mercoledì 1 febbraio 2012

Pacchettini di verza ripieni di farro verde frantumato

Cari amici e amiche, innanzi tutto voglio dare un caloroso benvenuto ai miei nuovi lettori e ringraziare tutti per i premi, i commenti sempre positivi e i complimenti. 
Purtroppo non vi racconterò qualcosa di allegro, ma come in tutte le cose c'è sempre il rovescio della medaglia.
Sono mancata dal blog negli ultimi giorni e non sono riuscita a scrivervi perchè la mia dolcissima cagnolina Elsa ha avuto un ictus o qualcosa di simile. Sono stati giorni tremendi e mio marito ed io abbiamo pensato  al peggio, ma la nostra Elsa sembra avere sette vite come un gattino. Siamo riusciti a portarla in tempo dal veterinario, il quale le ha fatto subito una flebo "bomba".  E' stata malissimo tutta la notte per i medicinali, ma già questa mattina siamo riusciti a vedere un grande miglioramento.
Ora sono felice perchè Elsa, ancora barcollante, si è alzata in piedi da sola, è andata alla sua ciotola, ha mangiato e ha anche scodinzolato.
Il veterinario ha detto che nonostante i suoi 13 anni le possibilità di una ripresa sono grandi, ci vorrà un po' di pazienza, ma noi per lei ne abbiamo da vendere.
So che Elsa è già entrata nei vostri cuori e vi ha conquistati tutti con i suoi occhioni dolci e questo mi fa molto piacere. So che adesso fate il tifo per noi e vi ringrazio.
La ricetta che vi posto oggi l'ho preparata la settimana scorsa, ieri sono riuscita a mala pena a fare la spesa.






















Ingredienti:
8 foglie medie di verza
100 g di farro verde frantumato (lo trovate nei negozi bio, normalmente sono prodotti tedeschi e sulla confezione c'è scritto  "Grùnkernschrot")
50 g di nocciole frantumate
1 cipolla
1 noce di burro
50 g di uvetta
200 g di formaggio feta
2 uova
prezzemolo
sale e pepe
150 ml di brodo vegetale
Cuocere le foglie di verza in acqua salata per 2 minuti, scolarle ed asciugarle.
In un tegame tostare il farro e le nocciole a bassa temperatura finchè non si sente il profumo, versare 250 ml di acqua bollente, cuocere qualche minuto e far raffreddare in una scodella.
Dorare la cipolla tritata in un tegame con il burro, aggiungere l'uvetta precedentemente ammollata, cuocere qualche minuto con poca acqua e aggiungere al farro.
Mescolare con il farro anche metà feta a cubetti, le uova leggermente sbattute, il prezzemolo, sale e pepe.






















Mettere il ripieno nelle foglie di verza, chiuderle come un pacchettino e adagiarle in una pirofila  con la chiusura sotto.
Spennellare i pacchettini con poco burro fuso, versare il brodo nella pirofila, cuocere in forno a 180° per 15 minuti, poi coprire con un foglio di alluminio e cuocere altri 10 minuti.
Mettere i pacchettini in un piatto da portata e decorare con il feta rimasto, il prezzemolo e qualche nocciola frantumata.
E' un ottimo piatto completo, gustoso anche per chi è a dieta (si può sostituire il burro con l'olio d'oliva e non mettere le uova).
Lo ha mangiato anche mio marito al quale non piace la verza, ma io gliela faccio mangiare perchè è molto salutare. Saprete già tutti gli effetti benefici dei cavoli: sono disintossicanti, antitumorali e combattono l'influenza nella stagione fredda. 
Se non trovate nei negozi bio il farro verde frantumato potete usare anche il cous cous o un altro qualsiasi cereale a vostro piacimento.
Vorrei anche ricordare a tutti che più varia è la nostra alimentazione meglio è per il nostro organismo.

Vi abbraccio tutti nella speranza di scrivere al più presto un altro post e di rispondervi come desidero.
Semplicemente perchè se scrivo, significa che Elsa sta meglio.
Sabina

31 commenti:

  1. Questa é una deliziosa ricetta di verza. Ideale per questo periodo dell`anno.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Ciao Cara!!! Mi dispiace tantissimo per la dolce Elsa..e mi auguro con tutto il cuore che la ripresa sia rapidissima!!! Dalle un bacio e una carezza da parte nostra!!
    Siamo in piena sintonia oggi!!! Vai a vedere cos'ho postato io!!! Ciao ciao!!!

