità, ogni donna deve sentirsi realizzata, ma ci sono momenti e momenti.
Ora con le mie riflessioni mattutine si è fatto tardi e quindi vi lascio immediatamente la ricetta per il week end. Oggi non è un dolce, ma una pizza favolosa che devo assolutamente rifare prima possibile, perchè al solo pensiero mi è già venuta fame.








































Ingredienti:

impasto per pizza (500 g di farina di farro, una bustina di lievito di birra secco, un cucchiaio di zucchero di canna, 1 cucchiaino di sale, 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva, acqua tiepida q.b.)

1 mela granny smith
1 cipolla rossa
150-200 g di gorgonzola più piccante che dolce
salvia

Preparate l'impasto per la pizza e mettetelo a lievitare.
Nel frattempo fate caramellare la cipolla tagliata sottilmente in padella con un paio di cucchiai di zucchero di canna e lasciatela raffreddare.
Stendete l'impasto della pizza piuttosto sottile, adagiate sopra la mela affettata con la buccia, la cipolla caramellata, metà del gorgonzola a pezzi qua e là e qualche foglia di salvia.
Infornate a 250° nel forno preriscaldato per 15 minuti circa o finchè la pizza è ben cotta e il formaggio si è sciolto completamente.
Quando la pizza è pronta mettete il resto del gorgonzola e servite subito ancora calda.








































Buon fine settimana a tutti!!!
Sabina

20 commenti:

  1. Sabina!!! Se fosse richiesto un voto a questo post ti darei 10!!!
    La ricetta di questa pizza è assai golosa e davvero viene voglia di provarla quanto prima, ma il 10 te lo darei soprattutto su tutto quello che dici!
    Il mio pensiero si allinea perfettamente al tuo, sembra una fotocopia di quello che penso io.
    Potrei aggiungere altro ma credo che non sia il caso.
    Io non sono certamente famosa e brava come te, questo è ovvio, tu hai tutte le carte per essere un "personaggio" e se hai scelto un profilo basso verso il mondo dei foodblogger per le ragioni che esponi...sei solo da ammirare! E ti faccio i miei complimenti!
    La differenza tra te ed altre che aspirano ad essere 'famose' è che tu sei richiesta, altre elemosinano i vai like e presenziano dove possono pur di farsi notare, magari trascurando la famiglia...
    MI piaci, credo di avertelo detto altre volte, il tuo stile è evidente!
    Brava Sabina! Per tutto!!!
    Un abbraccio e una carezza dolcissima alla tua amata Nina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Paola,
      ti ringrazio molto per quello che mi hai scritto, sappi che la stima è reciproca. Non mi considero un "personaggio", diciamo che dopo più di 4 anni di blog sono abbastanza conosciuta, forse anche perchè magari mi sono esposta un po' più di altre mettendo in piazza la mia vita, ma io sono fatta così, do tutto o niente.
      Un abbraccio a te e ancora grazie

      Elimina
  2. Sabina.. mi trovi davvero d'accordo con tutto ciò che hai scritto.. ogni singola parola... E ti capsico.. anche per me.la mia piccola Zoe è come una figlia... mi dedico a lei.. se ho un soldo da spendere lo faccio per lei.. per giochini.. pappe buone.. ecc.. Ti capisco eccome!!!!!! Gustosissima invece la farcitura della pizza... baci e buon w.e. .-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah si, non parliamo di giochini, collarini, ecc....che ci spendo sempre una fortuna, ma che vuoi che ti dica, mi da gioia anche questo.......è troppo bella la tua Zoe e fai benissimo a godertela, è un amore
      un bacione e buona serata

      Elimina
  3. Come darti torto Sabina!
    Sai benissimo come la penso sull'argomento e non avendo figli, mi sono data anima e cuore ai miei amati pelosi .... sopratutto con Gretel. Sono la loro mamma. Poi è arrivato Zeus, che ha e sta rivoluzionato la nostra vita , soprattutto la mia.
    È come crescere un bambino piccolo e appena posso dedico il mio tempo a lui e a Greta. Io sono felice così!
    Che dire, va dove ti porta il cuore e fai quello che ritieni giusto e fondamentale per te.
    È quasi l'ora di pranzo e un pezzetto della tua pizza, la mangerei volentieri.
    Un abbraccio a voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si sono proprio come dei bimbi per noi
      un bacione

      Elimina
  4. Tu e la banalità siete incompatibili.E' bellissimo come vivi, tutto con la testa e con il cuore, e sei comunque generosa, a chi ti legge regali parole, immagini. Chi ti segue come me con affetto te ne è grata. Un grande abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo che con gli anni sono diventata sempre più asociale, il blog, fb, ecc...è un modo per tenere contatti con il mondo. Molte persone sono diventate amiche e non potrei più farne a meno
      un bacione

