le due bionde

le due bionde

martedì 24 aprile 2012

Crostata al rabarbaro e vaniglia

Buon pomeriggio!!!!










































































































































Oggi ero veramente indecisa su quale ricetta postare. Con la scusa della pioggia ho cucinato tanto lo scorso week end e quindi ora ho tante ricette da postare.
Per non parlare delle foto, che come avrete già notato, ne ho scattate proprio tante. Sono orgogliosa delle mie foto e quindi mi piace mostrarvele.
Mi piace moltissimo guardare anche le foto degli altri blog e più ce ne sono meglio è.
Se le mie foto sono migliorate è sopratutto grazie alle tante foto che ho osservato e che mi hanno dato l'ispirazione.
Con la foto esprimo la mia creatività tanto quanto nel realizzare una ricetta.
Oggi pensavo di postare una zuppa calda calda, ma considerando che domani è festa, un dolce ci stà meglio.












































Oggi sarebbe stato anche il compleanno di mio papà, avrebbe compiuto 72 anni, ma purtroppo non ha avuto la fortuna di invecchiare, se n'è andato in giovane età, aveva solo 44 anni.
Io ero solo una ragazzina, ma il suo ricordo è ancora vivo, un padre come ho avuto io non si dimentica. Era il miglior papà del mondo e sono stata molto fortunata.












































Parliamo un po' di questa crostata: era ME-RA-VI-GLIO-SA!!!!!!
Se vi capita di trovare il rabarbaro provatela perchè ne vale veramente la pena. 
Se mi chiedete di descivervi il gusto del rabarbaro non lo saprei fare perchè ha un gusto veramente particolare che non si paragona a nulla.












































Ho conosciuto il rabarbaro sempre nella mia adorata Londra, credo di aver mangiato un crumble con tanta salsa calda alla vaniglia. Indimenticabile.












































E dove ho trovato questa fantastica ricetta???? Ma nel mio libro di Donna Hay ovviamente.
Questo libro cascherà presto a pezzi, da quanto viene sfogliato, è già sulla buona strada.














































Ingredienti per l'impasto di base alla vaniglia:
250 g di farina
1 cucchiaio di zucchero semolato
1/4 di cucchiaino di lievito
180 g di burro freddo a pezzetti
1 cucchiaino di estratto alla vaniglia (io ho messo una bustina di zucchero vanigliato)
acqua ghiacciata quanto basta

Ingredienti per il ripieno:
380 g di rabarbaro mondato e tagliato a pezzetti
175 g di zucchero di canna
1 cucchiaio di maizena
1 bacello di vaniglia (io ho messo sempre una bustina di zucchero vanigliato)

1 albume leggermente sbattuto per spennellare
zucchero semolato per spolverare


Nel robot da cucina lavorate la farina, lo zucchero e il lievito.
Unite il burro e lavorate fino ad ottenere un composto di briciole. Unite gradualmente la vaniglia e pochissima acqua alla volta fino ad ottenere un impasto liscio non appiccicoso.
Formate una palla e avvolgetela nella pellicola, riponete in frigo per 30 minuti circa.

Lavate il rabarbaro e tagliatelo a pezzetti lunghi 1-2 cm (non serve spellarlo).
Mescolate in una ciotola il rabarbaro, lo zucchero, la maizena e la vaniglia. Mettete da parte.
Dividete l'impasto in due e stendetene ogni porzione a 3 mm di spessore.
Foderate uno stampo di metallo di 22 cm (io avevo lo stampo da 24 cm) a bordi bassi con una parte di impasto (io ho steso l'impasto diretamente sulla carta forno in modo da non romperlo).
Versate il composto al rabarbaro.
Con una rotelina o con un coltello tagliate l'impasto restante in striscioline di 2 cm l'una (io ho messo 9 strisce, ma potete metterne tranquillamente 12), sistematele incrociandole sulla torta.
Se vi avanza della pasta potete fare una lunga striscia per rifinire bene il bordo. Premere i bordi per sigillarli.
Spennellare di albume la pasta e cospargere di zucchero semolato.
Infornate per 45-50 minuti a 160° nel forno preriscaldato.












































