le due bionde

le due bionde

sabato 19 novembre 2011

Torta di ricotta

Oggi è sabato, sta iniziando una bellissima giornata di sole e andrò sicuramente a fare una passeggiata con la mia family.
Negli ultimi giorni sto cercando di fare spazio in casa per mettere degli oggetti lasciati da mia mamma, sacrificati in cantina.
Mia mamma amava le cose belle e oggi non posso far altro che ringraziarla per avermi lasciato servizi di porcellana  di piatti, zuppiera, tazzine da te, da caffè, teiere ecc...., posate in argento, quadri, mobili e tantissime belle cose come tovaglie ricamate a mano, centrini vari, bicchieri in cristallo ecc....
Mia mamma ci teneva molto ad una tavola apparecchiata decorosamente, specialmente a Natale.
Teneva le sue belle cose in una vetrina in bella mostra. Ricordo che si era comperata tutto con sacrificio, un pezzo alla volta.
Fino a poco tempo fa, a me non piaceva tutto questo e non ne capivo il senso. Per parlarci chiaro,  ero una fan dell'Ikea, per me un piatto doveva essere essenziale, e sopratutto da poter mettere comodamente nella lavastoviglie senza avere il timore di rompere qualcosa.
Oggi sono felice di aver conservato quasi tutto, perchè i miei gusti stanno cambiando e poi perchè ogni piattino ha una storia. Quel servizio di piatti mi ricorda tutti i compleanni, i Natali passati con la mia famiglia.
Grazie a questo blog, alle persone straordinarie che ho conosciuto e alle foto che ho visto, ho avuto il desiderio di recuperare tutti questi oggetti.
Passiamo alla mia torta di ricotta






















Voglio essere sincera, ho combinato un sacco di disastri nel preparare questa torta. Come vi ho già detto, i dolci non sono il mio forte e questa è stata la prima volta di questa torta.
Avevo due ricette simili e ho cercato di seguirle entrambe sbagliando ovviamente perchè non sono una pasticcera, ma una pasticciona.
Il sapore è ottimo e quindi la rifarò presto, esteticamente sarebbe potuta venir meglio.
La ricetta è tratta dal libro "I dolci si fanno così" della Cammeo ottava edizione (quello ereditato da mia mamma degli anni 80 credo).






















Ingredienti per la pasta:
180 g di farina
1 cucchiaino di lievito per dolci
3 cucchiai da tavola colmi di zucchero
1 bustina di zucchero vanigliato
2 tuorli d'uovo
1 presa di sale
1 cucchiaio da tavola di latte
65 g di burro

Ingredienti per la copertura:
1 pacchetto di budino gusto vaniglia
100 g di zucchero
1/4 l di latte
250 g di ricotta
1 cucchiaio da tavola di succo di limone
buccia grattuggiata di limone
30 g di uvetta
3 chiare d'uovo

Per spennellare:
1 tuorlo d'uovo
1 cucchiaino di latte






















Mescolare farina e lievito. Impastare rapidamente tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta liscia.
Mettere l'impasto per mezz'ora in frigo. Stendere 2/3 dell'impasto sul fondo di uno stampo a cerchio apribile (diametro 24 cm). Prima di stendere la pasta, lo stampo deve essere imburrato e sporcato di farina. Con la pasta rimasta formare un rotolo lungo come la circonferenza dello stampo dell'altezza di 3 cm (non fate come me che ho fatto il bordo alto come l'altezza della tortiera, l'ho bruciato e poi ho dovuto tagliarlo) e appoggiarlo sul fondo all'altra pasta. Forare il fondo con una forchetta in diversi punti per evitare la formazione di bolle d'aria. 
Infornare per 25-30 minuti a 200° circa. 
A cottura ultimata, togliere il fondo di torta dallo stampo e farlo raffreddare
Nel frattempo preparare il budino con 2/3 di zucchero e SOLO 1/4 di litro di latte (non fate come me che ne ho messo mezzo litro). Quando il budino è pronto aggiungere la ricotta e riportare ad ebolizione, mescolando continuamente.
Versare la massa in una terrina, aggiungere il succo e la buccia di limone, incorporare l'uvetta lavata e le chiare d'uovo montate a neve durissima e alla fine lo zucchero rimasto.
Rimettere il fondo di torta nello stampo, distribuirvi sopra la massa e spennellare con il tuorlo sbattuto con il latte.
Infornare a 130° per 60-70 minuti.

