le due bionde

le due bionde

martedì 22 gennaio 2013

Zuppa di piselli secchi

Buongiorno cari amici,
oggi voglio dedicare questo post a tutti i miei lettori, a tutti quelli che mi seguono ogni giorno pur non avendo un blog. Molto spesso ricevo delle mail private così carine che vorrei farle leggere al mondo intero.
Sono sempre stata una persona molto socievole, amavo stare in mezzo alla gente e fino a qualche anno fa ero circondata da parecchi "amici", o almeno così pensavo che fossero. E' troppo facile essere amico di qualcuno quando quel qualcuno non ha problemi, è sempre allegro e disponibile con tutti.
Purtroppo negli ultimi anni la vita mi ha messa a dura prova, io sono cambiata molto, sono diventata più sensibile, più consapevole e non sono più la persona accomodante che ero. Ho lottato tanto per accettare ciò che la vita mi ha riservato e sono riuscita a trovare la nota positiva che mi fa sorridere ancora. Purtroppo ho avuto parecchi momenti no e tutti gli "amici" che avevo sono scomparsi nel nulla. Sono diventata un lupo solitario, ma la mia indole è sempre stata quella di socializzare, condividere ecc...ed è per questo che principalmente è nato il mio blog. Con il tempo sono riuscita ad aprirmi proprio perchè sono stata capita da parecchie persone. A volte mi sembra ancora impossibile che delle persone a me sconosciute possano capirmi mentre quelle che sono cresciute con me non siano riuscite a farlo. Ogni giorno mi commuovono le mail che ricevo ed è una sensazione bellissima sentirsi capita e amata.
Oltre alle belle parole Sergio ha voluto regalarmi questa simpatica filastrocca che ho il piacere di condividere con voi:

-->
Il Resto…Pancia

Mangiamo e ci riempiamo a sazietà le pance
per poi pesarci i chili su fameliche bilance
di certo ci han sfamati i primi, i secondi, i dolci elaborati
ma diam la colpa a questi d’averci un po’ ingrassati.
Siam vittime golose di pietanze appetitose
apriam la porta al cibo con “maniglie adipose”
mangiamo per un anno specialità del mese
per poi pagare il conto soltanto a nostre spese.
Dai tempi di Lucullo fastosi erano pranzi
da non lasciar sul désco neppure un po’ d’avanzi
per giungere poi a noi tra hamburger e patatine
e mantener la linea con yogurt e insalatine.
Inizia a Capodanno sotto i migliori auspici
la giostra culinaria brindando con gli amici
il primo è Gennaio il tempo degli agrumi
di arance e mandarini aumentano i consumi
son buoni col gelato o serviti al naturale
un ottimo rimedio per la sindrome influenzale.
Graditi sono i piatti robusti e nutrienti
a soddisfar palati anche dei più esigenti
il manzo e spezzatini, l’agnello e gli stufati
sia broccoli che cavoli sono qui ben abbinati.
Nel mese di Febbraio Arlecchino e Pulcinella
ti invitano a gustare alla crema una frittella
a Marzo le giornate sono proprio pazzerelle
cominciano a vedersi verdure ancor novelle.
Aprile, che “sorpresa!”
di uova al cioccolato sui banchi della spesa
troviamo qui gli asparagi, un piatto prelibato,
serviti al pinzimonio è un gusto raffinato.
Ed ecco giunto Maggio coi nuovi suoi sapori
la frutta entra nel vivo col cambio di colori
ciliegie e fragoline son pronte da gustare
con panna ed il liquore si possono abbinare
Con Giugno ci addentriamo nei tepori di stagione
i cibi più leggeri e la preparazione
ricette con il pesce, insalate a sazietà,
con sgombri e cetrioli gradite novità.
E’ tempo di vacanza in Luglio è piena estate
le pesche, le albicocche si sono maturate
distesi sulla sdraio e sotto l’ombrellone
con il prosciutto crudo due fette di melone
e se non siamo sazi di verdure con gli odori
andiamo a preparare ripieno ai pomodori.
Agosto il caldo impazza con le giornate afose
abbandoniam fornelli e cotture calorose
di certo non si ha voglia di ricette elaborate
ma coppe di gelato con la frutta preparate.
Il caldo e le vacanze sono quasi a terminare
Settembre coi suoi frutti rimangon da assaggiare
un grappolo di uva la bianca e la rosata
va a chiudere l’estate con riso in insalata.
Ottobre i primi freddi cominciano arrivare
e da minestre calde vogliam farci scaldare
tra i piatti dell’autunno ricette col maiale
rognone con cipolla o sughi col guanciale
spinaci, cavolfiori, patate cotte al forno
son ottimi compagni di carni per contorno
la prima neve imbianca le cime alle montagne
Novembre si presenta con zucche e le castagne.
Per ultimo Dicembre con feste natalizie
un magico finale tra fantastiche delizie
lenticche e contechino, champagne con il caviale
per un Natale classico o renderlo speciale.
Un anno è già trascorso tra piatti rinomati e classiche ricette
lasciando qualche chilo su insaziabili pancette
chiamatela poesia oppure filastrocca
leggendo ci ha lasciati con l’acquolina in bocca.