Non voglio dire niente sulle previsioni metereologiche........mi piacerebbe solo smettesse di piovere.
Buon 25 aprile a tutti!!!!
Sabina

53 commenti:

  1. Non sai quanto vorrei assaggiarlo, ma qui da me non saprei proprio dove trovarlo.. Ma se un giorno avrò tra le mani il rabarbaro.. son sicura che finirebbe in questa meravigliosa crostata!
    un abbraccio forte mia cara ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io lo trovo al biologico ed è un prodotto che arriva dalla Germania.
      A dir la verità l'ho visto solo due volte a distanza di anni.
      E' più usato nei paesi anglosassoni, gli italiani non lo conoscono e quindi non viene coltivato.

      Elimina
  2. Ciao sabina...ci credi che io non ho la benchè minima idea di che sapore abbia il rabarbaro??? Credo di non averlo mai mangiato, almeno coscienziosamente!!!La pioggia, e qui il vento, hanno davvero stancato; quello che non stanca mai invece sono le tue foto, riesci quasi a dare un'anima ai tuoi cibi, sono bellissime :*
    Buon 25 aprile a te...
    Ps. E' sempre un piacere visitare il tuo blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio per i complimenti. Io conosco solo crostate o crumble con il rabarbaro, non so in che altro modo si possa usare.
      Ricordo che facevano le caramelle al rabarbaro, ma quelle erano amare, forse venivano fatte con la radice

      Elimina
  3. E' proprio il tipo di dolce che mi piace! Il rabarbaro l'ho conosciuto a Bruxelles... lì facevano dei dolci spettacolari. Spero proprio di trovarlo anche qui così sperimento subito.
    Stamattina pioveva così tanto e dovevo uscire... mi sono lavata! Bastaaaaa pioggia, voglio il sole e un po' di caldo...
    Bacioni e buon 25

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adesso sembra sia uscito il sole, ma vediamo fino a domani mattina che tempo ci sarà

      Elimina
  4. Anche da noi è piuttosto raro trovarlo, però qualcuno ben rifornito lo tiene, e ho saputo che si può pure coltivare la pianta in giardino!
    La tua crostata, foto incluse, è molto accattivante soprattutto a quest'ora fa tantissima voglia sai?
    Appena riesco a procurarne qualche gambo, mi butto anch'io su una bella torta;)
    un bacione, buon 25 aprile, mi sa che dalle tue parti è tornata pure la neve

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho proprio idea di come sia la pianta, che foglie abbia, al negozio vendono solo i gambi.
      Se lo trovi provala perchè è forse il dolce più buono che abbia mai fatto, a detta mia e di mio marito.
      Si in montagna ha nevicato eccome e non ti dico che freddo fa.

      Elimina
  5. Mi hai proprio incuriosita!!! Neanche io ho idea di che gusto abbia il rabarbaro, ma anche questa crostata, come tutte le tue preparazioni del resto, ha un aspetto meraviglioso, e le tue foto poi, valgono più di 1000 parole. Chissà dove si può reperire, se lo trovo la provo! Buon 25 aprile ciao
    Valeria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per le belle parole, sei troppo carina.
      Prova a vedere se trovi il rabarbaro nei negozi biologici

      Elimina
  6. Altri due giorni e poi uscirà il sole!meravigliose foto!
    a presto

    RispondiElimina
  7. Bello questo ricordo che dedichi a tuo padre.. Tenerissimo! Questa crostata mi incuriosisce moltissimo.. Non ho mai mangiato nulla che contenesse il rabarbaro.. Le tue foto sono sempre più belle, sembra di essere lì con te! Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah quanto mi piacerebbe avere ancora il mio papi.....fa parte di me e lo ricordo sempre con tanto affetto.
      Sarebbe bello tu fossi qui con me, ti farei assaggiare il rabarbaro.
      Bello comunque che tu abbia questa sensazione

      Elimina
  8. non l'ho mai trovato il rabarbaro, però è davvero interessante questa crostata!complimenti!baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chissà perchè qui sia così difficile da trovare, mentre nei paesi anglosassoni no.