Buona giornata e buona domenica a tutti.
Sabina e Elsa

17 commenti:

  1. Buongiorno Care!
    Come state?
    Hai proprio ragione, i ricordi sono una meraviglia e malgrado determinati stili scendano un po' di moda o non ci piacciano in giovane età, col passare del tempo diventano importanti e addiritttura indispensabili.
    Mi piace il tuo ricordo della mamma e anche il musino di Elsa dietro alla torta :)
    BUona giornata cara cuoca pasticciona ;) ;) ;)

    RispondiElimina
  2. Io la trovo bellissima
    la cucina è sperimentare,provare...insomma creare!
    Complimenti cara
    i ricordi poi,sono forse la cosa più cara...hai fatto bene a conservarli
    Una buona Domenica anche a te

    RispondiElimina
  3. Posso solo immaginare tutte le cose che hai recuperato. Devono essere bellissima ma sono sicuro le vedremo su questo blog, potrai sbizzarrirti con le presentazioni.
    Forse potresti prendere spunto proprio dalle forme di questo servizio per cambiare stile al blog, se tuo marito si intende di grafica potrà darti una mano ;)

    Mi piacciono tantissimo le torte di ricotta!


    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  4. Hai ragione sai che stò apprezzando anche io tutte le cose che le mie nonne o le zie mi hanno lasciato? ci rivedo la storia e tanti ricordi... ma quanto bella è la tua cagnolotta? la foto con le e la fetta di torta è meravigliosa!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Ricotta cake is one of my favorite Italian dishes! it's always a favorite at the holidays.

    RispondiElimina
  6. Le stoviglie di una volta hanno un indiscusso fascino, ora ti saranno utili anche per la presentazione dei piatti che prepari per il blog. Ottima la tua torta! Buon fine settimana, Laura

    RispondiElimina
  7. Beata te che hai il sole. Io qui mi sto perdendo nella nebbia! Senti ma ad Elsa che ti guarda con occhi adoranti gliel'hai dato un pezzetto di questa fantastica torta?

    RispondiElimina
  8. MARGOT ma secondo te riuscirei a non darle niente con quegli occhioni che mi guardano?
    ciao cara

    RispondiElimina
  9. Nella mia follia a volte penso che sarebbe divertente fare un "post-reality" con audio che testimoniasse le difficoltà, gli insulti rivolti agli ingredienti, i "rovesciamenti"...gli incidenti vari di percorso, ecc, ecc.
    Questa torta è bellissima! Un saluto, buona domenica.

    RispondiElimina
  10. dai che ti e' venuta benissimo, sara' buona sicuro....una buona domenica baci Maria

    RispondiElimina
  11. i dolci di ricotta sono i mie preferiti in assoluto, bella ricetta da ricordare...Buona domenica , a presto

    RispondiElimina
  12. Buondì!
    Navigando per il web, cercando blog vari e ti ho trovato! visto che sono molto interessata a scoprire nuove ricette e conoscere persone che condividono il mio stesso interesse, ho deciso di unirmi al tuo blog per avere tutti gli aggiornamenti!
    Anch'io ho un blog di cucina: http://quintopeccatocapitale.blogspot.com/
    se hai voglia puoi venire da me! Sono allergica al nichel quindi è un blog specifico ma puoi trovare tantissime ricette!

    ...e poi il titolo del tuo blog è davvero molto simpatico!!!
    baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Sembra così buona! Altro che pasticciona! :D
    Invece a proposito di muffins visto che cerchi un libro su di loro posso dirti che io ne ho uno piccolino con però più di 100 ricette deliziose (ha anche qualche altra cosuccia, ma per lo più muffins). è della collana "Ricetteperfette" della Gribaudo, l'ho pagato pochissimo (intorno ai 5 euro credo) e si trova nelle librerie grosse tipo Feltrinelli o Mondadori. è molto carino e solo a veder le belle foto mette l'acquolina! Tutta questa pappardella era in risposta al tuo commento sui miei muffins, immagino che scrivertela qui anzichè da me dia maggiore certezza che ti arrivi il consiglio! ;)

    RispondiElimina
  14. Anche io ero come te, con la differenza che di quel poco che aveva mia madre, risalente agli anni 50 , non mi e' rimasto quasi nulla...ora mi piacerebbe fare tanti acquisti e di qualità ma con un mutuo da finire ed una badante da pagare ogni mese, obbligatoriamente devo rimandare...si spera sempre nel domani...complimenti per la torta, non e' brutta e l' importante e' che sia buona!

    RispondiElimina
  15. E come se sentissi gusto e sapore...dev'essere buonissima...ciao...vado su.

    RispondiElimina
  16. Carissima Sabina,
    Ti devo confessare che adoro Ikea, ma allo stesso tempo ho portato con me alcune porcellane di mia nonna e sono bellissime.
    Adoro il vecchio mescolato con gli oggetti moderni.
    E questa torta di ricotta é buonissima...
    Voglio prendere appunti.
    Brava.
    baci.

    RispondiElimina