Sergio Saracchini

Ora la mia ricetta del giorno: zuppa di piselli secchi










































Ingredienti per 4 persone:
2 tazze di piselli secchi
1 cipolla
1 carota
1-2  cucchiai di salsa di soia 
un ciuffo di prezzemolo
3 foglie di salvia
olio extravergine d'oliva o di sesamo

Mettete a bagno i piselli per qualche ora. Fate saltare nell'olio la cipolla e la carota tritate, aggiungete i piselli e acqua quanto basta.
Fate cuocere per più di un'ora, con coperchio a fuoco basso, aggiungendo anche la salvia, finchè i piselli diventano teneri.
Condite con la salsa di soia (non serve il sale), fate cuocere ancora qualche minuto e infine spolverizzate con prezzemolo tritato e un filo d'olio crudo.

Non consiglio la pentola a pressione perchè con i legumi ho avuto una brutta esperienza, se la utilizzate fate molta attenzione mi raccomando.










































Buona giornata!
Con affetto
Sabina


29 commenti:

  1. Ciao Sabina, carinissima la filastrocca!!! Quella scodella di zuppa è davvero invitante, la finirei in un secondo!!! Bravissima!!!!
    Un abbraccio e buona giornata :))

    RispondiElimina
  2. Bravissimo Sergio, troppo forte questa filastrocca!! E bravissima tu con questa zuppa, qui fa freddo e un piatto così sarebbe l'ideale :-) Buona giornata cara!!

    RispondiElimina
  3. Quanto ti capisco gli amici a volte sono come le bolle di sapone se c'e un po' di vento svaniscono in un attimo e ti ritrovi da sola apensare "forse ho sbagliat in qualcosa"e' il colmo penso che io sono sbagliata ma ora non ci penso piu'.Quando qualcuno ha bisogno di me ci sono sempre io purtroppo sono cosi se vedo una mano tesa non ce la faccio a non strngerla e' una mia debolezza o forse la mia forza chi lo sa'.La tua zuppa e' cosi invitante... Un abbraccio ps: mi piace molto scriverti

    RispondiElimina
  4. questa filastrocca è davvero deliziosa! bravissimo.
    sai Sabina ti capisco bene, anche io son rimasta molto stupita nel confrontarmi così positivamente e apertamente con persone che non conosco di persona. tu sei sicuramente una di queste.
    un bacione
    Ni

    RispondiElimina
  5. Ciao Sabina, complimenti per il bellissimo post, come ti capisco... Poi, mi hai fatto sorridere con la filastrocca di Sergio e mi hai stuzzicato con la tua bellissima zuppa ;)
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
  6. Ancora una zuppa delle meraviglie! Brava Sabina, con questo tempo è davvero un toccasana!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  7. Ciao Sabi :) Che bella questa filastrocca, bravo Sergio! :D Ti capisco non bene ma benissimo... anche io ho ricevuto tanto affetto da quando ho aperto il blog, sono stata capita.. cosa che non è avvenuta con alcune persone che avevo vicino da tempo... e vabbé.. sai che ti dico? Meglio capirlo tardi che mai, vuol dire che non era Amicizia vera, no? ;) Tu sei una persona speciale, basta pochissimo per capirlo e chi non lo capisce non sa cosa si perde ;) Ottima questa zuppa, confortante e squisita! :) Un abbraccio grande, buona giornata e un bacione a Elsa :*