      Elimina
  9. Piacere di conoscerla, Sabina! Grazie per esser passata dal mio blog! Il suo mi affascina davvero tanto! Le splendide ricette che propone, le magnifiche foto, Elsa (bellissimissimissima!) e i meravigliosi paesaggi tirolesi, che personalmente adoro follemente e che durante tutto l'anno non faccio altro che sognare, aspettando avidamente il mese di agosto per poterci ritornare! Complimenti davvero!
    Rosalinda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosalinda sei molto dolce e mi puoi dare tranquillamente del "tu".
      In agosto i paesaggi dalle mie parti sono magnifici ne sono consapevole

      Elimina
  10. Auguri ugualmente al tuo papi...
    Ma sai che da quando seguo le ricette di Gordon Ramsay, ho una curiosità sfrenata verso il rabarbaro!?!? Se lo trovo lo provo di sicuro ;) Buon 25 aprile e buona serata...bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, si anche Gordon propone parecchi dolci con il rabarbaro

      Elimina
  11. Non ho mai usato il rabarbaro.. l'ho assaggiato solo anni fa in Inghilterra e mi ricordo che mi piacque tanto!! Questa crostata ha un aspetto fantastico!!! Con le tue foto hai reso perfettamente l'idea!! Prendo nota!!
    Franci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io lo conosco solo perchè l'ho mangiato a Londra......quindi sai di cosa parlo....è buono vero????

      Elimina
  12. Mi unisco al coro dei "non l'ho mai trovato, né assaggiato" e non so cosa darei per provarlo, ne sento parlare sempre bene. Hai ragione ad essere orgogliosa delle tue foto, sono meravigliose! Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dopo aver letto tutti i commenti mi dispiace aver postato un dolce dove l'ingrediente principale non è reperibile.
      Anche per me comunque è quasi impossibile trovarlo, questo che ho preso è stato proprio un caso raro.
      Ora mi devo accontentare anche io solo delle foto

      Elimina
  13. Io non lo amo particolarmente, però questa crostata invoglia l'assaggio!! E le foto sono davvero splendide! Ciao ciao!!

    RispondiElimina
  14. Io ADORO il rabarbaro.. l'ho scoperto in Francia ma non l'ho mai preparato in torta io personalmente!
    Segno tra le ricette da fare, un bacio cara:*

    RispondiElimina
  15. ciao Sabina....eh si....peccato non è facile reperire il rabarbaro, penso che è una crostata che invoglia davvero tanto! sembra buonissima e particolare!
    le foto fan-ta-sti-che!!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  16. Buon 25 Aprile anche a te cara Sabina...e un tenero pensiero per il tuo papà....che belle e dolci parole che hai scritto per lui...
    Per la crostata tesoro...che curiosità che mi hai messo....mai assaggiato mai provato...ma che voglia adesso di trovarlo e scoprirlo...e hai ragione ....le foto sono davvero belle e intense...danno proprio l'idea del gusto!!!!!!!!!Un grande abbraccio!!!!!!!!!!!!
    Buona serata tesoro!!!!!!!!Ciaoooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  17. Che torta fantastica.. lo dico perchè è la torta della mia infanzia.. il sapore del rabarbaro, così asprino ma particolare.. è un sapore a cui sono molto legata. La 'zietta' (ora novantenne) non è certo Donna Hay- e qualche cosa è diversa nella sua crostata.. ma è il sapore più bello che mi ha donato. Magari (non appena riuscirò ad aprire il blog) posterò la sua versione. Grazie Sabina, per questo dolce splendido.
    Bacione a te e alla morbidosa Elsa.

