le due bionde

le due bionde

martedì 20 settembre 2011

Crostata di pere e ricotta























Ho preparato questo dolce domenica mattina e come al solito l'abbiamo già "spazzolato" tutto.
Si sa che quando è brutto tempo si mangia di più e sopratutto dolci.
Oggi per fortuna è ritornato il sole, il cielo è sereno, ma le punte delle mie montagne sono già coperte di neve.
Questo dolce è preparato con l'olio d'oliva anzichè il burro. E' sicuramente più sano e una porzione ha solo 485 calorie. In questo caso, trattandosi di pasta con olio d'oliva, sarà più malleabile e facile da stendere.

Ingredienti:
per la pasta:
220 g di farina 00
80 g di zucchero
1 uovo
4 cucchiai di latte
1 cucchiaio di liquore all'arancia (io ho messo la grappa Williams)
1 bustina di vaniglina
70 g di olio d'oliva (7-8 cucchiai)
1 cucchiaino di lievito per dolci
per la farcitura:
250 g di ricotta
100 g di zucchero
7 cucchiai di latte
1 uovo
2 cucchiai di farina
2 cucchiai di cacao amaro
2 pere mature e sopratutto dolci






















Per la pasta, impastate tutti gli ingredienti. Io uso l'impastatrice. Formate una palla, avvolgetela nell'alluminio e lasciate riposare in frigo per 20 minuti.
Stendete la pasta con il mattarello su un foglio di carta da forno spolverizzandola con poca farina.
Trasferite il tutto in una teglia di 24 cm, punzecchiare il fondo con una forchetta e cuocere in forno preriscaldato a 190° per 20 minuti.






















Nel frattempo, sbattere l'uovo in una ciotola con lo zucchero e amalgamare la farina, il cacao, la ricotta, il latte e la scorza di limone grattugiata.
Sbucciate le pere, tagliatele a fettine e disponetele sul fondo della pasta cotta.





















Coprite con il composto di ricotta, decorate con striscioline di pasta (ho recuperato quella tagliata dai bordi).






















Cuocere in forno già caldo a 180° per 25 minuti.

























Ho fatto questo dolce per la prima volta, è molto buono ma non è dolcissimo. Consiglio di lasciare il bordo della crostata un pochino più alto e mettere più pere di quelle che ho messo io. Assicurarsi che le pere siano mature e sopratutto molto dolci. Le mie purtroppo non erano così dolci e la crostata ne ha risentito.


......qualcosa di noi....
.....come forse già sapete, al momento sono una casalinga. Ho deciso di prendermi una pausa dal lavoro per motivi che più avanti forse racconterò a chi avrà voglia di ascoltarmi.
Cerco di vivere al meglio questo periodo.....in fondo mi piace molto. Credo che una donna non si realizzi solo con un lavoro appagante.
Mi piace curare la casa, preparare una buona cena o un buon pranzo. Mi piace prendermi cura di mio marito e del mio cane. 
Purtroppo una donna che lavora non può godere di tutto questo perchè è sempre di corsa. Ho sempre lavorato, e anche molto, adesso apprezzo di più questo periodo.
Le mie amiche mi chiedono se non mi annoio. In realtà ho sempre tante cose da fare e a fine giornata sono più stanca di quando lavoravo.
Questa mattina ad esempio ho fatto una bellissima passeggiata con Elsa e volevo condividerla con voi.
Mi sono trovata in una stradina di campagna e ho trovato una vendita di uva un po' insolita.






















Era una bancarella self-service. Ho pesato l'uva, ho messo i soldini nella cassettina e me ne sono andata. Quest'anno nelle vicinanze di Merano ho trovato parecchie bancarelle simili. Poco tempo fa ho comperato 2 vasetti di miele direttamente dall'apicoltore. Dai pastori si può comperare direttamente il formaggio. Si risparmia molto, si mangiano prodotti genuini a km 0 e si stà in mezzo alla natura.
Ci credete se vi dico che Elsa mangia l'uva?



20 commenti:

  1. Che meraviglia!!! complimentissimi e anche per il blog...ciao.

    RispondiElimina
  2. ciao Max, ho fatto un salto nel tuo blog e mi hai fatto venire l'acquolina in bocca con le tue pizze

    RispondiElimina
  3. Bentrovata,giungo qui per caso e rimango piacevolmente colpita!!La crostata è deliziosa,ma la tua bionda Elsa è bellissima.E poi quelle compere per bancarelle..meravigliose,magari ce ne fossero anche qui!!
    Un abbraccio cara e goditi questa "pausa!!

    RispondiElimina
  4. Ciao, bella la tua crostate e sicuramente buona!
    Anche io ho sempre lavorato, poi mihanno licenziata dopo 2 mesi dal matrimonio, e come te anche io mi godo questo periodo e soprattutto il mio bimbo.
    Baci! Nut e nutellino...

    RispondiElimina
  5. bella la crostata e che begli occhioni che ha Elsa (mi pare di aver letto che così si chiama ) cerco il tasto per seguirti , alle volte caricano male le pagine e mi perdo qualcosa .baciuzzi

    RispondiElimina
  6. non riesco a caricare i lettori fissi ! Ho visto che è in alto a destra... riprovo tra ju pò

    RispondiElimina
  7. Brava tiziana, non tutto il male viene per nuocere, goditi il bimbo!