    RispondiElimina
  3. Cara e dolce Sabina capisco la preoccupazione e la paura che devi aver avuto e che ancora stai provando...è difficile rimanere impassibili quando un membro della propria famiglia sta così male...io l'ho provato ed è bruttissimo...Ma se si è alzata,se ha mangiato vedrai che presto si rimetterà!!!! Dalle una carezza da parte mia...faccio il tifo per lei!!!!
    e complimenti per questi pacchettini deliziosi...
    Spero di tornare a leggerti presto perchè vorrà dire che tutto sta procedendo bene
    Vi abbraccio bionde!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Capisco benissimo cosa avete provato e cosa state ancora provando.. la mia "bimba" a 4 zampe non è in buona salute e io non voglio nemmeno pensare cosa sarebbe la mia vita senza di lei... ma io voglio pensare positivo e il fatto che la tua Elsa abbia ritrovato l'appetito è sicuramente un buon segno!
    Oggi ho provato a fare il tuo pane...buonissssimo... ne è rimasto solo un pezzettino..marito e figli l'hanno molto gradito!
    un bacione alla tua bella biondona!

    RispondiElimina
  5. Cara piccola dolce Elsa...il mio cuore è con te...se gli angeli esistono spero che arrivino da te per aiutarti e darti tutta la forza di cui hai bisogno per riprenderti e per restare ancora a lungo e felice con chi ti ama tanto...Hai me mie braccia intorno a te per cullarti, amore...

    RispondiElimina
  6. Oh povera Elsa. Spero veramente che si riprenda in fretta e bene. Abbracciala da parte mia e dalle tanti bacetti. Buonissime le verze così. Brava. Come va la neve da te? Qua ne ha fatta un metro! Non riesco neppure ad uscire di casa, la mia auto è sommersa, non la vedo più!!!!

    RispondiElimina
  7. Sì è vero, come non si potrebbe affezionarsi alla dolcissima Elsa? mi dispiace aver letto quello che le è accaduto, spero ora si riprenda in fretta. Anche io ho avuto un cagnolone per tanti anni, si chiamava Charlie.
    So che ti è già arrivata il premio del Versatile Blogger, ma non potevo proprio non citare il tuo bellissimo blog fra quelli che seguo con piacere..
    http://burroezucchero.blogspot.com/2012/02/muffins-ai-mirtilli-e-yogurt.html

    un bacione ad Elsa!!

    RispondiElimina
  8. Cara Sabina, la tua ricetta è stupenda e in generale gradisco molto gli involtini fatti con la verza. Ma voglio spendere due parole per la tua cagnolona.
    Io anche ho un cane da molto tempo ormai, appena l'abbiamo portata in casa con noi ha subito avuto un incidente e ha impiegato molto tempo a riprendersi, nonostante fosse un cucciolotto. Non sono uno di quelli fissati con i cani, mi piacciono molto, ma non sono un maniaco. Ma so cosa si prova e si vede anche dalle tue parole quanto amore hai per quella creatura. Credimi, appena ho letto che c'era un problema con Elsa mi sono venuti i brividi, quindi in bocca al lupo a tutti!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  9. Patata!!! Le auguro una pronta guarigione!!!
    Immagino e capisco perfettamente il Vs spavento ed il Vs stato d'animo ... i nostri cuccioli fanno parte della nostra vita, anzi "sono" la nostra vita!! Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  10. Ecco..è uno di quei post che non avrei voluto leggere. E' difficile trovare parole per consolarti. Credo, fortemente, che Elsa stia lottando con tutte le sue forze per non smettere di esser la tua bimba e la nostra amata bionda, credo fortemente che tutte noi che le vogliamo bene anche se solo attraverso uno schermo, stiamo sostendendo la nostra dolcissima amica affinchè si riprenda al più presto. Io sono con lei, con te. E vi abbraccio forte.

    RispondiElimina
  11. Felice di avere buone notizie! :)

    RispondiElimina
  12. Mi dispiace tantissimo per Elsa ma sono felice di sapere che è in via di ripresa e faccio il tifo per lei incrociando tutte le dita. spero che torni al più presto vispa, forte e frizzante come è sempre stata. Un abbraccio grande

    P.S. ottima proposta i fagottini :)

    RispondiElimina
  13. Omettendo l'uvetta che proprio non amo questi fagottini sembrano una delizia!
    Un immenso in bocca al lupo per Elsa, forza cucciolona!!!!