    RispondiElimina
  18. Perfetta questa torta! Anch'io ho del rabarbaro in giardino e provero' presto questa ricetta! Ciao!

    RispondiElimina
  19. Ciao Sabina, intanto auguri al tuo papà che sono sicura è lì con te che sta assaporando il profumo e la bellezza di questa torta. E poi mi hai messo proprio voglia di trovare il rabarbaro e provare a farla. Ora mi metto in cerca, se riesco a riprodurti ti faccio sapere. Buona festa bacio

    RispondiElimina
  20. Un bellissimo ricordo che riempie il cuore. E' sempre un duro colpo da accettare quello di dover rinunciare al proprio padre quando è ancora nel pieno della sua vita. Ti ha comunque donato tanto perché se sei una donna così speciale è anche merito suo.
    Non so se mi piace il rabarbaro perché non ho mai avuto il piacere di assaggiarlo. La tua torta ha però un aspetto così goloso che mi piacerebbe sicuramente.

    RispondiElimina
  21. Oh beh..noi "appassionate" di Donna Hay non possiamo che dirti : BRAVISSIMAAAAAAAAAAAAAAAAA!!nulla da invidiare alla brava cuoca!!! Io direi che il rabarbaro somiglia all'uva spina.acidulo, fresco, particolare!!!Io ho una ricetta tedesca nel cassetto che devo assolutamente provare..appena trovo il rabarbaro ;-))))Evviva Londra....ed il rabarbaro allora!ma soprattutto tuuuuu che ci regali sempre bellissime foto !!Un bacio!

    RispondiElimina
  22. le foto sono bellissime! nemmeno io l'ho mai assaggiato ma vedere una torta così bella mi fa venire voglia di cercarlo :-D

    RispondiElimina
  23. ciao sabina! lo sai che non ho mai usato e tanto meno assaggiato il rabarbaro?? farò di tutto per trovarlo...baci danyxxx

    RispondiElimina
  24. ciao Sabina, le tue foto sono sempre stupende e vorrei tanto anche io avere una macchina fotografica, invece di fotografare con il cellulare....
    Non ho mai provato il rabarbaro e non riesco a capire se mi spira o meno.... mah... mi da idea di verdura...
    Una grattatina dietro l'orecchio ad Elsa :-D

    RispondiElimina
  25. Che dolce che sei Sabina, un pensiero per il compleanno del tuo papà dopo tanti anni... mi ha commosso..
    La tua torta merita davvero una prova.. ho giusto giusto un vasetto di marmellata di rabarbaro regalatomi da un'amica blogger,non sarà lo stesso del rabarbaro fresco ma la tua torta mi ispira MOLTISSIMO! poi la vaniglia per me è fantastica! bravissima! bacioni a te e Elsa

    RispondiElimina
  26. non ho mai mangiato il rabarbaro e nemmeno l'ho mai visto dalle mie parti.. mi piacerebbe molto provarlo.. anche perchè vista la tua crostata fa una gran voglia.. le tue foto sono bellissime e fai bene a pubblicarle!! un bacione

    RispondiElimina
  27. Complimenti per la crostata, mi piacerebbe assaggiarla.
    Ti giuro che non so che sapore ha i rabarbaro, deve essere buonissimo.
    La crostata ha un aspetto bellissimo, con le foto sei diventata molto ma molto brava.
    Per cui piu' ne posti e piu' ci viene l'acquilino in bocca.
    Buon 25 aprile!!

    RispondiElimina
  28. Mi viene voglia di mangiare lo schermo:)Che bonta!Buona giornata,carina!