    RispondiElimina
  8. ciao sabi, ti capisco perfettamente...le circostanze ti fanno capire veramenente chi sono i veri amici e di mazzate toste ne ho avuto anch'io, anche se nonostante tutto, continuo ad esser allegra e con tanta voglia di conoscer gente nuova...bella la tua zuppa e forte la filastrocca di Sergio...ciao un bacione

    RispondiElimina
  9. Sabina che spasso quella filastrocca!! Troppo ma troppo carina!! Per il resto sabina.. ahimè l'ho pagato anche io a dure spese ciò che hai scritto!! In un periodo proprio NO tanti anni fa.. i miei amici che fine anno fatto? scomparsi.. son rimasta sola.. con una vita tutta nuova da rifare.. Poi per quanto riguarda il blog.. e le persone che non conosci.. è vero.. a volte si sente l'affetto più da queste che da chi abbiamo accanto.. è la vita Sabi.. Quando c'è da mangà.. ti stanno tutti attorno.. quando ce so i problemi.. tabula rasa attorno a te.. è così.. :-( Vabbè su..su.. dai.. Ottima la tua zuppa!!!!! bacioni e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  10. Beh, diciamo che io sono un lupo solitario e non so se cambierò mai... :D
    La tua zuppa mi piace molto! Un bacione cara Sabi

    RispondiElimina
  11. Ti capisco..perché mi trovo anche io a vivere la stessa cosa, ed è una sensazione bellissima.
    Anche io mi ritrovo con un numero di amici davvero esiguo..ma almeno, quei due o tre che mi son rimasti, sembrano buoni...e poi ho voi...e il cuore si riempie !
    Sei speciale bionda :)
    Splendida la tua zuppa, quasi quasi ti raggiungo per pranzo ;)
    Bacio e buona giornata !

    RispondiElimina
  12. l' avventura del blog Sabi è davvero un qualcosa che"se non ce l'hai non lo sai",condivido,è un viaggio appassionante.bellissima filastrocca..molto simpatica!bacione.Viva la zuppa di pisellini!che fame a quest' ora:)

    RispondiElimina
  13. Sabi bella.. tu lo sai che siamo molto, molto, simili. E anche io sono come te, un lupo solitario ma che ha voglia di socializzare e di dare tanto amore. Purtroppo delle volte anche se circondati da milioni di persone ci si sente lo stesso soli.. perchè non importa girare gli occhi e vedere qualcuno: l'importante è 'osservarlo', capirlo dentro, amarlo davvero.. e pochi lo fanno. Pochissimi. Sono tanto felice per te, per questo affetto che meriti e che spero dal cuore che illumini le tue giornate.. una per una!! :D Carina davvero la filastrocca!! :) La tua zuppa è veramente gustosa come sempre.. fa tanto bene con questo ghiaccio. Complimenti e un bacio grosso grosso, a te e alla cucciola di miele. <3

    RispondiElimina
  14. che bella filastrocca!! :-)
    e un'altra meravigliosa zuppa che non mi fa che dire "ti adoro amica mia!!"
    un bacione

    RispondiElimina
  15. E' nei momenti difficili che si vedono i veri amici, se ne hai perso qualcuno non ti rammaricare, evidentemente non lo erano. Come hai già ampiamente sperimentato, si può trovare affetto e comprensione anche nelle amicizie virtuali, che magari un giorno potrebbero diventare anche reali! Sono belli i momenti in cui si può stare un pò soli con sè stessi, aiutano a ricaricare le batterie secondo me.
    Le zuppe in questo periodo le adoro, mi segno anche la tua!
    bacioni

    RispondiElimina
  16. Davvero un bel post, e una bella zuppa...ho proprio dei piselli secchi e...ecco cosa posso farci!

    RispondiElimina
  17. Cara sabi come ti capisco... L'inizio di questo nuovo anno è stata una vera delusione!!! Persone con cui ho a che fare ogni giorno non solo hanno parlato anzi sparlato male di me ma hanno cercato di farmi passare x la persona che non sono!!! Che immensa delusione!!! Fortunatamente sono riuscita a contraddirle con dati alla mano!!! Tiè!!! Davvero carino questo post!!! E confortante questa zuppa... Un abbraccio cara amica

    RispondiElimina
  18. Sabi cara tu non lo sai perchè non ci conosciamo ma il tuo post è come se l'avessi scritto io.. Troppe delusioni, troppi amici che a parole davano il cuore ma poi come arrivava il bisogno loro scappavano.. L'amicizia è un sentimento così bello che è davvero un peccato che persone sbagliate incontrate sulla nostra strada lo debbano rovinare e quindi ci voglio credere ancora, con diffidenza, ma ci voglio sperare... E, oltre ai miei pochi amici ma buoni, ho trovato tutte voi e siamo davvero una grande famiglia!!
    Ottima la zuppa, con questo freddo..
    un bacione grande!!