      Elimina
  5. Tu e la banalità siete incompatibili.E' bellissimo come vivi, tutto con la testa e con il cuore, e sei comunque generosa, a chi ti legge regali parole, immagini. Chi ti segue come me con affetto te ne è grata. Un grande abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
  6. Ciao Sabina, non sai quanto capisco e condivido quello che dici, io, che sino ad ora ho lavorato e vorro' lavorare ancora perché é nella mia indole aver bisogno della mia indipendenza, mi sento sempre più in colpa per non poter passare più tempo con la mia Trilly che, come per te Nina, é la mia bimba a tutti gli effetti. Hai ragione quando dici che la felicità é nelle cose semplici...non é mai troppo tardi per rendersene davvero conto!!!
    Grazie!!!
    Un bacione, ti voglio bene,
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Valeria, non devi assolutamente sentirti in colpa con Trilly, sono sicura che quando sei con lei la ripaghi con tutto l'amore e le attenzioni possibili.
      Io sono arrivata a fare questa scelta di stare a casa perchè è la vita che mi ha portato a questo, ad un certo punto ho dovuto staccare la spina per non impazzire del tutto. Io sono esagerata con Nina e me ne rendo conto, con Elsa era diverso, anche io lavoravo tutto il giorno e lei rimaneva a casa sola, a quel tempo era normale così e mai avrei pensato potesse essere diversamente, lei era il mio cane e io dovevo e volevo lavorare, a dirtela tutta spesso pensavo prima al lavoro che a lei. Lei era comunque un cane felice,
      un abbraccio

      Elimina
  7. Ciao Sabina! Io dico sempre che ognuno di noi si sceglie la propria vita ed è artefice del proprio percorso e delle proprie scelte e qualsiasi esse siano dovrebbero portare alla serenità e tu lo sei per cui vuol dire che hai dato le priorità giuste, a ciò che veramente è importante per te!Io sono orgogliosa di tutte le persone che scelgono di essere appagate e serene perchè è una scelta, anche se tanti non lo credono, nella vita bisogna essere coraggiosi, la serenità si costruisce!un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione è questione di coraggio e credo di averne avuto tanto quando ho deciso che mi sarei dovuta ricostruire la mia vita. E' la vita che ti porta a fare certe scelte
      un bacione

      Elimina
  8. Fai ciò che ti rende felice,si vede che Nina ha la priorità su tutto e perché farsi inutili sensi di colpa...Sei serena e traspare e poi per tante di noi,il blog rimane una passione da coltivare,arricchire,ma pur sempre una passione e non un lavoro.Sei poi le ambizioni sono altre e ci son le capacità allora si troverebbe un modo,come le tante mamme che lavorano e si dibattono tra rinunce e sacrifici...Goditi Nina,poi quando sara' più grandi cella curerai la carriera da foodblogger,sei bravissima e sarai sempre ambita.La tua pizza è favolosa la mangio con te e la biondona del mio cuor

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Damiana, ormai sono così assorta nella mia "nuova" vita che spesso dimentico la realtà. La realtà è che al giorno d'oggi anche le donne devono lavorare, mamme e non e so che fanno tanti sacrifici. Io ho avuto la fortuna di poter scegliere e ho scelto di stare a casa ad accudire la mia "bimba" pelosa, è la vita che poi ti porta a fare determinate scelte. Il blog rimarrà sempre una passione prima di tutto e se un giorno arriverà altro ben venga.
      un bacione

      Elimina
  9. era destino che tu e Nina v'incontraste e così è stato.....Hai fatto una scelta saggia che ti ripaga ogni giorno, è bello vedere quanto vi volete bene ! Questa pizza mi incuriosisce tanto, la voglio provare, grazie ! Immagino che il freddo sia arrivato anche a Merano, qui a Trieste soffia forte la bora e fa freddino....Buon weekend, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Chiara, a volte mi rendo conto di esagerare con Nina e non so nemmeno quanto sia giusto, me lo domando spesso, ma sono felice così e questa è la cosa più importante.
      Anche qui è arrivato il freddo e a dirtela tutta non vedo l'ora che nevichi.
      un bacione

      Elimina
  10. Questa pizza é deliziosa, ma la tua Nina lo é di più! :) Ciao

    RispondiElimina
  11. Come ti capisco Sabina ..io senza i miei cani non avrei sopportato le lacerazioni che mi sono capitate...
    Quindi la vita è la tua e la gestisci come preferisci e con una cane al fianco è una delle maniere per essere felici e ricambiate.
    Queste pizze salate con il dolce insieme sono la mia passione , io la faccio con gorgonzola e ananas e quando ol dico tutti storcono la bocca, ma quando la provano poi..
    Mi sono iscritta con piacere , spero vorrai ricambiarmi.
    Un bacio sotto la pioggia.
    Grazie!
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
  12. Ciao Sabina è da un po' di tempo che ho scoperto il tuo blog e mi è subito piaciuto , oggi poi ho provato a fare questa tua fantastica pizza .... Non ci sono parole ... È semplicemente divinaaaaa, io amo i gusti speciali agro dolci e questo è un connubio perfetto, un saluto a Nina e alla tua Merano tanto cara a me perché l'alto Adige è il luogo dove io trascorro spesso le vacanze estive ,COMPLIMENTI ANCORA👍👍

    RispondiElimina