    RispondiElimina
  8. Ciao! Piacere di conoscerti! Sono france1972 di alf e ho visto il tuo post nel forum... Ho scoperto un blog bellissimo!!! Complimenti!! Lo sai, 15 anni fa, sono stata a Cipro in vacanza e in mezzo alle montagne c'era un banchino che vendeva pesche, ma non c'era nessuno, solo una cassettina per i soldi, proprio come quello che hai incontrato te...!!
    Sono anch'io una grande fan dei prodotti a km 0 e soprattutto non industriali (vedi il post nel mio blog sul latte appena munto nel campo.... della ricetta dello strudel alla crema di panna e cocco del 30 agosto). L'orto curato personalmente, prodotti acquistati direttamente da chi li produce... Tutto questo non ha prezzo!!
    Piano piano, sfoglierò il tuo blog, mi sa che abbiamo parecchio in comune ^__^
    Intanto, ti invito da me, sarai la benvenuta!
    Franci
    P.S. Sono tra i tuoi sostenitori!

    RispondiElimina
  9. sono riuscita ! sapevo che dovevo farlo in un momento in cui la connessione era migliore . baciuzzi e continua così che hai delle bellissime ricette. P.S ti ho vista su Alf

    RispondiElimina
  10. Ciao Bionda!! grazie per i complimenti che mi hai lasciato.
    per partecipare ai contest basta lasciare un commento con il link della ricetta con cui si vuole partecipare e mettere nel proprio blog, sia nella pagina della ricetta che nella home page, il banner del concorso.
    Sembra complicato ma non lo è!! se vuoi partecipare al contest della Molino Chiavazza visita il loro blog
    http://cultura-del-frumento.blogspot.com/2011/09/il-quinto-contest-mani-in-pasta.html
    è aperto fino al 16 ottobre!
    In bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  11. Sabrina che piacere conoscerti!!!! bellissima la tua presentazione al blog :-) due bionde in cucina è molto simpatico e che dire di questa crostata, mamma mia una golosità infinitaaaaaaaaa!!!!! ora ti metto nei miei preferiti e ti seguo così non ti perdo d'occhio, un bacione

    RispondiElimina
  12. sono troppo contenta che tante persone ti hanno commentato positivamente....
    sei una bella persona e le tue ricette sono squisite!!!!!
    brava brava continua alla grande!!!!
    un bacione ti voglio bene Marzia!!!

    RispondiElimina
  13. Io ci credo si che Elsa mangia l'uva, la mangia anche Mou, possibilmente senza semini ... :D , complimenti..hai un bellissimo blog, baci, Flavia

    RispondiElimina
  14. Sai anche io sono una casalinga per scelta.
    34 anni fa ho lasciato il lavoro per dedicarmi alla mia famiglia!
    Sono felice della scelta che ho fatto, ho un marito che mi fa fare tutto quello che voglio e da quando è in pensione sembra la mia ombra.
    2 figli che oggi sono degli uomini fantastici, ogni giorno mi rendono orgogliosa di essere la lora mamma.
    La tua crostata un accostamento di sapori favolosi!!
    Ciao

    RispondiElimina
  15. ciao marzia....che bella sorpresa....spero tu legga la risposta. Ti voglio bene e non ti voglio perdere.
    Come vedi la vita è fatta di tante cose belle
    un bacio

    RispondiElimina
  16. Mi piace molto il tuo blog.... molto presto proverò questa ricetta che mi sembra deliziosa. Ciao Monica

    RispondiElimina
  17. Piacerissimo di conoscere queste due bellissime bionde. Mi piace tantissimo la vostra cucina, però i dolci, essendo siciliana, mi piacciono dolcissimi... Per il resto penso che il fatto di non lavorare fuori casa, non risparmi la donna dalla fatica, anzi... però è bello avere la possibilità di fare una passaggiata quando se ne ha voglia!
    P.s. La vendita di frutta e verdura self service è in uso da molto tempo in Inghilterra... e mi pare di una civiltà infinita!
    A presto
    Stefania

    RispondiElimina
  18. Ciao, ho letto questo tuo post e mi ci sono riconociuta. Hai ragione, anche io vorrei poter fare la scelta di prendermi un periodo dal lavoro, ho troppi progetti nel cassetto che non riesco a realizzare perché non ho tempo, e quando penso che la vita scorre via mentre siamo distratti bè, ho la sensazione che dovrei fare un atto di coraggio e scegliere. Comunque mi fa piacere averti trovata. Spero mi passerai a salutare.

    RispondiElimina
  19. Dio mio, ma quant'è bella? Io ho perso il mio cane da 10 anni, ma ancora se ci penso mi metto a piangere. Scusa per questa nota triste, ma mi tocca molto questo blog a due che avete tu e Elsa.

    RispondiElimina
  20. ciao,piacere di visitare il tuo blog e di scoprire bellissime ricette come questa!mi ispira parecchio! :)

    RispondiElimina