    RispondiElimina
  19. Ciao Sabina,
    Come ti capisco........ Quando stavo in "quella situazione" di grandissima difficoltà, be', ho sentito dire che dovevo stare li a casa, con quella persona..... Persone che consideravo amiche mi hanno detto, "ma tanto dove vai"???? E sono quasi andata al cimitero..... Ma ho trovato una mano stessa e mi sono aggrappata. Di queste "amiche" non ho voluto sapere più niente, ho fatto pulizie a punto di restare con due, massimo tre persone accanto a me. Non me ne importa niente...
    La vita é così, le persone sono così.... troppo facile essere amiche quando tutto va bene...
    Tantissime volte troviamo il sostegno dagli sconosciutti, perché si sentono meno coinvolte con noi... con i problemi. Forse é questa la chiave del mistero....
    Ma la vita continua, é bella e per me é diventata bellissima, Ho trovato una persona meravigliosa, che si prende cura di me, che mi vuole tanto bene... e ne dimonstra ogni giorno.
    E io ho sentito subito un filing con te. Forte.
    Ti voglio bene.
    Thais

    RispondiElimina
  20. Un post davvero pieno di emozione, complimenti...
    Davvero molto carina la filastrocca e la zuppa... gustosissima!

    RispondiElimina
  21. Ciao Sabina! Anch'io sono come te...i miei amici si possono veramente contare sulle dita di una mano:) ma da quando ho aperto il blog sto conoscendo tantissime persone meravigliose!!!!!
    Troppo carina la poesia di Sergio!!! e davvero molto invitante la tua zuppa:) Un bacione!!!

    RispondiElimina
  22. Ciao ..chi di noi non ha avuto una delusione da una amicizia? Purtroppo succede .. la nostra imperfezione purtroppo ci rende spesso immeritevoli....chi ti ha girato le spalle non era vero amico quindi tutto sommato meglio perderlo che trovarlo. Ci sono tanti probabili amici dietro l'angolo....basta cercare...
    Ti faccio i complimenti per le tue ricette e per le foto favolose di gran gusto e raffinatezza ..e non è da tutti....brava continua così sarà solo un successo e... via la malinconia ...abiti in luoghi favolosi dalla natura strepitosa ....lasciati riempire il cuore da tutto ciò..un abbraccio anche se virtuale Lia

    RispondiElimina
  23. Ciao Sabina.
    E' triste leggere ciò che hai scritto circa gli amici che sono spariti, ma è bello sapere di persone come te che sanno andare avanti, trovare un nuovo modo di vivere a questo mondo e godere di quelle cose che prima sembravano non bastare. Hai davvero una gran forza d'animo, ma per i momenti "no", ormai lo sai, ci siamo noi in questo piccolo spazio.
    Vi abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CARE AMICHE MIE cosa farei senza di voi???
      vi abbraccio e vado a nanna

      Elimina
  24. Sabina! è da poco che ci scriviamo, mi è dispiaciuto leggere le tue parole qui sopra... hai una gran dote, quella di saper reagire alle avversità e spesso è una dote essenziale....
    un caro e forte abbraccio
    sabrina
    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
  25. Sabina... la zuppa mi piace molto, per non parlare della filastrocca ;))))
    Mi dispiace sapere dei tuoi problemi nella vita quotidiana, spesso capita di rimanere soli... Ma credo sia importante recuperare i contatti col mondo reale, per quanto assurdo, per non rischiare di chiudersi in un mondo virtuale... Baci

    RispondiElimina
  26. La zuppa di piselli e' una delle mie preferite...

    RispondiElimina
  27. ciao sabina, leggendo il tuo post mi rendo conto che spesso vorrei essere più presente, ma lavoro e mancanza di connessione me lo impediscono :-( che bello condividere con i propri lettori emozioni, Parole e quant'altro! mi prendo qualche cucchiaio di zuppa e ti mando un bacio!

    RispondiElimina
  28. E' davvero bellissima, questa zuppetta..e poi mi piace il tocco della salsa di soia! Segno...

    RispondiElimina