    RispondiElimina
  14. A TUTTI: io già sapevo che siete SPECIALI, ma i vostri commenti mi sono arrivati dritti al cuore, grazie.
    Elsa sta facendo passi da gigante, questa mattina siamo riuscite ad arrivare in giardino, lei è forte e ci dimostra in ogni momento di voler lottare.
    un bacione
    sabina

    RispondiElimina
  15. Povera Elsa! sono felice stia lottando per riprendersi in fretta....tante coccole virtuali da parte mia!
    un abbraccio
    Erica

    RispondiElimina
  16. Carissima Sabina, mi dispiace molto per la tua cagnolina e le auguro davvero di riprendersi e ritornare in forma.
    La tua ricetta è come sempre fenomenale...a me piacciono tutte le verdure e credo proprio che proverò a farla!!
    Buona giornata,
    Grazia

    RispondiElimina
  17. Ciao Sabina, che brutta cosa ci racconti, anche io ho una cagnolina abbastanza anziana e appena le succede qualcosa mi preoccupo talmente tanto, come se fosse mia sorella. Ma i cani sono fortissimi e col nostro sostegno lo diventano ancora di più. Auguro ad Elsa una buona guarigione! e complimenti per la ricetta, finalmente involtini di verza senza carne macinata ^-^

    RispondiElimina
  18. Ciao! Mi dispiace molto per Elsa, spero che ora stia meglio!! Un bacione anche per lei!! Mi piacciono molto questi involtini vegetariani: per me che non faccio salti mortali per la carne....sono l'ideale!!!
    Un abbraccio!!! E in bocca al lupo!!!!

    RispondiElimina
  19. Povera, mi si stringe il cuore...vedrai che con le vostre cure e il vostro grande amore lei si rimetterà in forze. Qui facciamo tutti il tifo per la dolce Elsa, anche la mia anzianotta Princess P. ;-) Un super abbraccio a voi due

    RispondiElimina
  20. Dita incrociatissime per la tua dolce Elsa! Posso capire com'è importante perchè io pure ho una cagnolona di 11 anni (che amo!). In bocca al lupo e una carezza ad Elsa da parte mia!

    RispondiElimina
  21. Che bel blog! Grazie della tua visita al mio! Le cialde richiedono qualche prova, ma sono facili. Basta capire quand'è il momento giusto per toglierle dal forno e 'lavorarle'!
    Ti seguo volentieri! Simo

    RispondiElimina
  22. un bacione alla tua cagnolina,come capisco la tua preoccupazione,mi auguro che si riprenda presto:ottimi questi involtini di verza:)

    RispondiElimina
  23. Che bella ricettina!Bravissima,carina!Un bacio alla tua cagnolina!Un bacione!

    RispondiElimina
  24. che spettacolo le tue ricette, molto salutari.
    Ciao

    RispondiElimina
  25. Mi dispiace tantissimo, ma sono sicura si riprenderà!!!!!!!
    Il tuo piatto mi piace molto, salutare e gustoso!!!
    Un bacio a te e una delicata carezza a Elsa!!!!!!!

    RispondiElimina
  26. avevo immaginato che c'era qualcosa che non andava visto la tua mancanza dal blog.....mi spiace per elsa, so cosa significa ho avuto anch io un cane e un pappagallino .dai una carezza alla dolce elsa e complimenti a te per questi saccottini gustosi ,baciotti maria

    RispondiElimina
  27. POvera cucciola!!! tnate carezze a lei..
    mm questi pacchetti sono un'ottima alternativa ai classici involtini di verza e carne
    a presto!
    vale

    RispondiElimina
  28. in bocca al lupo per elsa!!! e che bel piattino! ;)

    RispondiElimina
  29. un piatto gustoso adatto alla mia dieta grazieeeeee

    RispondiElimina
  30. Ciao cara Sabina, stasera sono finalmente riuscita a ritagliermi qualche minuto per fare un giretto su Internet e non ho potuto resistere dal venirti a trovare. Mi aspettavo qualche piatto squisito (cosa che non è comunque mancata), ma certamente non avrei mai voluto leggere dei problemi di Elsa. Ti capisco benissimo, anch'io sono legatissima a tutti i miei animali e non posso proprio sopportare di vederli stare male.
    Fortuna che siete riusciti ad accorgervene in tempo e così avete potuto soccorrerla immediatamente. Piccola stella...
    Sono davvero felice di leggere che sta meglio e che si sta rimettendo in forma. Incrocio tutte le dita che ho per lei, che presto torni a fare le sue belle passeggiate tra la neve.
    Un grande abbraccio anche a te, tesoro. Mi raccomando stai tranquilla e falle un sacco di coccole.
    Finalmente domani sera torno a casa, così posso passare più spesso per leggere come sta Elsa.

    RispondiElimina
  31. OH povera cagnolona!!!! Quanto ti capisco, quando Geido é stato portato dal veterinario d'urgenza qualceh mese fa sono stati giorni terribili :( POi non potendo comunicare con noi é sempre difficile capire cos'hanno.. Spero che a vostra "Bimba" possa rimettersi presto in sesto.
    Un forte abbraccio!

    RispondiElimina