    RispondiElimina
  29. E io questa crostata che avevi anticipato la stavo aspettando :) Anche se so benissimo che resterà solo un sogno da ammirare attraverso le tue foto. Qui il rabarbaro è un puro miraggio purtroppo! E’ bellissima e sono sicura incredibilmente buona. Il rabarbaro in se non l’ho mai assaggiato ma adoro le caramelle e l’aroma del liquore al rabarbaro. Dolcissimo il pensiero che hai dedicato al tuo babbo. Un abbraccio, buona giornata

    RispondiElimina
  30. Vedo che sei tornata a pieno ritmo sul blog, sono molto contento e un po' ti invidio io non ho tempo e direi anche i mezzi per fare tante foto belle, e per cucinare.
    Anche io ho pubblicato una ricetta col rabarbaro quando ero ancora in Germania, lì si trova, credo idem da te ma dai commenti che ho ricevuto nel resto d'Italia è un miraggio :(
    Eppure è così buono...

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  31. Cara Sabina,
    E' veramente bellissima questa crostata. Il rabarbero non so proprio che cos'é... mi piacerebbe assaggiare...
    Ti chiedo scusa per non averti ancora scritto, ma sono caduta e ho riportato una lesione nel braccio destro.. senza averlo rotto, ma era come se fosse. Mi hanno portato via con l'ambulanza, non riuscivo a muovermi... Ma adesso riesco a scrivere ...
    Devo fare la brava per qualche giorno.. e dopo ritorno ad una attività normale...
    Anch'io ho perso il mio papa, lui aveva 54 anni e io 20... in me é rimasta una nostalgia immensa e tantissimi ricordi belli..
    A presto.

    Thais.

    RispondiElimina
  32. Ciao Sabine!
    Le foto sono bellissime!
    La ricetta è meraviglioso, questo è uno scambio di riquesa
    reddito e di esperienza nelle nostre cucine, conoscere nuove culture, nuovi sapori è molto gratificante.
    baci♥

    RispondiElimina
  33. Bellissima! Anche il tuo cane è bellissimo! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  34. abbiamo una data che ci accomuna cara e ti ringrazio per il passaggio.....ma riguardo alla tua torta....e' strabiliante , mai provato il rabarbaro e da come la presenti con le tue foto che , ti assicuro sono da rivista gastronomica, vien voglia di allungare la mano e prendere una fetta......bravissima sabina......un bacio a te grande e una carezza alla tua elsa , come sta quella bellezza di cagnolina.

    RispondiElimina
  35. GRAZIE A TUTTI per i commenti, che leggo sempre con molto piacere, ogni volta sono un regalo!!!!

    RispondiElimina
  36. che meraviglia un paio di fette le mangerei

    RispondiElimina
  37. Hai ragione ad essere orgogliosa delle tue foto, sono molto belle!
    E la crostata davvero si commenta da sola! GNAM!!! :)

    RispondiElimina
  38. brava sabina! le tue foto sono sempre bellissime e le tue ricette originali e gustose :) non ho mai assaggiato il rabarbaro, ma dopo questa splendida crostata sono proprio curiosa di scoprire il suo sapore.
    ...
    per descrivere l'assenza ed il dolore ho sempre preso in prestito queste parole: "La tua assenza mi attraversa come il filo la cruna di un ago, ogni cosa che faccio è cucita con il suo colore" (non ricordo l'autrice, ma ricordo a memoria queste parole)
    mi dispiace molto per il tuo papà.
    un abbraccio, sara

    RispondiElimina
  39. Oh Sabina, che crostata divina...Ho una voglia tremenda di sentire il gusto del rabarbaro da quando lessi un romanzo in cui si parlava della marmellata di rabarbaro, in effetti ambientata in Inghilterra. Così, curiosa come sono, mi è nato il desiderio. Qui da me mai visto però...dovrò iniziare la caccia ;-)

    RispondiElimina
  40. davvero particolarissima questa crostata mi ispira da matti ti seguo molto volentieri ...simmy

    RispondiElimina
  41. Ciao sabina...!!!ma usi forno ventilato o statico per questa crostata?complimenti per la cucciola!

    RispondiElimina